Gelo di mellone – Gelu ri muluna

Letto 19255 volte.

gelo_mellone_02

Il gelo di mellone è un dolce siciliano fatto con la polpa di anguria (o cocomero, che sarebbe la stessa cosa) che racchiude colori e sapori di una terra piena di sole e ricca di emozioni come è la Sicilia. La ricetta originaria prevedeva 200 gr. di zucchero per kg., ma a me sono sembrati troppi, io ne ho usati 150 gr., ma lo rifarei con 100 gr. di zucchero per kg. usando un cocomero maturo e zuccherino. Per aromatizzarlo ho usato il maraschino invece che un infuso di gelsomino come prevedeva la ricetta, e l’ho guarnito con frutta candita invece che con la zuccata (zucca candita).

Ingredienti: per ogni kg. di polpa d’anguria calcolare 150 gr. di zucchero e 80 gr. di amido di mais, maraschino per aromatizzare, frutta candita per guarnire.

Dopo aver tolto dalla polpa dell’anguria tutti i semi, sia neri che bianchi, metterla sul fuoco in una pentola con lo zucchero, l’amido e il maraschino. A fuoco basso girare continuamente con un cucchiaio di legno fino ad ottenere la consistenza voluta. Io per circa 2 kg. di polpa ho girato per circa 30 min. Finita la cottura, togliere dal fuoco e far raffreddare: in questa fase continuerà a rapprendersi. Quando il composto è arrivato a temperatura ambiente riempire delle ciotoline e metterle in frigo almeno per 3 ore. Servire il gelo di mellone freddo guarnendo con frutta candita.

gelo_mellone

Tags: , , ,

Commenti


  1. ma che bella idea!

    chissà se si può fare più comodamente al microonde…

    Per amido intendi l’amido di mais?

    Commento by nonsologeomangio

  2. lalla: è un dolce che mi è piaciuto tanto

    carlitos: hai colto nel segno eheh

    geo: non credo si possa fare al microonde. Sì è amido di mais. Baci:)

    Commento by FrancescaV

  3. al pistacchio e al caffè?! e come si fanno? ne hai una foto?

    golosa e curiosa sono;)

    Commento by FrancescaV

  4. questa la conosco …

    fa parte della mia terra

    e poi il cocomoero è buonisssssssssssiiiiimmmmmmmmooooooooooooooooo

    baci baci lalla

    Commento by utente anonimo

  5. E’ il togliere tutti quei fottuti semini quello che mi blocca…mi accontenterò di ordinarlo in qualche ristorante…

    😉

    Commento by carlitos_rojos

  6. i geli sono squisiti…ricordo che al mio matrimonio la signora siciliana che organizzò tutto ne fece anche al pistacchio e al caffè…una delizia.

    Commento by Parolibero

  7. Ciao, questo dolce non l’ho mai assaggiato!ieri la pizza prosciutto e fichi del mio pranzo è stata una delizia!Buona Giornata!S.

    Commento by utente anonimo

  8. cioa Saffron, se passavi ieri sera da me c’era sicuramente una coppetta da assaggiare;)

    e oggi invece con cosa pranzerai?

    Baci.

    Commento by FrancescaV

  9. grazie Giggi, anche io ho fatto una ricerca online e ho trovato solo il gelo di caffè, nulla su quello di pistacchi. Ho mandato un sos ad una ragazza siciliana che conosco, speriamo bene!

    Commento by FrancescaV

  10. Francesca: sul come si fanno, non ne ho la più pallida idea 😉 però in rete ho trovato questa ricetta, l’artista sei tu: improvvisa!

    Commento by Parolibero

  11. Francy, strabili sempre più! Ho giusto giusto un cocomero in frigo e amici a cena domani. Ti racconterò.

    Vinaigrette

    Commento by utente anonimo

  12. sìsì aspetterò il tuo racconto. Anche io ne ho preparate 8 coppette per amici a cena ieri sera:)

    Commento by FrancescaV

  13. Utilissime le ricette,

    saluti,

    Luciano

    Commento by utente anonimo

  14. Sembra davvero delizioso e anche bello da presentare a tavola. Lo proverò presto.

    copertina75

    Commento by utente anonimo

  15. Che bello il cocomero! io di solito in estate mi faccio delle grandi abbuffate, mio padre ne compra 5 kg al giorno!

    ma qui… Sing!

    se non fosse per fiordizucca, non ne avrei assaggiato nemmeno un po’ quest’anno!

    Zora

    Commento by utente anonimo

  16. mi sa che deve essre proprio buono e rinfrescante!!

    Che dici, si potrà fare anche di melone,si?

    Tulip

    Commento by utente anonimo

  17. Francesca.. super wow per il gelo e per le foto!!! Tres tres bon!!Brava.. 🙂

    Commento by utente anonimo

  18. I love sicily!!!

    Kja.

    Commento by utente anonimo

  19. buono il gelo d’anguria, io ci metto anche delle gocce di cioccolata, a simulare i semini odiosi, ma i chicci te li puoi sgranocchiare! bello fresco, saluti golosi cat

    Commento by utente anonimo

  20. Il gelo di mellone! la Sicilia! Ottimo per rinfrescarsi e condivido la riduzione della quantita’ di zucchero…forse l’unico “difetto” della cucina siciliana e` quello di dolcificare troppo…ma e` solo un gusto personale.

    Ciao, Elisa!

    Commento by utente anonimo

  21. Sono almeno due settimane che voglio mangiare il cocomero. Ogni volta succede qualcosa e rimango con l’acquolina in bocca e nulla +. …mi riscatterò! :->

    Commento by utente anonimo

  22. ciao a tutti!

    copertina75: sì lo è;)

    luciano: un saluto anche a te

    zora: dai che allora è andata bene:)

    tulip: è molto buono ma anche pesantino, come ogni dolce siciliano. Bella idea con il melone, in questo caso essendo la polpa del melone più soda ci vorrà sicuramente meno amido. Se lo fai fammi sapere!

    kja: I love sicily too;)

    sandra: grazie:))

    cat: sì infatti la cioccolata era un opzione

    elisa: anche per me il troppo zucchero mi toglie il gusto di un dolce certo ch ogni tanto mangiare dolci siciliani doc sarebbe però il massimo;PP

    Commento by FrancescaV

  23. michela: sì devi riscattarti presto, con questo caldo il cocomero è indispensabile:)

    Commento by FrancescaV

  24. Miodio, il tuo blog è un colpo al cuore ogni volta… e poi come mai vengo a leggerlo sempre all’ora di pranzo???

    Argh!!!

    Prima o poi ti chiederò un aiutino… io sono la regina del precotto e del surgelato! 🙁

    Commento by mamminacara

  25. mammina: chiedimi quello che vuoi sarà un piacere:)

    Commento by FrancescaV

  26. la tua granita è sicuramente più fresca del mio gelo, però quant’è buono;P

    Commento by FrancescaV

  27. ganzo!! abbiamo fatto quasi la stessa ricetta :))) forte anche questa, la proveró 🙂

    fdz

    Commento by utente anonimo

  28. Ho letto e riletto, mi sono tuffata nelle foto e ora non posso non provare questa delizia di dolce… Grazie per il suggerimento!!! 🙂

    Commento by utente anonimo

  29. Mi dispiace moltissimo ma non sono d’accordo con chi dice che i dolci della mia terra sono troppo zuccherati,se ciò vi è capitato avete assaggiato godurie non perfettamente dosate.Dunque il gelo di anguria è di origine araba, lo zucchero per ogni litro di succo setacciato o passato nel passaverdure è di 100g.l’amido di appena 80 g. si aggiunge anche un pizzichino di cannella ed è preferibile,cucinare a parte i fiori di gelsomino o usare l’acqua quando non si dispone dei fiori freschi completamente errata la frutta candita si usa il capello d’angelo.Nella speranza di essere stata utile, e augurandovi di gustare sempre dolci ben preparati ,anche perchè la maggior parte di essi sono stati creati dai pasticceri delle corti normanne,quasi tutti arabi, al palazzo reale di Palermo,quindi sono molto antiche ,le ricette si tramandavano di generazione in generazione abitudine che oramai tende a scomparire,purtroppo. Una vecchia signora palermitana

    Commento by Castigliola Maria Grazia

  30. Sono d’accordo con la vecchia signora palermitana. Inoltre, se il cocomero di partenza è ben maturo, l’aggiunta dello zucchero è quasi inutile. I clienti del mio ristorante apprezzano molto questa specialità siciliana!

    Commento by Duccio

  31. grazie dell’intervento Maria Grazia, e grazie anche a Duccio.
    Sapete, sono appena tornata da un finesettimana palermitano 🙂

    Commento by Francescav

  32. come si fa il capello d’angelo?ma soprattutto…cos’è?

    Commento by Disperata

  33. Ciao Francesca!
    Complimenti per il tuo blog e per questa ricetta.
    Ti ho “rubato” una foto, ma tutto linkato, anche il blog e la pagina della ricetta, e ti ho aggiunta tra i miei blog preferiti…
    A presto!

    JM.

    Commento by Jean-Michel

  34. cosa sono a capelli d’angelo? conosco solo la pastina per neonati. grazie

    Commento by chiara

  35. Salve! Anche io sono palermitana e sono d’accordo con la signora Maria Grazia, nonostante, personalmente, non sappia cosa sia il capello d’angelo.
    Comunque l’acqua di gelsomino è davvero fondamentale per fare un gelo di melone come si deve qui, inoltre nei bar viene servito spesso con sopra una spruzzata di cannella e dei pezzetti o gocce di cioccolato! Sublime!

    Commento by Livia

  36. ciao Livia e benvenuta tra queste pagine. Grazie delle tue indicazioni da palerminata doc, come ce le aveva lasciata la sig.ra Maria Grazia, ne faremo tesoro tutti. Mi sapresti dire come si fa in casa l’acqua di gelsomino? E’ possibile acquistarla anche già fatta?

    Commento by FrancescaV

  37. Ciao Francesca! Purtroppo non so dire con certezza come si fa l’acqua di gelsomino, ho sentito dire di persone che lasciano i gelsomini, quelli bianchi, in infusione nell’acqua, forse facendola bollire un po’. Mia sorella invece mette direttamente i gelsomini sopra il gelo nello stampo, copre con la pellicola e il giorno dopo li leva, danno abbastanza odore 🙂

    Commento by Livia

  38. bella idea quella di tua sorella Livia, la proverò sicuramente la prossima estate. Grazie!

    Commento by FrancescaV

Torna in cima | Torna alla home

Scrivi un commento




 

Newsletter

FrancescaV.com è il mio diario di ricette che puoi cucinare facilmente in casa. Per averle direttamente nella tua email iscriviti alla newsletter. Benvenuto!

Il TrovaRicette

Pochi ingredienti nel frigo e nessuna idea su come usarli?

Inserisci uno, due o tre ingredienti nel box a fianco e trova la ricetta che fa per te!

 
 
 
 
 
 

Ricette di Natale, clicca!

Ricette di Natale

 

Ricette di Natale Antipasti

 
  • Ricette di Natale Primi piatti

     

    Ricette di Natale Secondi piatti

     

    Ricette di Natale Contorni

     

    Ricette di Natale Dolci 1

     

    Ricette di Natale Dolci 2