Biscotti siciliani: le Reginelle

Letto 31033 volte.

biscotti_reginelle_sfornati_p

Sono tornata a Roma con una bustina di semi di sesamo bianco intonsa, che in tre mesi canadesi ho acquistato, tenuto in dispensa e mai usati. Mi sono messa quindi alla ricerca di qualche ricetta per consumarli, visto che tra poco ripartirò, e mica me li posso portare dietro. In rete ho trovato molti link che parlavano di questi biscotti siciliani, le Reginelle, o sesamini. Ho letto diverse ricette, con o senza uova, con strutto o con burro, con ammoniaca per dolci o no. Alla fine mi sono fatta ispirare dalla ricette delle reginelle di Cookaround e le reginelle di Moscerino, facendo un mix tra le due. La mia ricetta non prevede utilizzo di uova, ho usato lo strutto che non altera il sapore dell’impasto e al posto dell’ammoniaca per dolci ho usato il cremor tartaro, che anch’esso non conferisce sapore di lievito ai biscotti.

Ingredienti per circa 20 biscotti: 250 gr. di farina 00, 80 gr. di strutto, 80 gr. di zucchero bianco, 80 gr. circa di semi di sesamo bianchi, 4 gr. di cremor tartaro, 1 cucchiaino di miele, 70 gr. di latte.

Far scaldare il forno ventilato a 180°. In un padellino antiaderente far imbrunire i semi di sesamo per circa 2-3 minuti, girando spesso con un cucchiaio di legno. In una ciotola capiente (o un mixer o un’impastatrice), lavorare con le mani fredde la farina, lo zucchero e lo strutto freddo, fino a quando l’impasto assumerà la forma di grosse briciole. Unire il miele sciolto nel latte e il lievito e continuare ad amalgamare fino ad ottenere in poco tempo una palla. Tenere a rassodare in frigo per almeno 30 min. Prendere piano piano dei pezzetti di impasto, tenendo il resto in frigo, e formare le reginelle creando con le mani dei cilindri di circa 6 cm. da appiattire un po’, ando la forma che vedete in foto. Rotolate i biscotti nei semi di sesami e disponeteli su una placca rivestita di carta da forno. Poneteli ad una distanza di circa 2 cm. gli uni dagli altri. Fate cuocere per circa 25 min., fino a quando i biscotti risulteranno belli dorati. Si conservano benissimo in scatole di latta chiuse, e rimangono fragranti e gustosi per diversi giorni. Li ho portati durante le feste natalizie a casa di amici e sono piaciuti tanto.

biscotti_reginelle

Tags: , , ,

Commenti


  1. foto1: reginelle appena sfornate, fotografate in cucina praticamente al buio
    foto2: reginelle sul ‘set’, in salotto di fronte alla finestra in piena mattinata 😉

    Commento by FrancescaV

  2. favolosi!Per una bisottomane come me….francesca sei top!
    bacione
    saretta

    Commento by Saretta

  3. è la prima volta che sentiamo parlare di questi biscotti, ma sembrano davvero molto buoni!
    bacioni

    Commento by manu e silvia

  4. Cara mia, il sesamo non te lo portare che ne ho a bizzeffe io!! Non conoscevo questa ricetta, ma assomigliano un po’ ai biscotti che trovo nel mio negozietto turco.
    La seconda foto è ME-RA-VI-GLIO-SA. E credo anche di sapere perchè 🙂

    Commento by Alex

  5. saretta: sono favolosi veramente, se sei una biscottamene li devi assoluatmente provare, e poi dimmi 🙂

    manu e silvia: ciao ragazze! anche io ho scoperto la loro esistenza da poco, e ne sono molto felice eheh

    alex: perfetto! Chè qui già con tutto quello che dovrò mettere in macchina Carlo sai le scene che farà 😉 Eheh grazie cara! Il nuovo obiettivo è decisamente un’altra musica, ora ci devo mettere del mio per migliorare. Un baciotto.

    Commento by FrancescaV

  6. Mi associo sul giudizio della seconda foto, davvero bella! Anche i biscottini con il sesamo non sono male 😀 Un abbraccio

    Commento by Anna

  7. Stellina!! ma che bello tutto bianco e verdeeeeeeee!
    Hai trasformato tutto, brava brava.. 😉
    P.s. foto bellissima, macchina nuova?
    bacioni

    Commento by sandra

  8. Adoro le reginelle. Quando sono stata a Palermo nel 2007, ne ho comprate un po’ in una pasticceria e me le sono centellinate come se fossero oro. Provero’ la tua ricetta, ma dovro’ sostituire lo strutto.

    Commento by Simona

  9. belli sono da vedere sarà la foto che é bellissima!!! richiamano molto alcuni biscottini che ho assaggiato dalla mia amica marocchina, c’é molta affinità tra la cucina marocchina e quella siciliana. Sono di sicuro buonissimi.

    ps: anch’io nel farli, perché mi tentano dovro’ sostituire lo strutto.

    ciao 🙂

    Commento by mariluna

  10. Bella la foto e molto graziose le tazzine da tè 😉
    Sono un’amante del sesamo, sia per i cibi dolci che salati. Sui biscotti dev’essere delizioso, appena sfornati avranno diffuso un profumo meraviglioso.

    Commento by Acilia

  11. Che delizia questi biscotti! Li ho provati per natale ed infilati nei pacchettini regalo, hanno fatto furore 🙂 Anche se i miei erano molto poco tradizionali, con latte di soia e olio di mais 😉

    Commento by Azabel

  12. anna: grazie carissima! I biscotti se puoi provali, sono veramente buoni 😛

    sandra: obiettivo nuovo, come ti dicevo su flickr. Ora sta a me 😉 Credo tu abbia visto una prova della nuova grafica che spero (dopo un anno di tribolazioni!) di poter mettere online presto.

    simona: provala e fammi sapere se con il burro si avvicinano ugualmente a quelle che hai assaggiato in Sicilia.

    mariluna: grazie mille. Sì, credo che queste reginelle (come molte altre cose della cucina siciliana) hanno molte affinità con la cucina del nord africa. Mi farebbe piacere vedere e fare anche quelli marocchini. Qualche idea per reperire la ricetta?

    acilia: hai visto che belle tazzine da te che ho? 😉 Hai ragione, sprigionano un profumo gustoso.

    azabel: ben vengano anche le versioni ‘alternative’:-) Perchè hai scelto come olio quello di mais? Ho letto che in cucina è più sano l’olio di arachide, tu ne sai qualcosa in più in merito?

    Commento by FrancescaV

  13. ciao Francesca, perfavore dove posso trovare i due ingredienti della ricetta, strutto e cremor tartaro, qui a Roma. Grazie Anna

    Commento by anna

  14. ciao anna, lo streutto lo trovi facilmente al banco frigo del supermercato, il cremor tartaro in una supermercato biologico.

    Commento by FrancescaV

  15. mamma che belli, fra!
    li ho fatti anch’io e confermo la loro bontà.
    fra, sei un pochino nutellosa anche tu?
    allora non lasciarti perdere questa bella giornata:

    cindystarblog.blogspot.com/2009/01/world-nutella-day-2009.html

    kiss!

    Commento by cinzia

  16. mi sembra una ricetta molto interessante e tra l’altro ho prprio a casa una busta di semini di sesamo da consumare prima della partenza…però avrei una domanda: a cosa serve il cremor tartaro?e soprattutto, con cosa posso sostituirlo o posso non metterlo?
    grazie,L.

    Commento by laura

  17. laura il cremor tartaro è un agente lievitante, se non lo hai puoi sostituirlo con il lievito in bustina……………dico bene fra?????????????? ciao

    Commento by cleofe

  18. perfetto cleofe 😉

    Commento by FrancescaV

  19. grazie mille per le info!L.

    Commento by laura

  20. al posto del lievito potete usare 2 g di ammoniaca per dolci (per 250g di farina)

    Commento by rossana

  21. grazie rossana!

    Commento by FrancescaV

  22. ma che buoni sono?

    Commento by genny

  23. Ottima Ricetta!
    grazie.
    Cata
    Ps: ho condiviso il link sul mio blog

    Commento by cata

Torna in cima | Torna alla home

Scrivi un commento




 

Newsletter

FrancescaV.com è il mio diario di ricette che puoi cucinare facilmente in casa. Per averle direttamente nella tua email iscriviti alla newsletter. Benvenuto!

Il TrovaRicette

Pochi ingredienti nel frigo e nessuna idea su come usarli?

Inserisci uno, due o tre ingredienti nel box a fianco e trova la ricetta che fa per te!

 
 
 
 
 
 

Ricette di Natale, clicca!

Ricette di Natale

 

Ricette di Natale Antipasti

 
  • Ricette di Natale Primi piatti

     

    Ricette di Natale Secondi piatti

     

    Ricette di Natale Contorni

     

    Ricette di Natale Dolci 1

     

    Ricette di Natale Dolci 2