Marmellata di rabarbaro e cardamomo

Letto 13435 volte.

Coste di rabarbaroCapita sempre raramente di cucinare a quattro mani, e invece è così divertente! L’altra settimana insieme Alex, complice un pomeriggio piovoso, ci siamo messe davanti ad i fornelli a preparare tanti barattolini di marmellata con il rabarbaro, che volevamo fare da tempo. All’ora di pranzo siamo andate al super e ci siamo riportate a casa quasi 2 kg di rabarbaro, dal colore rosso carminio bellissimo, e poterlo comprare al super come qualsiasi altra frutta o verdura mi piacerebbe farlo anche a Roma )perchè oltre a piacermi esteticamente amo molto anche il suo gusto acidulo). Per ora qui a Roma l’ho visto solamente al mercato di Campo de’ fiori. Visto che fare le cose a quattro mani, come dicevo, è mooolto più divertente che da soli, non ci siamo risparmiate e con il rabarbaro comprato abbiamo elaborato tre diverse marmellate, una marmellata rabarbaro-fragole, un’altra rabarbaro-lamponi ed infine questa marmellata di rabarbaro e cardamomo. Per la ricetta delle prime due marmellate vi rimando dalla mia collega preparatrice di marmellate, autrice anche della foto delle coste di rabarbaro qui di lato. Vi riporto invece la ricetta della marmellata al rabarbaro e cardamomo, che per ora è la mia preferita…fino al prossimo assaggio ;-)

Ingredienti x circa 6 vasetti: 1 kg. di rabarbaro pulito e tagliato a tocchetti, 8 bacche di cardamomo, 500 gr. di zucchero, una busta di fruttapec 2:1, il succo di un limone.

Dopo aver lavato il rabarbaro, spellarlo come fosse il sedano. Tutta la pellicola rossa che gli dà quel tocco esotico andrà ahimè via, ma così non rischierete di avere una marmellata con i fili ;-) Tagliatelo poi a tocchetti e mettetelo in un contenitore insieme allo zucchero, al fruttapec e al succo di un limone. Aggiungete i semi di cardamomo pestati in un mortaio ridotti in polvere. Mescolare bene e far riposare per circa 30 min. Poi mettere il tutto sul fuoco in una pentola dai bordi alti, e attendere che prenda il bollore rimestando ogni tanto. Far bollire almeno 5 minuti, o comunque fino a quando non si rapprenda un po’, tanto poi quando si raffrederà continuerà a rapprendersi. Invasare subito nei vasetti precedentemente sterilizzati in acqua bollente e ben asciutti. Chiudere bene i vasetti, rivoltarli su un canovaccio e attendere un giorno. Si sarà formato il sottovuoto e così potrete mettere la marmellata in dispensa.

Marmellata di rabarbaro e cardamomo

Tags: , ,

Commenti


  1. Posso solo immaginare quanto vi siate divertite voi due. Qui il rabarbaro si trova facilmente, ma non so perche’ non l’ho mai comprato. E’ ora che lo faccia. Insieme al cardamomo deve essere davvero buono.

    Commento by Simona

  2. è vero Simona, ci siamo divertite e siamo state molto bene insieme :-) Hai il rabarbaro e non lo hai mai usato? Devi cominciare assolutamente, se ti piacerà il gusto non potrai più farne a meno, ne sono sicura. Io ci farei anche qualcosa di salato con il rabarbaro… :-P

    Commento by FrancescaV

  3. Ciao Francy avevo già visto il bellisimo post che aveva messo Alex…queste marmellatine sono fantastiche, brave. Ti sarai divertita un mondo con Alex, vero? Baci

    Commento by Anna

  4. belle !! proprio belle voi. ;)
    P.s. mi piacerebbe assaggiare quella confettura lì! :-***

    Commento by Sandra

  5. Bellissimo anche il tuo post.
    Resta sempre un pò di invidia ,però prima o poi lo so che arriverai anche qui ehhh ;-))

    Commento by Lory

  6. anna: sì siamo state bene e abbiamo trascorso dei giori piacevoli e pieni di cose da fare. Un bacio a te!

    sandra: grazie cara ;-)

    lory: grazie Lory, e certamente che arriverò anche lì, con molto piacere. Un bacio!

    Commento by FrancescaV

  7. Bellissimo cucinare a quattro mani, soprattutto qaundo le altre due appartengono ad una cara amica!!!!!
    C’è un premio per te da ritirare, conferito con affetto e stima sinceri.
    Appena ho ricevuto il premio ho pensato a te
    Spero ti faccia piacere
    A presto Milena

    Commento by lenny

  8. Eccome se ci siamo divertite!!! La mia marmellatina con il cardamomo è quasi finita – hai ragione, è proprio la più buona. Un bacione one

    Commento by Alex

  9. heilà che raffinatezze! (foto inclusa!)
    Mi hai fatto tornare in mente la mia prima volta a 4 mani…con l’amichetta del cuore, in quinta elementare, a fare la crema…il soffitto della loro cucina ancora se lo ricorda. :-)

    Commento by Michela

  10. lenny: sei sempre piena di bei pensieri, grazie!

    alex: ;-) un bacione one one anche a te

    michela: grazie cara, poi detto da te mi fa sempre piacere, lo sai ;-) Che carine dovevate essere, secondo me l’idea era tua eheh

    Commento by FrancescaV

  11. E brava Francesca: mettitici anche tu, dopo Alex, a farmi venire voglia di “rabarbaro da spalmare”.
    Alex mi diceva che forse si trova a Piazza Vittorio, tu l’hai trovato a Campo de Fiori ? Ogni tanto ci capito ma non l’ho ancora visto :-(
    Ciaoooo

    Commento by Jacopo

  12. Jacopo era Campo de’ Fiori, Alex si è ricordata male. Vedi se riesci a trovarlo, ne vale la pena :-)

    Commento by FrancescaV

  13. molto particolare ,buon inzio di settimana

    Commento by caravaggio

  14. Non è che ci daresti la ricetta anche di rabarbaro e lamponi.
    Quella di rabarbaro e fragole è fantastica, mia sorella ne va matta. e siccome il rabarbaro costa uno sproposito ho iniziato a coltivarmelo io!!!
    grazie
    Paola

    Commento by Paola

  15. Paola: clicca sul link nel testo quando parlo della mia collega marmelltarice come me, trovi lì le ricette dele marmellate rabarbaro-lamponi e rabarbaro-fragole. Ma dove hai trovato i semi del rabarbaro?! E come e dove si pianta? Pure io ;-)

    Commento by FrancescaV

  16. I semi del rabarbaro li trovi in quei centri dove vendono piante, fiori, prodotti per il giardinaggio e l’orto. Io li ho piantati in due bei vasoni grandi grandi sul balcone l’anno scorso e me ne è cresciuto un sacco.
    Grazie

    Commento by Paola

  17. grazie Paola, pensa che oggi ho trovato un altro tipo di marmellata al rabarbaro da provare :-P. Ti terrò aggiornata. I semi del rabarbaro in che periodo si piantano?

    Commento by FrancescaV

  18. Brava!!! Non vedo l’ora! Tienimi aggiornata. Domani provo le tue.
    Io l’ho piantato inizio maggio e cresce in fretta!!! Vedrai!!! Però non è bellissimo da vedere. Va beh!

    Commento by Paola

  19. Le ho fatte. Sono fantastiche. Tranne quella al cardamomo, che non riesco a trovare.
    Mia sorella se ne è portata via due barattolini!!! :-)

    Commento by Paola

  20. FANTASTICHE MARMELLATRICI! ADORO FARE ALCHIMIA CON FRUTTI FIORI ED ERBE..è STATA MERAVIGLIOSA LA SCOPERTA DI QUESTO SITO! PROPRIO IERI HO PRODOTTO LA MARMELLATA DI MORE SELVATICHE!(RACCOLTE DA ME)
    MI CHIEDEVO SE IL RABARBARO CRESCE SPONTANEO..NELLA MIA ZONA “SALENTO”, E IN CHE PERIODO? SE QUALCUNO DI VOI LO Sà ;PRONTA PER LO SCAMBIO!!!!

    Commento by ENZA

  21. cara Enza, intanto benvenuta :-) La marmellata di more selvatiche dev’essere una delizia :-P Il rabarbaro non cresce spontaneo, almeno in Italia. Se ti va puoi cercare i semi e magari provare a piantarli, anche in terrazzo se ce l’hai. Fammi sapere!

    Commento by FrancescaV

  22. I vecchi contadini qui dalle parti di Lugano dicono che il rabarbaro si consuma in primavera. Ho anche letto però che l’epoca di raccolta migliore è a fine estate. Qualcuno sa se raccoglierlo in questo periodo è tossico?? o non È CONSETUDINE?
    STREUSSEL DI RABARBARO
    Rabarbaro tagliato a tocchetti, 2 manciate di uvette, 2 cucchiai di zucchero. A parte preparare Streussel o Crumble: 100g di farina, 50g di mandorle o nocciole, 30gdi zucchero (o più), 60g di zucchero. Mischiare con le dita, deve rimanere granuloso. Aggiungere al rabarbaro e uvette già in una pirofila, come strato se fosse una copertura. Spero piaccia anche a voi!

    Commento by M. Giulia

  23. grazie mille M.Giulia delle tue indicazioni sul rabarbaro e sulla tua ricetta, appena sarà tempo di rabarbaro stai sicura che la proverò!

    Commento by FrancescaV

  24. qui (romagna) il rabarbaro si pesta nei prati, ma nei supermercati nemmeno l’ombra e non avevo idea che fosse così comune il suo uso. Al massimo lo usano i Camaldolesi per fare il loro “amaro” (che è dolce), ma ottimo, forse il migliore dopo il Laurus.

    Commento by claudio

  25. oggi ho assagiato per la prima volta la composta di Rabarbaro sciroppato in succo di ribes rosso, comperato in Austria. L’ho trovata piacevolmente gradevole, mi aspettavo il gusto di quelle caramelle tipicamente amare che si mangiavano,ma non si gustavano, tanti anni fa (io di anni ne ho 64) quando a carosello dicevano che più amaro è e più fa bene!!!!. Ho del cardamomo comperato in un viaggio in India e aspetterò fine estate per sperimantare la ricetta di Francesca che ringrazio e pianterò nel mio orticello alcune piante di rababaro per produrre un po’ di questa deliziosa composta o marmellata. Per il momento, le marmellate che faccio, sono di fichi al naturale, solo bolliti, ciliegie e poco altro.
    Invece, un infuso molto apprezzato che preparo, in particolare quando fa freddo e la voce si per così dire abbassa, è con la radice di zenzero.
    Si sbuccia la radice fresca, la si taglia a pezzettini, la si fa bollire per pochi minuti o anche solo un minuto se piace un sapore leggero, si aggiunge la spremuta di un limone, poi si dolcifica con miele all’arancio e si beve caldo. Ritorna e rischiara la voce e fa passare il raffreddore senza medicinali.
    Anche oggi che quì vicino a Venezia nevica e fa freddo, è un toccasana.
    Da provare !! 10 Marzo 2010

    Commento by walter

  26. claudio: in centro e nord europa il rabarbaro è comunissimo, e si usa sia per dolci che per ottime ricette salate. Non conosce questo amore di cui parli, di cosa si tratta?

    walter, benvenuto su queste pagine. Il rabarbaro è acidulo ma per nulla amaro, a me piace molto, per non parlare del cardamomo che è una spezia che adoro. Chissà come profumerà il tuo cardamomo dall’India! Allora fammi sapere come va la coltivazione del rabarbaro e come ti troverai con questa marmellata (secodno me non potrà non piacerti ;-) ). Chissà che bontà le tue marmellate, hanno un’aria così gustosamente naturale. Grazie per questo toccasa allo zenzero, perfetto per questa fine (speriamo!) d’inverno 2010. Anche qui da me, a Strasburgo, fa freddo da 10 gg sob.

    Commento by FrancescaV

  27. Dopo aver vissuto per anni nel nord Europa (Svezia, Olanda) ed in America (USA, Canada), tornando in Italia ed avendo un giardino (vicino al lago Maggiore) mi è sembrato naturale piantare un paio di tuberi di rabarbaro, che da due anni cresce rigogliosissimo in pieno sole. Facciamo delle marmellate gustosissime, e raccogliamo ogni 30-40 giorni i gambi delle foglie in piena crescita (da maggio a settembre inoltrato). In inverno la pianta scompare, ed in primavera “riciccia” più forte che mai. Spero di trovare anche da noi i semi, per incrementare la produzione e variare con altre ricette. Fatemi sapere.
    Guido

    Commento by guido

  28. ciao Guido, benvenuto tra queste pagine. Anche io ho viaggiato un po’, quindi capisco e condivido la tua passione di ritrovare gusti diversi anche in Italia. Ora abito in Francia, patria del rabarbaro, e vorrei anche io lanciarmi nell’utilizzo di questa pianta anche in maniera diversa. Ci riaggiorniamo allora.

    Commento by FrancescaV

Torna in cima | Torna alla home

Scrivi un commento




 

Newsletter

FrancescaV.com è il mio diario di ricette che puoi cucinare facilmente in casa. Per averle direttamente nella tua email iscriviti alla newsletter. Benvenuto!

Il TrovaRicette

Pochi ingredienti nel frigo e nessuna idea su come usarli?

Inserisci uno, due o tre ingredienti nel box a fianco e trova la ricetta che fa per te!

 
 
 
 
 
 

Ricette di Natale, clicca!

Ricette di Natale

 

Ricette di Natale Antipasti

 
  • Ricette di Natale Primi piatti

     

    Ricette di Natale Secondi piatti

     

    Ricette di Natale Contorni

     

    Ricette di Natale Dolci 1

     

    Ricette di Natale Dolci 2