A CENA CON JACOPO FO…

Letto 5399 volte.

A CENA CON JACOPO FO

Due finesettimana fa abbiamo passato 2 bellissimi giorni di nuovo nella casa in campagna, vicino Perugia. E questa volta abbiamo vissuto anche un pò il contorno, pur dedicandoci la domenica a tosare tutto il piazzale davanti casa!
Vicino da noi, a circa 20 minuti di macchina, c’è
ALCATRAZ, la libera università di Jacopo Fo e compagni. Io volevo andare a curiosare da molto, e sabato sera abbiamo colto l’occasione, prenotandoci per la cena, visto che Alcatraz, oltre per tutti i corsi e le attività che propone, è famosa anche per la sua cucina prettamente bio e naturale.
Il primo impatto è stato strano: l’agritursimo è posto su una collina molto bella che si affaccia su altre colline, si vede tutto verde ovunque si guardi, bellissimo. Lì sul posto ho visto poche costruzioni in legno, dipinte da loro, pieni di colori e allegria. E allora perchè strano? L’ho capito dopo un po’: perchè non sono abituata a ritrovarmi in un posto dove c’è un’espressività non incanalata su direttive conosciute, e all’inizio questa cosa mi ha messo a disagio.
Piano piano, girando e curiosando, invece ho cominciato a sentire sempre più questa atmosfera libera che mi ha fatto rilassare e godere di ogni piccola cosa e scoperta.

 

 

 

La cena ci è stata servita al buffet, e fuori all’aperto abbaimo mangiato tutti insieme, su 3 tavolate, chiacchierando tra di noi e anche con Jacopo Fo, che ha cenato con noi, e qualche istruttore dei corsi che si svolgono lì.

   

  

   

Ho comprato il libro delle ricette della cuoca Angela, una ragazza pugliese con cui ho fatto 2 chiacchiere prima di andare via, facendole i complimenti per la cena e soprattutto per la mousse di mirtilli finale MMMM che bontà.
Quindi nei prossimi tempi mi cimenterò in alcune sue ricette che mi ispirano molto.

Tornerò lì a metà agosto, per rilassarmi in piscina, mangiare ancora cose buonissime e magari per fare qualche lezione di yoga demenzionale e thai chi.

Commenti


  1. ho vissuto 5 anni e mezzo a Perugia e non ci sono mai andata; mannaggia! adesso chissà quando ne avrò ancora l’occasione

    Zora

    Commento by utente anonimo

  2. ti capisco, anche io vado lì in campagna da qualche anno e ancora non ci ero stata, ma oro che ho provato non lo mollo più;)

    Commento by FrancescaV

  3. posto veramente interessante, nn lo conoscevo…e per quanto mi riguarda anche vicino da raggiungere..

    Commento by utente anonimo

  4. Aspettiamo le ricette, Fra!!! 🙂

    E bello il tuo racconto.. da visitare di sicuro!!

    Buona caldissima giornata….

    Sandra

    Commento by utente anonimo

  5. dolciricette: vale proprio una gita

    sandra: di ricette da fare ne ho tante ma ho caldo!

    cuocarossa: se ti iscrivi alla newsletter puoi scoprire i corsi che ti interessano

    Commento by FrancescaV

  6. mmm io per la verità ci volevo andare un periodo che c’era stefano benni che faceva tipo un corso di scrittura…

    la moglie di jacopo fo era una mia compagna di liceo, ma non si ricorderà mai di me perchè io ero già sfigata allora, le figa come ora…

    Commento by LaCuocaRossa

  7. E vero che è un po caldo per cucinare ma io aspetto le ricette….

    Mamina

    Commento by utente anonimo

  8. Con questo post mi hai ricordato l’Umbria, dove ho vissuto fino a due mesi fa…una bellissima regione.

    Commento by utente anonimo

  9. L’idea di un posto che si chiami Alcatraz e che invece esprima libertà e colori é bellissimo…

    🙂

    Commento by utente anonimo

  10. Yoga demenzionale? Hai la ricetta? 😉

    Commento by Parolibero

  11. Ciao Francesca, che meraviglia, l’Umbria mi attira da quando sono bambina e non ci sono mai stata, paradossalmente sono venuta prima a Rio! Questa settiman ho internet e riesco ad aggiornare il blog, un bacio

    Kja.

    Commento by utente anonimo

  12. mamina: le farò, grazie:)

    gab: si anche a me piace molto umbria

    clamor: a che mi fai pensare! bellissimo!!

    parolibero: eheh ;))

    kja: ciao vacanziera, l’umbria ti aspetta:) divertiti e fai tante foto

    Commento by FrancescaV

  13. il padre era stato spinto dallo pischiatra giù dagli scolgi, la catante era la vera mamma con una nuova identità, la cartolina era stata scritta dallo psichiatra insieme alla dedica sulla foto della cantante per far combaciare le calligrafie.

    alcatraz è un posto rilassante nel senso più soggettivo della parola

    Commento by FrancescaV

  14. la prima cosa che ho fatto, dopo aver letto il post, è stato andare a vedere sul sito che cosa c’è ad agosto…

    mi pare che sia il posto più vicino all’idea di “vacanza” che ho io quest’anno!

    (e la cantante? e la cuoca? e come mai il padre si era suicidato? e la cartolina? e…basta, via ;D)

    Commento by Pimms

  15. Ciao, bel posto davvero! ci sono passata tante volte, ma non mi sono mai fermata!

    Un bacio, S.

    Commento by utente anonimo

  16. Da anni sono abbonata a ‘Cacao’ uno dei loro quotidiani on line che consiglio a tutti. E’ una vita che mi riprometto di fare una vacanzetta ad Alkatraz, è ora di seguire il tuo esempio.

    vinaigrette

    Commento by utente anonimo

  17. Vinaigrette, sì conosco Cacao:) Tu di che zona sei d’Italia? Potremmo fare un giro ad Alcatraz insieme:)

    Commento by FrancescaV

  18. foto da “io ballo da sola”

    🙂

    Commento by PadA

  19. Pada cioè mi spieghi?:)

    Commento by FrancescaV

Torna in cima | Torna alla home

Scrivi un commento




 

Newsletter

FrancescaV.com è il mio diario di ricette che puoi cucinare facilmente in casa. Per averle direttamente nella tua email iscriviti alla newsletter. Benvenuto!

Il TrovaRicette

Pochi ingredienti nel frigo e nessuna idea su come usarli?

Inserisci uno, due o tre ingredienti nel box a fianco e trova la ricetta che fa per te!

 
 
 
 
 
 

Ricette di Natale, clicca!

Ricette di Natale

 

Ricette di Natale Antipasti

 
  • Ricette di Natale Primi piatti

     

    Ricette di Natale Secondi piatti

     

    Ricette di Natale Contorni

     

    Ricette di Natale Dolci 1

     

    Ricette di Natale Dolci 2