La lingua nel piatto

Letto 5455 volte.

La lingua nel piatto - copertina del libroHo conosciuto questo libro grazie a Saffron, e la curiosità di leggere le ricette e provarne qualcuna mi ha accompagnato fino a qualche tempo fa, quando sempre insieme a Saffron, l’ho comprato in centro a Roma. Al primo sguardo il libro ‘La lingua nel piatto’ risulta abbastanza alto: sono più di 200 pagine, e questo giustifica anche il prezzo di 17,00 euro, non proprio economico. Già la copertina ed il restro copertina mi piacciono. Il libro è stato scritto da due donne italiane, trasferitesi a Londra: Renata Beltrami, insegnante e giornalista, e Silvia Mazzola, filosofa e storica dell’arte.  Il sottotitolo del libro è molto eloquente:
‘Le ricette per imparare a capire l’inglese (e gli inglesi)’.

Il libro, insieme alla ricette, contine molte notizie sulle abitudini di vita e i gusti in fatto di cibo degli inglesi. C’è un esauriente e divertente escursus tra i vari momenti della giornata in cui gli inglesi si siedono a tavola: dalla colazione all’ora del tè, alla cena. Ma si parla anche del pranzo della domenica, dei piatti ‘regali’, dei dolci tipici, come il pudding, i cake, i cheesecake e i biscotti, o ancora delle cene al club. Poi le due autrici ci introducono alla tavola delle feste inglesi comandate, come Natale, Halloween, o Pasqua. Ognuno troverà molte curiosità soddisfatte nei diversi ambiti legati al cibo che si possono incontrare in Inghilterra. Su Libreria Universitaria potete acquistarlo online.

[foto libreriauniversitaria.it]

Tags: , ,

Commenti


  1. ti è piaciuto allora!! è un libro simpatico anche per tutti i “tip” sulla lingua inglese in ambito culinario e le citazioni letterarie!
    Aspetto la tua ricetta!
    Baci

    Commento by Saffron

  2. Aspetto con ansia la prima ricetta…
    Le abituidini inglesi mi stuzzicano parecchio… Mi sa proprio che me lo compro! Buona serata!

    Commento by Dolcetto

  3. e proprio a me manca siffatto libro?? Proprio io anglofila fin nel midollo?? PRESTO! A me il marito libraio!!!

    Commento by Michela

  4. Molto interessante, poi a me interessano tutti i libri che parlano di cucina, aspetto la ricetta.
    Ciao e grazie…

    Commento by Ady

  5. Mi piace questo libro, andrò a cercarlo sugli scaffali delle librerie milanesi…baci

    Commento by Anna

  6. Anch’io aspetto la ricetta !
    Ciao Francesca e a presto.

    Commento by paola

  7. michela: Michelina, questo libro lo devi assolutamente avere, e poi è fatto molto bene, è un piacere anche da leggere.

    saffron: hai ragione Simo, son proprio quei ‘tip’ che lo rendono un libro completo con molti spunti. Grazie!

    dolcetto: buona serata anche a te!

    ady: come a me 🙂

    anna: bene!

    paola: allora mi dovrò mettere presto all’opera 😛

    Commento by Francescav

  8. Sarebbe interessante sapere qualcosa in più in merito al rito del tè.
    Trovo che il titolo del libro sia intelligente e molto accattivante, bella idea.

    Sono stata a Londra circa 8 anni fa e devo ammettere che mi stupisce apprendere che possieda addirittura una tradizione culinaria 🙂

    Commento by Acilia

  9. umm- mi sembra molto molto interessante questo libro!
    vado a vedere subito a Libreria Universitaria.
    grazie-

    Commento by hana J.

  10. interessante! e mica me lo posso perdere 🙂

    Commento by fede

  11. acilia: invece ce l’hanno una tradizione culinaria sai, loro la perdettero durante la rivoluzione industriale, ma nelle famiglie abbienti o altolocate è rimasta. Tutta da scoprire. Mi informerò meglio sul loro teatime e ti farò sapere.

    hana: bene!

    fede: eh no 😛

    Commento by Francescav

  12. ciao galet che piacere ritrovarti da queste parti. Presto lo vedrai 🙂 Intanto grazie per il tuo link!

    Commento by Francescav

  13. Francesca ciao, :-)) grazie di tutte le cose deliziose che ho scoperto qui da te. Oggi ho visto questi grossi blocchi di ghiaccio sul lungotevere e sui marciapiedi e mi è venta una voglia pazza di granita siciliana… Hai già segnalato dove la fanno quella vera qui a Roma?

    Commento by Carla

  14. Sono proprio curioso di sapere cosa cucinerai di inglese…
    Comunque la cucina inglese esiste e a me piace abbastanza, per esempio http://www.pattersonsrestaurant.com/

    Commento by Galet

  15. ciao Carla benvenuta 🙂 Prego, è un piacere. Ah le grattachecche romane! Ancora non l’ho segnalata, ma già avevo in mente di farci un post. Comunque ti anticipo che puoi assaggiarne una buonissima e tradizionale dalla Sora Lella sul Lungotevere vicino all’Isola Tiberina: prezzo basso e ottimo gusto!

    Commento by Francescav

  16. ero indecisa se acquistarlo perchè avevo poche informazioni, sicuramente provvederò grazie

    Commento by CoCo

  17. Bello questo libro!! Non lo conoscevo!!! Brave ragazze… aggiornate così lamia già vasta libreria!!!
    P.s. se arrivo con un altro libro Rob mi defenestra!
    😉

    Commento by Gourmet

  18. coco: 🙂

    gourmet: meglio non toccare questo argomento, per fortuna che mio marito in questo momento non starà leggendo eheh 😉

    Commento by Francescav

  19. Ma che bello, devo comprarlo! Grazie Fra’! 🙂

    Commento by Pip

Torna in cima | Torna alla home

Scrivi un commento




 

Newsletter

FrancescaV.com è il mio diario di ricette che puoi cucinare facilmente in casa. Per averle direttamente nella tua email iscriviti alla newsletter. Benvenuto!

Il TrovaRicette

Pochi ingredienti nel frigo e nessuna idea su come usarli?

Inserisci uno, due o tre ingredienti nel box a fianco e trova la ricetta che fa per te!

 
 
 
 
 
 

Ricette di Natale, clicca!

Ricette di Natale

 

Ricette di Natale Antipasti

 
  • Ricette di Natale Primi piatti

     

    Ricette di Natale Secondi piatti

     

    Ricette di Natale Contorni

     

    Ricette di Natale Dolci 1

     

    Ricette di Natale Dolci 2