Frittelle di pasta madre

Letto 30353 volte.

La cucina consapevoleQuesta ricetta per fare le frittelle di pasta madre è ottima per utilizzare l’eccesso di lievito naturale che altrimenti andrebbe buttato ad ogni rinfresco. All’inizio tutte le volte che rinfrescavo la pasta madre mi piangeva il cuore di farne finire nel cestino più di metà: non potevo fare pane, pizza e brioche due volte alla settimana!

Nei miei giri strani su internet (così li chiama il mio compagno ;-) )una notte ho trovato questa ricetta fantastica: ci vogliono due minuti per fare queste frittelle di pasta madre (che in realtà sono un po’ dei panini cotti in padella) e tre minuti per cuocerle. Ovviamente la pasta acida dev’essere bella matura, cioè deve aver perso ormai quell’eccesso di acidità dei primi mesi. Comunque anche se la vostra pasta madre è giovane, il bicarbonato neutralizza completamente la sua acidità.
Quello che si ottiene sono una sorta di panini velocissimi con un sapore un po’ particolare, perfetti a colazione o meranda. Da provare!

Ingredienti x circa 5-6 frittelle: 300 grammi di pasta acida non rinfrescata, 1 cucchiaio di zucchero, 1/2 cucchiaino di sale, 1/2 cucchiaino di bicarbonato.

Mescolate tutti gli ingredienti nell’impastatrice per un paio di minuti. Imburrate 4 coppapasta del diametro di 10 cm e scaldate una padella antiaderente a fuoco medio. Riempite i coppapasta con 2 centimetri e mezzo di pasta. Cuocete a fuoco basso fino a quando il lato superiore delle frittelle sarà pieno di buchini e comincerà a non essere più liquido. A questo punto rimuovete i coppapasta, girate le frittelle e cuocete l?altro lato fino a che saranno leggermente dorate. Le frittelle sono molto migliori appena tirate fuori dalla padella. Se doveste conservarle, tostatele in modo da renderle di nuovo croccanti.
Servitele con burro e marmellata.

Frittelle di pasta madre o pasta acida
Note padelle antiaderenti:

Io le odio quelle padelle leggerine con uno strato di plastica sopra che, anche se stai attentissima, usi la paletta dedicata fatta di nulla, le lavi con la spugna che usi per farti il bagno tu etc., dopo tre volte che le hai usate sono piene di righe e a quello che ho sentito dire anche molto nocive per la salute! Dopo una lunghissima ricerca ho trovato finalmente a Roma una padella antiaderente meravigliosa. La amo così tanto che me la porto dietro quando vado in vacanza, non ne posso fare più a meno :-) E’ della Gastroguss ed è una marca di padelle tedesca. Lo strato antiaderente non è di plastica ma, se ho capito bene, di una lega di acciaio e alluminio (ma, boh, l’importante è che è bella pesante, non aderente e soprattutto non tossica). Sono riuscita a fare finalmente anche i rosti di patate che non mi riuscivano mai (e io ADORO le patate).

Beh, non mi resta che augurarvi buone frittelle e aspetto notizie sui vostri esperimenti!

Tags: , , , , ,

Commenti


  1. I don’t always understand what you say. but I hope you don’t mind me enjoying your delicious pictures? hugs :)

    Commento by Maryann

  2. Idea strabiliante….bravissima come sempre!!!

    Commento by Dolcienonsolo

  3. Attendevo con interesse una ricetta in merito e l’attesa è stata premiata, vedo.
    Sai che ho assaggiato qaulcosa di simile, in montagna da alcuni miei amici, seguendo una ricetta antica tramandata da più generazioni (unica differenza, il metodo di cottura: si trattava di una frittura in piena regola nell’olio evo di loro produzione)?
    Me ne sono ricordata solo ora, leggendoti.
    Ciao

    Commento by lenny

  4. @Maryann: If there is anything you don’t understand, I’ll be pleasured to (try to) explain you in my poor english. I’m very very proud of my pictures and so happy that you appreciate them. People say: “A picture is worth a thousand words”… :-D Thank you, thank you, thank you!!!

    Commento by izn

  5. Veramente molto carino questo blog, lo inserirò tra i miei preferiti e continuerò a seguirlo.
    ciao ciao

    Commento by spiritovivo

  6. ciao francesca :) passo per un salutino e un augurio di splendida settimana!

    Commento by arietta

  7. @lenny: grazie Lenny mi hai dato un’idea.. mi sa che la prossima volta provo a friggerle, queste frittelle, sono curiosissima di sapere che ne viene fuori. Una domanda: le friggevano proprio nell’olio, a immersione, o solo in mezzo centimetro d’olio come per esempio le seadas?

    Commento by izn

  8. questo è davvero un modo particolare per far fuori l’eccesso di pasta madre….mi riocrdano un po’ dei pancakes…insomma aumento l aproduzione dicratura per provarci!

    Commento by Lo

  9. mmmmhboni*
    donna dalle mille virtù, magari l’hai già presa una bella coppa premio, io ne ho una per te*

    Commento by claudia

  10. @claudia: ???!

    Commento by izn

  11. Entrambe le cose, in quanto le frittelle che ho assaggiato io, erano più sottili delle tue, con uno spessore “quasi da pizza”, per cui penso che la frittura sia stata “quasi per immersione”.
    Non so se sono stata chiara!
    Una nota: erano di certo buonissime, ma la tua versione è di gran lunga più salutare e quindi preferibile.
    Ciao

    Commento by lenny

  12. @lenny e a chiunque può essere interessato all’argomento: trascrivo direttamente dal libro di bioterapia nutrizionale il loro parere sull’argomento “frittura” nel capitolo “modalità di cottura dei cibi”:
    “Per frittura si intende l’alimento immerso improvvisamente nell’olio bollente. Si crea uno shock termico e una rapidissima disidratazione, che, per la sua velocità, impedisce la perdita di nutrienti. Questi ultimi vengono invece concentrati e racchiusi all’interno di un film lipidico creato dall’aderenza dell’olio bollente intorno all’alimento stesso.
    per questo motivo, la frittura, che è la forma più digeribile dell’alimento cotto (! ndr) può essere pericolosa. Intanto non si devono usare nella maniera più assoluta oli di semi. La temperatura deve essere sempre sostenuta, avendo l’accortezza di non superare mai il punto di fumo dell’olio. Questa la ragione per cui consigliamo sempre l’impiego di olio extravergine d’oliva, il cui punto di fumo è il più alto in asssoluto.
    Altra accortezza per realizzare un fritto salutare è quella di non esagerare nella qualità di alimento per ogni cottura. Avverrebbe un addensamento che conserverebbe una imbibizione idrica, associata ad un sequestro di grassi, invalidando lo scopo di questa modalità di cottura.”

    Ho trascritto queste righe perché io caddi dalle nuvole quando mi prescrissero patate fritte e cotolette per guarire, e invece con me ha funzionato alla grande. Adesso posso mangiare di nuovo tante cose che non mangiavo da anni e anni!

    Commento by izn

  13. Ciao francesca è da tanto che non passi a trovarmi sigh, ma se passi vedrai la mia crostata con i petali di rosa e la crema allo yogurt ciao ciao

    Commento by Ady

  14. Che bella idea, io pure che mi son fatta il lievito madre a volte non so cosa farne .. grazie per il consiglio !!! Ciao

    Commento by lisa

  15. aiuto aiuto…………. dopo quando tempo posso fare le frittelle con lo scarto del pm. la mia ha dieci giorni-grazie FRANCI

    Commento by amalia

  16. FRANCI. LA MIA PICCOLA MI RIMPROVERA OGNI VOLTA CHE BUTTO VIA IL PIU DELLLA PM

    Commento by amalia

  17. @amalia: le puoi fare appena la tua pasta madre non sarà più acida, avrà un bel profumo di champagne e raddoppierà in tre o quattro ore. anch’io odio buttarne la metà! che bello avere una piccolina con una coscienza ecologica così spiccata :-)

    Commento by izn

  18. Ciao izn…sono anche qui…Ma cosa ne volete da me se questo blog MI FA IMPAZZIRE!!!!! mi piace troppo!!!!!
    Cosa sono i coppapasta????? nel caso possono essere sostituiti da arnesi più a portata di mano? Grazie…

    Commento by pagnottella

  19. @pagnottella: i coppapasta li puoi vedere qui: http://www.alimentipedia.it/Utensili/Utensili_coppapasta.html
    costano pochissimo e si trovano facilmente nei negozi specializzati di cucina. Attenta perché esistono coppapasta per impiattare (cioè per dare la forma tipo ai timballi o a cose del genere) e invece coppapasta da taglio che sono quelli che servono a noi per le frittelle. io ho provato a sostituirli col classico bicchiere ma non funziona un gran che perché è chiuso da una parte.

    Commento by izn

  20. Grazie cara, esauriente come sempre!!! :-)

    Commento by pagnottella

  21. Ma con o senza olio?

    :)

    Commento by Pesah

  22. @pesah: senza! al limite se proprio vuoi dargli un po’ di sapore in più puoi provare a ungere leggermente la padella con mezzo cucchiaino di ghee (burro chiarificato) o di burro.

    Commento by izn

  23. No allora è perfetto così: sempre meglio senza!

    :)

    Commento by Pesah

  24. che buone le frittelle le ho fatte solo con 100gr di pasta andando a occhio con le dosi, e ho messo la marmellata di lamponi senza zucchero, ne sono venute quattro così ho fatto una piccola merenda.

    Commento by monica

  25. @monica: io le ho fatte stamattina con la marmellata di mele e cannella! :-P

    Commento by izn

  26. Mi puoi indicare il negozio di Roma dove hai acquistato la gastroguss grazie

    Commento by fransis

  27. ciao fra!
    oggi le faccio da mangiare con la nutella per il grande World Nutella Day!
    potresti dirmi dove hai trovatola pentola della gastroguss a roma? perchè al mio prox giro vorrei prendermela pure io…gracias!
    buonissima giornata e bacione!

    Commento by cinzia

  28. vorrei fare anch’io queste frittelle di pasta madre, ho proprio tanta pasta madre e non mi va’ di buttarla, solo che non ho i coppapasta come posso sostituirli ?grazie annamaria


  29. tutti: sulla gastroguss ancora non so darvi delle indicazioni precise, ma ci sto lavorando :-)

    annamaria: uhmmm senza coppapasta è più difficile mantenere la forma rotonda. Comunque io ho provato anche senza e devo dire che mi hanno soddisfatta. Se provi fammi sapere.

    Commento by FrancescaV

  30. li ho appena fatti e fotografati ,messi sul forum, pan per focaccia , sono buoni come dici tu. GRazie
    ps li ho tagliati con un pentolino di acciaio piccolo venivano come delle pizzette , grazieannamaria


  31. sono contenta annamaria che ti siano venute bene. Grazie per il riscontro :-)

    Commento by FrancescaV

  32. ;)


  33. Ciao , mi è stata regalata ieri un bel pezzetto di masta madre di un mese pesa circa 700,oo grammi.
    Vorrei sapere se io la utilizzo per fare un impasto con due kili di farina avrò finito la mia pasta madre? Non ho capito come devo fare. utilizzo il mio panetto e lo aggiungo alla farina da questo pezzo anzichè utilizzarlo per fare il pane ne tolgo un pò circa 300 g per mantenre la mia pasta madre’
    Scusatemi sono alle prime armi.
    è un bellissimo sito questo! Complimenti

    Commento by miche

  34. Io ho provato a fare la PM e per i primi 3 passaggi andava tutto benissimo poi…. Chissa’ cosa e’
    Successo!! Ritentero’! Per fortuna ho la testa dura!!

    Commento by Marcella

  35. ciao
    ho seguito la ricetta e ho fatto la pasta madre ,sono arrivato fino almomento di tenerla in frigo ho messo la pasta acida in frigo dopo 5 giorni volevo rinfrescarla ma ho avuto un amara sorpresa era rinsecchita e male odorante ,hai qualche suggerimento per me ?cosa ho sbagliato?ciao

    Commento by roberto

  36. ecco vedi che qui c’è tutto?:DDstavo giusto pensando a cosa fare per non buttare tutti i rinfreschi e per evitare che la mia madre occupasse tutto il frigo!:DD

    Commento by genny

  37. Una domanda: ma nell’impasto delle frittelle non devo aggiungere acqua?

    Commento by Livia

  38. ciao Livia, benvenuta. No, non serve l’acqua. L’impasto è fatto dagli avanzi dei rinfreschi della pasta madre, che quindi è molto umida di suo. Se le provi le frittelle fammi sapere com’è andata. Un saluto.

    Commento by FrancescaV

  39. Ok! Ti ringrazio! penso che le proverò presto e ti farò sapere :)
    Ne approfitto per farti una domanda sulla pasta madre: ma se ad ogni rinfresco ne getto via 100 gr. e aggiungo solo 200 gr di farina e 100 gr di acqua sbaglio? è una cosa che non mi è chiara dai commenti che ho letto, però a me la pasta gonfia ugualmente, sono ancora all’inizio, ho fatto circa 8 rinfreschi anche se già fa un buonissimo odore di champagne! :)
    Grazie mille per la disponibilità!

    Commento by Livia

  40. Ma perchè all’interno le frittele mi vengono nere come il petrolio??? Le prime che ho fatto no, ma è già la seconda volta che mi capita…. Help me!!!!! Grazie per questo splendido blog!!!!!

    Commento by Flavia

  41. Ciao, una curiosità sulla pasta madre: su alcuni blog leggo che, al rinfresco, devo buttare via tot. grammi, su altri blog leggo, invece, di rinfrescare con il medesimo peso. Posso avere chiarimenti in proposito?
    Grazie
    Federica

    Commento by Federica

  42. flavia, forse le friggi a fuoco troppo alto? Non saprei sai… o_o

    federica, quando rinfreschi una parte va buttata sì, e queste frittelle con la psta madre ti danno la possibilità di utilizzare la pasta madre in eccesso. Trovi tutto ben spiegato nell’articolo sulla pasta madre. Un saluto.

    Commento by FrancescaV

  43. Appena ieri ho impastato per la prima volta la mia pasta madre con la stesse ricetta che fornite qui anche voi.Ho chiuso l’esserino nel tupperware di vetro con l’apposito tappo e…… oggi dopo 24 ore non è ancora cresciuta di un centimetro nè in altezza nè in larghezza…però ho potuto controllare sotto e sono già spuntati i famosi alveolini…..PERO’ l’odore intenso è ancora quello del miele ma sulla superficie dell’impasto, ho notato alcuni microscopici quasi invisibili PUNTINI NERI!!!!!!!! DOMANDA : AIHME’ COSA FARE????? DEVO BUTTARE TUTTO????…… VI SCONGIURO RISPONDETEMI PRESTO…..!!!

    Commento by eleonora

  44. Ciao a tutti…. ha provato la ricetta….. molto creativa… però hanno un retrogusto abbastanza alcolico… sapete dirmi cosa posso provare a fare?
    Grazie..

    Commento by Eric

  45. aaaaaaaaaaa!!! gastroguss?? …..alternativa al teflon ? grazie!
    beh! forza del destino, a te avevo chiesto consiglio sul pentolame da utilizzare e consiglio trovo in un post del 2008…..grazie :)

    Commento by Massimo

  46. …somiglia un sacco alla diamantstone!

    Commento by Massimo

  47. Cara Francesca,io sono un appasionata di cucina fin da bambina
    Io ho la pasta madre ma guardando nel tuo sito la mia è più compatta.
    Fa differenza?
    Io la nutro ogni giorno ma l’ho sempre usata assieme a lievito di birra.E sbagliato?
    Avresti per caso alcune ricette di focaccie dolci e salate con pasta madre?
    In attesa di una tua risposta,ti ringrazio
    Ciao
    Sonia

    Commento by Sonia

  48. Ciao, FrancescaV trovo interessatntissimi i tuoi ‘appunti’
    la pasta medre sta.. crescendo. vorrei fare le frittelle ma non so cosa sia un coppapasta, potresti aiutarmi
    Grazie Franco Bologna

    Commento by Franco

  49. Non so cosa sia un coppapasta per fare le frittelle di pasta madre
    ciao e grazie

    Commento by lorena

  50. ciao lorena, il coppapasta è un anello di metallo circolare che si trova anche nei supermercati forniti, e comunque nei negozi di attrezzi da cucina.

    Commento by FrancescaV

  51. Ciao a tutte/i!!
    Ho iniziato a faie la pasta madre il 30 gennaio seguendo i vostri suggerimenti.
    Mi cresce bene, rinfrescandola ogni due giorni la prima settimana , poi sono passata a 3 giorni.
    Domenica scorsa l’ho rinfrescata e dopo circa 4 ore era più che raddoppiata tanto da farmi temere che strabordasse; invece la mia “piccolina” si è contenuta e anzi è un pò scesa.
    Ora vorrei farvi delle domande:
    1) posso già fare le frittelline con la pasta che mi avanza prima del nuovo rinfresco?
    2) posso usare il fruttosio al posto dello zucchero (diabete)?
    3) devo far lievitare di nuvo le frittelline dopo averle impastate?
    4) la mia “piccolina” non è molto umida ma cresce bene ugualmente (vedi sopra); va bene così?
    5) l’ho fatta con farina 0 mista a manitoba; per fare il pane (quando sarà) posso aggiungere anche altre farine (integrale, farro o altro)?
    Grazie a tutte per le vostre esperienze messe a disposizione di tutte.
    Briciola

    Commento by Briciola

  52. Cara Francesca, ti scrivo solo per dirti GRAZIE!
    Circa un anno fa ho cercato di fare la pasta madre, cercando su internet, e non so perchè non avevo trovato il tuo sito..insomma ci ero riuscita lo stesso, ma dopo mesi e mesi… Putroppo però durante l’estate ho buttato via tutto perchè andavo via e non sapevo come fare…
    Invece circa due settimane fa ho letto il tuo blog, e ho setto “riproviamo…”….
    Beh, già ora dopo sole due settimane ho una pasta madre niente male, e la ciliegina sulla torat è stata provare stasera le FRITTELLE (ero molto dubbiosa… cuocere così la pasta madre, magari anche un po’ acidina…)…. FANTASTICHE!!!!! e senza impastatrice!
    quindi… GRAZIE!!!!
    Ora non mi resta che trovare i giusti tempi di lievitazione per il pane… :o)
    a presto
    ele

    Commento by Eleonora

Torna in cima | Torna alla home

Scrivi un commento




 

Newsletter

FrancescaV.com è il mio diario di ricette che puoi cucinare facilmente in casa. Per averle direttamente nella tua email iscriviti alla newsletter. Benvenuto!

Il TrovaRicette

Pochi ingredienti nel frigo e nessuna idea su come usarli?

Inserisci uno, due o tre ingredienti nel box a fianco e trova la ricetta che fa per te!

 
 
 
 
 
 

Ricette di Natale, clicca!

Ricette di Natale

 

Ricette di Natale Antipasti

 
  • Ricette di Natale Primi piatti

     

    Ricette di Natale Secondi piatti

     

    Ricette di Natale Contorni

     

    Ricette di Natale Dolci 1

     

    Ricette di Natale Dolci 2