FrancescaV



« | »

Torta allo yogurt

I dolci di LennyIn seguito alla mia recente produzione casalinga di yogurt mi sono avventurata nella realizzazione di una torta allo yogurt davvero genuina e goduriosa. E’ un dolce di veloce e semplice esecuzione, che si prepara senza cottura in forno, e che si fa apprezzare per la bontà e per il ridotto apporto di calorie. Potete sbizzarrirvi a guarnirla con la frutta fresca di stagione che preferite, creando ogni volta nuove interpretazioni a seconda della frutta utilizzata. Se preferite, poi, una parte della frutta (circa 200 gr.) si può frullare ed aggiungere alla crema, per dare alla torta un gusto fruttato più intenso ed un carattere più accentuato.

Ingredienti:

per la base: 200 gr. di biscotti, 100 gr. di burro, succo di un limone;
per la crema: 100 ml. di panna montata, 300 ml. di yogurt bianco, 4 fogli di gelatina;
per la confettura di pesche: 300 gr. di pesche, 2 cucchiai di zucchero, succo di un limone, foglioline di menta;

Per preparare questa torta occorre uno stampo dal diametro di cm 20. Nello specifico ho utilizzato uno stampo di silicone, ma va anche bene uno stampo a cerniera. Per la preparazione della base: pestare finemente i biscotti ed amalgamarli con il burro fuso, lo zucchero ed un pò di succo di limone. Foderare lo stampo con pellicola per alimenti (passaggio non necessario se lo stampo è di silicone) e stendere il composto sul fondo dello stampo, schiacciandolo bene con il dorso di un cucchiaio e riporre in frigo per qualche ora. Intanto preparare la crema: scaldare un pò di yogurt (o di latte) e sciogliervi la gelatina preventivamente ammollata e strizzata. Montare la panna ed incorporare delicatamente lo yogurt, aggiungendo alla fine la gelatina disciolta. Prelevare lo stampo dal frigo, versarvi la crema così ottenuta e riporre nuovamente in frigo per almeno tre ore. Per la confettura: far andare in un pentolino le pesche sbucciate e denocciolate con lo zucchero e un pò di succo di limone; portare ad ebollizione e dopo pochi minuti, spegnere il fuoco e frullare. Togliere la torta dal frigo, sformarla e ricoprirla con la confettura di pesche, guarnendo con delle fettine di pesche a ventaglio e foglioline di menta.

Torta allo yogurt

Glossario: La gelatina, nota come colla di pesce, si trova in vendita in forma di fogli lucidi, compatti e quasi trasparenti. E’ ottenuta dalle vesciche natatorie dei pesci che vengono cotte ad alte temperature sotto forte pressione. Viene usata per dare consistenza a budini, bavaresi e gelatine di frutta.
(Tratto da La cucina momento per momento – Alberto Peruzzo editore).

[testi e immagini di Lenny]

Posted by on agosto 7, 2007.

Categories: Dolci, I dolci di Lenny

37 Responses

  1. Eh eh eh! Questa ricetta è simile alla nostra per cui sono sicura che è buonissima 🙂 La nostra verrà pubblicata giovedì, non perdetela 🙂

    by Aiuolik on Ago 7, 2007 at 9:36 am

  2. Deve essere molto buona, soprattutto visto che hai fatto tu lo yogurt. Forse sarebbe bello anche fare delle mono porzioni avendo degli stampini singoli a disposizione.

    by Kja on Ago 7, 2007 at 10:26 am

  3. Bellissima ricetta, ma mi scuserete se faccio una piccola precisazione riguardo alla gelatina, essendomi informata da poco.
    La gelatina industriale si chiama anche colla di pesce perchè molto tempo fa veniva prodotta con le vesciche dei pesci. Ma la gelatina in commercio oggi è prodotta per la maggior parte da cotenna di maiale (è in genere indicato anche sulla busta) e per la restante quantità da bifido di bovino, o anche cartilagini di polli in piccola parte, infatti dopo la bse qualcuno era un po’ scettico riguardo alla gelatina e sono state apportate apposite restrizioni per legge per renderla più sicura.
    Sul sito del GME – associazione dei produttori europei di gelatina – si trovano parecchie informazioni – http://www.gelatine.org/it/index.html.
    Non ho niente contro la gelatina industriale anche se preferisco se posso usare come addensante l’agar-agar o l’amido di mais, ma dipende da cosa di deve fare.
    Scusate la petulanza e la lunghezza.
    Ciao ciao

    by stella di sale on Ago 7, 2007 at 10:38 am

  4. aiuolik: verrò a vedere anche la vostra allora.

    kja: approvo l’idea delle monoporzioni, adatte anche ad una meranda golosa.

    stelladisale: di cosa ti scusi?! Ti devo ringraziare invece delle notizie in più che hai aggiunto sulla gelatina, molto usata in cucina ma che è bene sapere come è preparata. Anche io ho in dispensa un barattolino di agar agar che volgio imparare ad usare in sostituzione della colla di pesce. Ciao!

    by Francescav on Ago 7, 2007 at 10:45 am

  5. Francy, oggi siamo un po’ “gemelline di post”!

    by Michela on Ago 7, 2007 at 11:40 am

  6. Buona questa Francy! L’avevo fatta anch’io simile l’anno scorso, e mi era anche piaciuta, bella fresca! Ma sai che questo caldo mi ha fatto impazzire lo yogurt, ieri!?? E l’avevo lasciato in yogurtiera meno del previsto, come faccio quando fa caldino, ma stavolta ha dato di matto..Mai successo!.. tutto liquido e acidello, mah… l’ho dovuto usare di necessità virtù inventandomi risotti allo yogurt lattoso! ^-^ Va beh, comunque prima o poi una torta fresca ci scappa…
    Baci baci cara!

    by Vaniglia on Ago 7, 2007 at 11:48 am

  7. Ciao, Francesca!
    Sei davvero una miniera di idee e questa della torta allo yogurt è davvero bellissima!
    Continua così
    Giulia

    by Giulia on Ago 7, 2007 at 11:56 am

  8. Ciao Francesca, bentornata!!
    Questa freschissima torta è bellissima!!
    Mi piace molto la forma dello stampo!!
    Buona giornata

    by dolceviola on Ago 7, 2007 at 12:35 pm

  9. con tutte queste bellissime e freschissime torte allo yogurt che circolano nella blogosfera da qualche giorno mi avete fatto venire voglia di tentare anch’io

    by CoCo on Ago 7, 2007 at 5:32 pm

  10. “Torta allo yogurt di Lenny freschissima idea…”
    Scusa Francesca mi è venuta così sarà il caldo , è bellissima la torta è da fare magari anche con altre confetture.
    Ciao

    by Ady on Ago 7, 2007 at 4:57 pm

  11. Yummy, sembra proprio buona… mi ricorda molto le cheesecakes inglesi, con i digestive a fare da base 🙂
    Tanti saluti dalla California!

    by Galet on Ago 7, 2007 at 7:16 pm

  12. Bentornata Francesca! 😉

    Solo una domanda pratica per Lenny: per la base di questa torta hai usato i digestive? Se no, cosa?
    Grazie.

    Kusjes xox
    DoDo

    by fabdo on Ago 7, 2007 at 11:20 pm

  13. michela: son già venuta ad assaggiare la tua 😛

    vaniglia: il caldo è molto in questo periodo, quindi lo yogurt impazzisce facilmente. E se con questo yogurt un po’ acidello ci facessi un pane?

    giulia: grazie e benvenuta tra noi 🙂

    dolceviola: Lenny ha fatto proprio un bel lavoro!

    ady: inventrice di slogan 😉 son contenta ti piaccia.

    coco: se la farai poi mettimi il link nei commenti che vengono ad assaggiare 🙂

    galet: carissimo, sei in california in vacanza? Buon relaz allora e tanti saluti da Roma 😉

    fabdo: grazie! Lenny è in ferie quindi rispondo io alla tua domanda: i digestive sono i biscotti migliori per fare queste basi, come son sicura già sapri. Con quelli non si sbaglia. Bacii

    by Francescav on Ago 8, 2007 at 8:04 am

  14. Da quando è iniziato il caldo non ho più acceso il forno per fare dolci, e un po’ mi mancano accidenti! Quasi quasi provo questa torta 🙂

    by Consy on Ago 8, 2007 at 9:57 am

  15. come l’hai tolta dallo stampo senza romperla? è uno stampo a cerniera?

    by SenzaPanna/DanielaD on Ago 8, 2007 at 3:19 pm

  16. consy: dai che al dolce non si rinuncia 😛

    senzapanna: Lenny ha scritto che ha usato uno stampo al silicone, ma che in sostituzione si può usare quello a cerniera, proprio come una cheesecake.

    by Francescav on Ago 8, 2007 at 3:33 pm

  17. Eh Fra c’ho anche pensato che ci starebbe bene farci del pane con lo yogurt, ma ora sono in casa da sola e sono sempre in giro perchè ho cominciato uno stage in una libreria di libri inglesi(!voglio sbirciare ogni singola pagina del reparto cibo e cucina..ho già addocchiato!).. però lo vorrò fare quando ho un attimo! Baci baci, ripresa dal rientro a lavoro?! Ciao!

    by Vaniglia on Ago 8, 2007 at 9:32 pm

  18. Faccio capolino per ringraziare dei vostri interventi e per aggiungere qualche precisazione alle esaurienti risposte di Francesca.

    KJA: Approvo il suggerimento della versione monoporzione: in effetti, molti dolci, tra cui questo, possono assumere svariate forme che volta per volta, vengono scelte a seconda delle esigenze o dell’ispirazione del momento.

    STELLA DI SALE: Ti ringrazio a nome di tutti per le precisazioni sulla Gelatina in pieno spirito wikipediano: provvederò ad aggiornare il Glossario e ti contatterò per avere informazioni sull’agar agar.

    FABDO: Nei miei ricettari ho trovato due ricette di torta allo yogurt, una senza alcuna base e l’altra con un disco di pds: non ti nascondo che io ho usato i frollini da prima colazione e che alcune mie amiche utilizzano i wafers! Fai un po’ tu.

    CONSY: Le dolci proposte di questa rubrica non sono casuali, ma cercano di rispettare la stagionalità, difatti dalla prossima pubblicazione presenteremo una serie di semifreddi, i dolci dell’estate.

    Ciao lenny

    by lenny on Set 3, 2007 at 9:22 am

  19. ma anzichè usare delle schifezze come la colla di pesce sarebbe molto meglio usare l’agar agar, al 100% vegetale , sana e non una roba fatta con la morte di altri esseri viventi….

    by barbara on Nov 16, 2007 at 5:42 pm

  20. la ricetta e’ ottima e voi siete molto simpatiche. Ma dove si trove l’agar agar? grazie

    by clara on Gen 17, 2008 at 12:09 pm

  21. BELLISSIMA TORTA XO’ NON DIRE CHE HA POCHE CALORIE……!!!! CIAO

    by patrizia on Mag 12, 2008 at 9:58 pm

  22. Salve a tutte/i!!!!!!!!
    Io ho provato a far la torta ma quella che dovrebbe esser la crema mi è venuta liquidissima!!!
    Che sia perchè non ho messo la gelatina?

    grazie anticipatamente per le eventuali rsposte! ^.^

    by LadyIvy on Mag 21, 2008 at 3:26 pm

  23. barbara – concordo con te, ma ancora non mi è riuscito di comprare l’aga agar, un prodotto che non conosco, ma che reputo anche io di gran lunga migliore della colla di pesce e sicuramente più naturale

    clara – non saprei dirti: probabilmente si trova in erboristeria, ma puoi anche provare ad acquistarlo on line

    patrizia – è una torta golosa, dalla personaità versatile (a secondo della frutta utilizzata) e con un basso appporto calorico: niente male direi!

    ladyIvy – l’utilizzo della gelatina (o dell’agar agar) in questo tipo di dolce è fondamentale, perchè consente allo yogurt di consolidarsi, assumendo la forma di torta.

    by lenny on Mag 21, 2008 at 6:04 pm

  24. Carissima Lenny, ho visto che nella ricetta torta allo yogurt hai indicato come fonte la cucina momento per momento della peruzzo che anch’io possiedo avendola ricevuta in regalo. Mi mancano però gli indici dei singoli volumi 1, 2, 3, 4, 9, 11 e 12 che sono dei singoli fogli che non andavano rilegati. Per caso ne hai la disponibilità e in caso affermativo saresti disposta a fotocopiarli in formato A4 (riduzione 15%) e ad inviarmeli dietro rimborso spese. In attesa di una Tua risposta, che spero affermativa, Ti saluto cordialmente e Ti ringrazio anticipatamente. Ernesto.

    by ernesto ferretti on Mag 28, 2008 at 2:31 pm

  25. Ti consiglierei di scrivermi, in modo da potere confrontare le edizioni in nostro possesso e, nel caso in cui siano le stesse, potrei inviarti delle scansioni

    by lenny on Mag 29, 2008 at 6:14 pm

  26. Carissima Lenny, Ti fornisco le precisazioni che mi hai chiesto. La cucina momento per momento in mio possesso è del 1978. Gli indici mancanti dei volumi 1, 2, 3, 4, 9, 11 e 12 dovrebbero portare la dicitura che non vanno rilegati. Il formato è grande tipo A3 per cui nella precedente @mail parlavo di fotocopie per evitare la difficoltà di scannerizzarli in formato piccolo A4. L’unico indice disponibile per i 12 volumi è diviso in 2 parti la prima relativa ai primi 6 volumi e l’altra relativa agli ultimi 6 volumi. Come puoi ben capire ho ritenuto di dover chiedere il Tuo aiuto poichè gli indici relativi ai singoli volumi sono molto utili per sapere quali ricette si trovano in quel tal volume. Spero che potrai aiutarmi. Comunque grazie.Ernesto.

    by ernesto ferretti on Giu 2, 2008 at 4:40 pm

  27. L’edizione dell’enciclopedia in mio possesso è del 1980, ha un formato di 20×28 cm e gli indici sono rilegati all’interno di ogni volume.
    Per essere sicuri di essere in possesso della stesa edizione, sarà opportuno metterle a confronto e la sede più consona è un ambito privato (trovi la mia mail sul mio blog al quale avrai accesso, cliccando sul mio nome).
    Scrivimi

    by lenny on Lug 21, 2008 at 5:33 pm

  28. Ciao lenny, quando dici yogurt bianco intendi quello naturale, non zuccherato?Che ne dici di provare con il melone? domani vorrei portarla da amici che mi hanno invitata a cena… ciao ciao;)

    by fresca on Lug 25, 2008 at 4:19 pm

  29. ciao! questa torta l’ho fatta ed è buonissima anche a detta dei commensali a cui l’ho portata, credo che però ridurrò la dose di burro nei biscotti se si può. Si può mettere la margarina?Credo di sì, ma non sono una esperta di cheesecake! Grazie fin da ora!: ]

    by fresca on Lug 28, 2008 at 10:29 am

  30. Di chi è la foto?

    miciavolantecuoca.blogspot.com/2009/07/semifreddo-alle-pesche.html

    by Rita on Lug 28, 2009 at 7:36 pm

  31. ciao Rita, ti ringrazio molto della segnalazione. La foto è di Lenny e si riferisce alla ricetta qui pubblicata. Purtroppo in rete ci sono persone disoneste che copiano il lavoro degli altri meschinamente. Sono più di 20 min- che cerco di lasciare un messaggio in quel blog ma è impossibile, e non c’è nessuna email a cui scrivere per avvisare o di segnalare i diritti della foto o di cancellarla. Tu hai modo di contattare quella persona?

    by FrancescaV on Lug 29, 2009 at 7:21 am

  32. La mia era una domanda retorica… anche perchè la persona è talmente “polla” da non cambiare neppure i riferimenti della foto (ho scoperto dove l’aveva copiata semplicemente guardando le proprietà della foto, insospettita da un’altra foto di una presunta mousse di limone, alla quale corrisponde la foto di una mousse al cioccolato bianco pescata in un sito australiano).
    Ho cercato anch’io di lasciare un commento ma non è possibile e non ho idea di chi sia l’autrice del blog, mi spiace.
    Sono molto sensibile al discorso “copie”, ultimamente giro molto per i blog di cucina e amando cucinare mi rendo conto di tutta la fatica e l’impegno che c’è dietro una “semplice” foto, per cucinare, fotografare, postare… e proprio mi fa nervoso quando trovo chi se ne frega. Alla fin fine, ma che gliene viene? Quale soddisfazione c’è nel ricevere magari dei complimenti per una cosa che NON han fatto? Boh…

    by Rita on Lug 29, 2009 at 8:04 am

  33. Rita, so bene di cosa parli, ma per fortuna le persone intelligenti come te sanno discernere bene. Ti ringrazio ancora per la segnalazione e la solidarietà, e benvenuta tra queste pagine!

    by FrancescaV on Lug 29, 2009 at 8:21 am

  34. Correzione, sono riuscita a lasciare un commento… devi prima accedere al tuo account Google (o fartelo), poi DAL TUO ACCOUNT cerchi il blog incriminato e a quel punto riesci a commentare.
    Grazie del benvenuto, adesso continuo a spulciare tra le tue ricette… yum!

    by Rita on Lug 29, 2009 at 8:52 am

  35. […] Torta fredda alla yogurt di Lenny […]

    by Ricette rinfrescanti senza cottura! | FrancescaV on Lug 29, 2009 at 4:46 pm

  36. Aggiornamento: la signora non risponde, cancella il commento, ma almeno toglie la foto.
    La correttezza in persona.

    by Rita on Lug 31, 2009 at 1:12 pm

  37. grazie moltissimo Rita, mi hai anche strappato un sorriso 😉

    by FrancescaV on Lug 31, 2009 at 1:54 pm

Leave a Reply

« | »




Articoli recenti


Pagine