Mounas – Panini all’arancia

Letto 11275 volte.

wbd_logoIeri era il World Bread Day di Zorra, e si ha tempo fino ad oggi per partecipare con una ricetta dedicata al pane. Io arrivo all’ultimo, in questo periodo ho veramente poco tempo libero, e quel poco che ho è tutto dedicato ai vostri bellissimi tiramisù. Però avevo adocchiato la ricetta dei Mounas sul libro di Linda Collistar, ‘Pane’, e mi sembrava perfetta per il WBD, e molto di stagione visto l’utilizzo degli agrumi.

I Mounas sono dei panini all’arancia profumati all’acqua di fior d’arancio, preparazione dell’area dell’Africa del Nord, dove la coltivazione delle arance è molto sviluppata, dato il clima. L’altro ingrediente principe di questi panini è l’acqua di fiori d’arancio, un profumo che si ritrova spesso nella cucina araba. Noi anche in Italia la utilizziamo, principalmente per fare la pastiera, ma sono sicura che soprattutto nella cucina del sud Italia si trova in altri dolci (chi sa in quali?). E poi c’è il mio amato olio extravergine d’oliva nell’impasto, quindi come potevo resistere?

panini-arancia_03

La ricetta dei mounas non può entrare nella categoria dei pani veloci non tanto per la durata della cottura (max 15 minuti) ma per la durata della lievitazione, più allungata in quanto l’impasto da far lievitare è pesante (comunque è stato molto più lungo scrivere il procedimento che farlo!). Io ho cominciato la preparazione ieri a pranzo, e a cena i panini erano cotti. Non tendono a conservarsi molto, quindi ne consiglio un consumo in giornata, o al massimo al giorno dopo (ma son buoni quindi immagino che il problema non si ponga proprio).
Croccanti fuori e belli soffici dentro
, sono sicuramente perfetti a colazione, con un velo di marmellata per i più golosi (indovinate chi ha fatto colazione così questa mattina? ;-)).
Buon WBD a tutti!

Ingredienti per 6 panini: 225 gr. di farina bianca bio per pane + altra farina a bisogno, 1/2 cucchiaino di sale, 50 gr. di zucchero di canna chiaro bio, 10 gr. di lievito di birra, 1/2 bicchiere d’acqua tiepida, 1 uovo medio a temperatura ambiente, 1/2 buccia d’arancia bio grattuggiata, 1 cucchiaio e 1/2 d’olio extravergine d’oliva, 1 cucchiaio d’acqua di fiori d’arancio, 1 uovo sbattutto per spennellare.

In una ciotola mescolare la farina, il sale e lo zucchero. Fare una fontana al centro e versare l’acqua dove in precedenza si è fatto sciogliere completamente il lievito di birra. Impastare e formare un composto compatto (aggiungere un cucchaio di farina alla volta in più se serve). Coprire la ciotola con un telo asciutto e far riposare per circa 30 min. in un luogo caldo e riparato (tipo forno spento con accesa la lucetta), fino a quando il composto è rigonfio e spugnoso.
Riprendere la ciotola e aggiungere all’impasto un uovo sbattuto, la scorza d’arancia, l’olio e l’acqua di fiori d’arancio e amalgamare. L’impasto risulterà molto appiccicoso. Aiutarsi aggiunendo un cucchiaio di farina alla volta, fino a quando l’impasto risulterà soffice e leggermente appiccicoso. Se vi doveste sbagliare e avere un impasto troppo asciutto, aggiungere acqua tiepida, sempre un cucchiaio alla volta.

Mettere il composto su un piano infarinato ed impastare bene per circa 10 min., rimetterlo nella ciotola, coprirlo bene con un canovaccio di cotone e farlo lievitare fino al raddoppio (circa 3 ore) sempre in un luogo caldo e riparato (oppure coprite la ciotola con la pellicola e far lievitare tutta la notte nel frigorifero).

Prendere l’impasto lievitato e metterlo sul ripiano, lavorarlo bene per sgonfiarlo e dividerlo in 6 parti uguali. Fare delle palline con ogni pezzetto di pasta e disporle ben distanziate su una placca da forno ricoperta con carta forno. Infilare la teglia nel forno spento con lucetta accesa ricoperta dal solito canovaccio di cotone per circa un’ora, fino al raddoppio del loro volume.

Tirarli fuori, togliere il canovaccio e spennellarne la superficie con un uovo sbattuto. Preriscaldare il forno a 200°, infornare i panini per corca 15 min. , fino a quando saranno i panini saranno ben dorati e sodi. Sfornare e lasciarli raffreddare completamente prima di mangirli. Se vi va potete spolverizzarli anche con zucchero a velo.
In casa si spargerà un gradevole e persistente profumo d’arancio 🙂

panini-arancia_01

P.S.: Mi piace pensare di aver partecipato con questa ricetta a tante altre raccolte di ricette di questo ultimo periodo che si sono susseguite nella blogsfera e per le quali avrei voluto esserci. So che non è la stessa cosa, ma a dispetto del poco tempo tempo la voglia c’era, e almeno come spettatrice non sono mancata.

Buon finesettimana a tutti, e per chi può buon tiramisù, avete tempo fino a domani a mezzanotte!

Tags: ,

Commenti


  1. Ciao! Cghe particolare questo pane all’arancia, e che lungo procedimento! M aimmaginiamo che profumino si sia diffuso per tutta la casa!
    Davvero una bella idea, adessoc eh comincia la stagione delle arance.
    baci baci

    Commento by manu e silvia

  2. molto particolari questi panini all’arancia, credo proprio che li proverò appena arrivano le arance!ps..domani arrivo anche x la tua raccolta!!

    Commento by Giò

  3. manu&silvia: il procedimento è meno lungo di quello che sembra e veramente alla portata di tutti, sono veramente delicati e profumati, e perfetti ora che arriveranno le arance. Baci!

    giò: si, sono da provare, ti conquisteranno con la loro semplicità. Ti aspetto!

    Commento by FrancescaV

  4. Belli questi paninetti, fortuna che sei riuscita a partecipare! W il WBD!

    Commento by Aiuolik

  5. Mi piace molto l’idea di questi panini profumati. Si potrebbe usare anche la polvere d’arancia. Se poi si ha un’ottima marmellata d’arance (quest’anno voglio farla) è il massimo!
    Buona domenica

    Commento by Alex

  6. Aggiungo delle info in più sui Mounas (la s finale non si pronuncia) che ieri sera mi ha dato un amico algerino. I mounas sono dei pani del nord Africa di origine ebraica, e si fanno con l’arancia candita all’intreno. La volta prossima sicuramente l’aggiungerò all’impasto. Questi panini all’arancia, arricchiti con i canditi, li vedo molto bene da fare anche a natale, voi che ne dite?

    aiuolik: sì hai ragione, sono contenta di avercela fatta, ho scoperto questa ricetta niente male. Baci!

    alex: una buona marmellata d’arance mi stuzzia, quasi quasi appena arrivano belle arance al mercato potrei tentare anch’io. Buona domenica a te!

    Commento by FrancescaV

  7. Mi è sempre piaciuta molto l’iniziativa del World Bread Day, i tuoi panini sono delicatissimi. Tempo fa ho sperimentato un pane fatto in casa con scorza d’arancia e semi di papavero e ricordo fu ottimo anche a cena con piatti salati.
    Belle foto 🙂
    Non vedo l’ora di leggere dei tiramisù. Un bacio.

    Commento by Acilia

  8. ciao! l’acqua di fiori d’arancio non si usa soltanto al sud o nella pastiera! noi a Genova la mettiamo come ingrediente indispensabile nel Pandolce di Natale e in molti altri dolci tipici…e se fai la torta ” di casa”, cioè quella da mettere nel latte della colazione, per intenderci, un pochino di questo aroma la rende profumata e deliziosa…chiedilo ai miei figli!
    saluti da Federica

    Commento by federica

  9. da fare, assolutamente magari quando avrò smesso con i disturbi e anche di litigare con la lievitazione, povera me.

    Commento by enza

  10. che favola Francesca!!!!bacioni

    Commento by Saretta

  11. Originalissimi e sembrano delle arance panose, brava!

    Commento by Dada

  12. Ho messo il segnalibro su questa ricetta: davvero mi alletta l’idea di un panino al sapore di arancio. E poi ho una bottiglietta intera di acqua di fiori d’arancio in cucina e ascolto volentieri suggerimenti per usarla.

    Commento by Simona

  13. Davvero sono irresistibili. Grazie per la tua partecipazione al World Bread Day 2009. Yes you baked! 🙂

    Commento by zorra

  14. Ciao e – come sempre – grazie per le splendide ricette!
    Mia suocera, che e` siciliana, usa seccare bene e poi polverizzare la buccia delle arance. Utilizza poi questa polvere per aromatizzare. Forse andrebbe bene anche con questi panini, spolverizzata insieme ad un po’ di zucchero a velo e qualche pistacchio pestato. Che ne dici?

    Commento by Danila

  15. Brava Francesca le ricette più semplici sono le migliori !

    I tuoi panini all’arancia mi fanno fantasia … li proverò quando le arance saranno ben mature .

    un cordiale saluto

    Commento by geps

  16. sembrano essere buoni! Li proverò

Torna in cima | Torna alla home

Scrivi un commento




 

Newsletter

FrancescaV.com è il mio diario di ricette che puoi cucinare facilmente in casa. Per averle direttamente nella tua email iscriviti alla newsletter. Benvenuto!

Il TrovaRicette

Pochi ingredienti nel frigo e nessuna idea su come usarli?

Inserisci uno, due o tre ingredienti nel box a fianco e trova la ricetta che fa per te!

 
 
 
 
 
 

Ricette di Natale, clicca!

Ricette di Natale

 

Ricette di Natale Antipasti

 
  • Ricette di Natale Primi piatti

     

    Ricette di Natale Secondi piatti

     

    Ricette di Natale Contorni

     

    Ricette di Natale Dolci 1

     

    Ricette di Natale Dolci 2