FrancescaV



« | »

Gratin di prugne

gratin-prugneA luglio l’alberello di prugne di mio papà ha dato una quantità di prugne impressionante, tutte piccole, tonde, gialle oro o arancione, chè ogni anno mi chiedo come faccia a farne così tante, lui con quei rami gracili, le foglie di un verde mai brillante, e mai fitte. E invece lui ogni volta ce la mette sempre tutta, più di quello che potrebbe, ed orgoglioso mostra i suoi frutti dorati dal sole in tutta la loro rotondità. Da lì  mio papà, sistematicamente, arriva da me e mi consegna un’insalatiera che trabocca di prugnette gialle, e io a dirgli che siamo solo in due, che non ce la faremo mai a mangiarle tutte, che sicuramente andranno a male, e lui di risposta mi dice sempre ‘Non sai quante ne ha fatte quest’anno, le ho già regalate a tutti i vicini’. Io allora cedo e me le prendo tutte, le metto in frigo e spero che questo mi permetterà di non farle andare a male. E di solito ci riesco sempre. Però poi mi ritrovo a cercare ricette con le prugne, per riuscire a consumarne una certa quantità tutta insieme. La nuova ricetta con le prugne di quest’anno è il grati di prugne di Pietro Leeman, tratta dal suo bellissimo libro ‘Diario di un cuoco’, che segue le stagioni e i suoi frutti. Questo dolce di prugne è leggero e gustoso, ed ho ripetuto pedissequamente la ricetta del libro, solo vi segno negli ingredienti una dose di zucchero maggiore, in quanto quella riportata è risultata veramente poca.

Ingredienti: 1/2 kg. di prugne non trattate (si utilizzeranno con tutta la buccia), 3 uova, 50 gr. di burro, 40 gr. di mandorle, 100 gr. di zucchero di canna bio + 2 cucchiai, 100 gr. di semolino, 1 dl. di latte, 200 gr. di yogurt bianco compatto (o yogurt greco), la buccia di un limone bio, 1/2 cucchiaino di cannella in polvere.

Imburrare una teglia dai bordi bassi di 24 cm. di diametro. Lavare bene le prugne, tagliarle a metà, liberarle del nocciole, e disporle sulla teglia con la buccia in su, belle strette tra di loro. Cospargerle con i due cucchiai di zucchero. A parte montare con una frusta i tuorli con i 100 gr. di zucchero fino a quando diventano bianchi. Poi aggiungere il burro ammorbidito (lasciato fuori dal frigo almeno mezz’ora prima, meglio un’ora) e la scorza del limone grattuggiata, e sbattere ancora con la frusta fino a quando diventano spumosi. Aggiungere il semolino, il latte e lo yogurt e amalgamare con un cucchiaio di legno.  Montare in un altro contenitore i bianchi a neve ferma e incorporarli al composto delicatamente, dal basso verso l’alto. Versare il tutto sulle prugne e mettere in forno caldo a 180° per circa 25 minuti. Aggiungere le mandorle tritate grossolanamente michiate alla cannella sul gratin di prugne 10 min. prima della fine della cottura. Ottimo mangiato tiepido o freddo.

gratin-prugne-fetta

Sempre con le prugne, queste le altre ricette che vi consiglio:

Clafoutis di pesche e prugne

Marmellata di prugne

Umeshu, liquore di prugne, ricetta giapponese

Posted by on agosto 6, 2009.

Tags: ,

Categories: Dolci, Ricette leggere, Vegetariane

8 Responses

  1. Ciao! mamma come sembra buono questo gratin…poi con anch elo yogurt nell’impasto..davvero soffice e delicato!
    ma lo sai che qui da noi quelle gialle con le gocce d’oro? le prugne son violacee 😉
    un bacione

    by manu e silvia on Ago 6, 2009 at 11:55 am

  2. Francesca che “cu..” avere il babbo che porta prugne come se piovesse! regina elena e susine rosse e nere …e poi il far bretone e la fantastica torta di Alex e Mari, ZWETSCHGENDTSCHI, la marmellata spalmata cul pane caldo la mattina…io non riesco manco a finirla di cuocere. anzi, stasera passo dal prugno del contadino e ne sgranfigno una manciata! voglia di fare la tua torta!

    by silvia on Ago 6, 2009 at 4:32 pm

  3. Ben vengano le prugne del papà, se questo è il risultato. Deve essere sofficissimo … buono buono … Veramente brava !!! Un saluto Manu

    by Forchettina Irriverente on Ago 6, 2009 at 5:51 pm

  4. manu&silvia: sì infatti sono le gocce d’oro, mentre quelle violacee si chiamano ‘cosce delle monache’ 😉 Baci!

    silvia: che bello che ti ho messo voglia di prugne!

    manu: sì questo gratin di prugne è soffice e buono, dolce al punto giusto, e molto prugnoso 😉 Grazie!

    by FrancescaV on Ago 6, 2009 at 6:38 pm

  5. Mi piace l’idea di usare il semolino e lo yogurt. Adoro le prugne e trovo che torte e crostate con questo frutto vengano molto buone.

    by Simona on Ago 6, 2009 at 9:33 pm

  6. bella questa ricetta, un dolce nn impegnativo, leggero e con la frutta del giardino..
    very nice
    sciop

    by sciopina on Ago 6, 2009 at 9:55 pm

  7. questa ricetta arriva tardi le prugne di mio suocero sono finite in marmellata non sapendo più che farne e dove metterle anche il suo alberellos triminzito ogni anno ce ne regala una quantità impressionante

    by enza on Ago 7, 2009 at 7:58 am

  8. simona: sì anche a me le prugne nelle torte mi piacciono molto.

    sciopina: ciao girandolona, come stai? Sì, vero, dolce poco impegnativo ma di ottima resa.

    enza: allora tienitela per la prossima vagonata di prugne 🙂

    by FrancescaV on Ago 7, 2009 at 9:46 am

Leave a Reply

« | »




Articoli recenti


Pagine