Risotto alla zucca

Letto 101350 volte.

La zucca, grande protagonista in questo periodo dei mercati. Ogni banco ne mette in mostra una, di solito già cominciata, di cui si vede l’interno filamentoso pieno di semi, che quando ne chiedi anche solo una fetta, poi te la metti nella sacca della spesa e già non c’è più spazio per altro. Qui al mercato di Strasburgo si vedono anche delle zucche molto piccole, che non so come si chiamino in italiano, ma in francese si dicono ‘potimaron‘. Mi riservo di parlarvene la prossima volta, con tanto di foto e ricettina golosa. Noi in questo periodo, come tutti, stiamo facendo incetta di zucca. Il più delle volte ce la cuciniamo a mo’ di zuppa, e un altra soluzione è il risotto alla zucca.

risotto-zucca_02

Anche qui basta avere i pochi ingredienti (buoni) in casa e si può portare il risotto di zucca in tavola in 45 minuti, assicurato. In questa semplice versione, ho voluto aggiungere un porro, verdura drenante che amo per il suo sapore delicato e che trovo perfetta da aggiungere qualche volta all’insieme di un piatto verduroso, perchè non disturba il gusto complessivo, anzi lo rende più delicato. La mantecatura del risotto l’ho fatta seguendo un suggerimento del marito-chef (ormai lo sapete che qui si cucina in tandem 🙂 ): dadini di toma francese, non ricordo la precisa provenienza, ma che ha donato al risotto di zucca un carattere filamentoso da provare. La volta prossima proverò invece il metodo del burro acidificato descritto da copertina75 ed usato da Fradefra nei suoi corsi di cucina. Mi ha troppo incuriosito!

Ingredienti per 2: 200 gr. di riso carnaroli, una fetta media di zucca, una cipolla bianca, un porro, una manciata di aghetti di rosmarino secco, un peperoncino, brodo vegetale preparato con carota, sedano e cipolla in cui ho inserito dei chiodi di garofano, meno di mezzo bicchiere di vino bianco secco, olio e.v.o., una manciata di dadini di toma francese per mantecare (o parmigiano o burro, a scelta).

Ho messo su una pentola d’acqua per il brodo vegetale, con una carota, una costa di sedano e una grande cipolla bianca (tutte prima lavate e pulite) nella quale ho inserito qualche chiodo di garofano. Ho lasciato sobbollire per un po’ dopo aver salato, fino a quando l’acqua ha assunto il colore e il sapore delle verdure. In un’altra pentola ho messo ad inbiondire una cipolla tagliata finemente in due cucchiai di olio e.v.o., aggiunto il peperoncino sbiciolato, il porro pulito e fatto a rondelle, poi la zucca pulita, lavata e fatta a tocchetti, e infine gli aghi di rosmarino secco spezzettati con le mani. Ho versato due dita di vino bianco, lasciato evaporare e buttato dentro il riso. Dopo un minuto per farlo leggermente insaporire e tostare ho cominciato a versare il brodo vegetale aiutandomi con un mestolo. Andando avanti così, il riso si è cotto in meno di 20 minuti. Ho tolto dal fuoco e atteso un paio di minuti che scendesse leggermente la temperatura. Ho poi tagliato la toma francese a dadini e ne ho messa una bella manciata nel riso, girato un po’ con un cucchiaio di legno per mantecare, lasciato riposare per 5 minuti e poi subito in tavola. A chi piace (a me sì!), un velo di macinata di pepe nero fresco sopra.

risotto-zucca_03

Suggerimenti per ingolosire il risotto alla zucca:

1. aggiungere una salsiccia a persona sbriciolata nel soffritto, prima di metterci la zucca. Far rosolare bene e poi procedere come indicato (risotto zucca e salsiccia).

2. invece della salsiccia si può aggiungere al soffritto la pancetta (risotto zucca e pancetta).

3. prima di servire il risotto sbriciolare sopra ogni piatto una manciata di castagne bollite e raffreddate; per farle ancora più golose magari prima ripassate qualche minuto in padella con un goccio d’olio (risotto zucca e castagne).

4. buonissimo anche l’abbinamento patate e zucca (come proposto più in basso con il purè bicolore). Una patata pelata, lavata e tagliata a piccoli tocchetti da aggiungere al soffritto prima della zucca (risotto zucca e patate).

Per chi è interessato a scoprire perchè verdure come zucca e porro sono così importatnti in questo periodo dell’anno consiglio di leggere l’articolo di Claudia Dallabona, ospitata da IZN.

Alla ricerca di nuove ispirazioni zuccose? Ecco una lista di ricette alla zucca a cui attingere:

Chutney di zucca e pomodoro

Zuppa di couscous integrale, zucca e cavolfiore

Purè bicolore di zucca e patate

Miglio e zucca

Vellutata di zucca con amaretto

risotto-zucca_01

Tags: ,

Commenti


  1. Il risotto alla zucca proprio non si può non fare in questa stagione, ce ne sono talmente tante in giro…
    Buonissima quaeta versione con il peperoncio ed i chiodi di garofano, molto più profumata e speziata.
    baci baci

    Commento by manu e silvia

  2. Quanto mi piace i risotto alla zucca! Con i dadini di toma poi mi fa una gola…

    Commento by Gloria

  3. La mantecatura al formaggio mi mette un appetito!
    Comunque il mio uso preferito per una bella zucca gialla sono gli gnocchi, da godersi con un bel sugo alla bolognese, innaffiati da abbondantissimo parmigiano e gratinati al forno! (in compagnia direi di un rosso robusto).
    La tua ricetta invece la vedo bene con un pinot grigio, che li non ti manca certo!

    —Alex

    PS = purtroppo quest’anno non avrò la possibilità di venire a Strasburgo in periodo di mercatini. Se i programmi rimangono stabili verrò li ad anno nuovo, subito dopo l’epifania.

    Commento by ADBlues

  4. manu&silvia: ciao ragazze, io alle spezie non so resistere (sempre senza eccedere), se poi si tratta di metterci un peperoncino allora per me è impossibile resistere. Ci manca solo che ne metta un po’ pure nel cappuccino 😉

    gloria: infatti la toma ci stava proprio bene 🙂

    adblues: uh che hai detto Alex? Mo’ me li devo fare, hai decsritto un pranzo divino (pure con il rosso robusto). Sì, un Pinot grigio di queste parti ci starebbe benissimo, hai ragione. In verità, con cosa non starebbe bene! eheh Uh quindi alla fine tornerai da queste parti, che bello 🙂 Per i mercatini rimedierò io dai, te ne farò vedere sicuramente qualcosa qui.

    Commento by FrancescaV

  5. Ciao Francesca adoro il risotto con la zucca, ma quest’anno non l’ho ancora preparato, complimenti per la ricetta che ho gia’ annotato, anche la foto è favolosa.

    Commento by Daniela

  6. Adoro il risotto alla zucca ma la mia versione preferita è quello con la zucca cotta al forno,certo che l’aggiunta del formaggio è senza dubbio appetitosa e molto invitante!

    Commento by Donatella

  7. Ciao Fra! Che bontà…
    Io qui a brux ho le coinquiline che producono zuppe golosissiome alla zucca, ma mi sa che la prossima volta glie ne rubo un pezzo e provo a darmi al risotto 🙂
    Ha proprio un bell’aspetto!

    Commento by Marti

  8. il risotto alla zucca è uno dei miei cavalli di battaglia… al posto del vino bianco però uso il brandy. trovo che sia un ottimo compagno per la zucca 🙂

    Commento by Giorgia

  9. Io voto la versione con le castagne, che mi incuriosisce davvero molto! W la zucca 😉

    Commento by yari

  10. Ciao Francesca, interessante il burro acidificato. Io sono solita mantecare il risotto (ad esempio agli scampi) con la panna acida. Mai provato? Più o meno la stessa cosa, non credi?
    E comunque molto meglio che tu abbia usato la toma con la zucca…saggia decisione 🙂

    Commento by Antonella

  11. daniela: grazie Daniela. Devi rimediare, non puoi far passare l’inverno senza un bel risottino alla zucca. Fammi sapere se lo fai!

    donatella: cioè, prima cuoci la zucca al forno e poi la aggiungi al risotto?

    marti: eh sì, fai loro vedere come si fa un bel risottino solor arancione 🙂 E invece loro che ci mettono di così buono nelle zuppe alla zucca?

    giorgia: grazie del suggerimento, proverò.

    yari: 🙂

    antonella: mai provato Anto, però se mi dici che è buono me lo segno sicuro (certo qui risotto agli scampi nemmeno l’ombra sigh!).

    Commento by FrancescaV

  12. ciao Francesca,
    ci siamo conosciute al corso di Madri lo scorso 22 maggio. Sabato scorso ho visto il fim “Julie&Julia” con Meryl Streep al cinema e ti ho pensato! devi assolutamente vederlo!
    Ciao Claudia e complimenti per il tuo blog!

    Commento by Claudia Tomassi

  13. Ma che buono… e quanto mi piace la zucca!!
    Alessandra

    Commento by Alessandra

  14. ciao!
    ti leggo da un po ma non scrivo mai. volevo solo condividere il gusto per i porri nei risotti, secondo me molto ma molto piu delicati di scalogno e cipolle. e l’amore per la zucca, ma un consiglio per sbucciarla? ogni volta è per me una tragedia.

    Commento by ml

  15. claudia: ciao! Che bello ritrovarti qui, e soprattutto che bello che mi hai pensata dopo il film Julie&Julia, onorata 🙂 Devo vederlo, hai ragione! Come vanno le cose lavorative? Un saluto spero a presto.

    alessandra: hai ragione 😛

    ml: ciao, benvenuta tra queste pagine. Hai ragione, la delicatezza del porro nei risotti la amo molto anch’io. Io per sbucciare la zucca faccio così: ne taglio uno spicchio, seguendo la curva naturale della zucca, poi taglio a metà lo spicchio e pulisco le due parti separatamente, lo trovo più semplice. Spero di averti dato un’idea. Un saluto.

    Commento by FrancescaV

  16. Non è troppo “brodoso” il risotto in foto?


  17. Grazie per la visita Francesca 🙂
    Io avevo già addocchiato il tuo squisito food-blog, ma essendo una cuoca svogliata e alquanto negata non osavo lasciarti commenti :S
    Il risotto alla zucca però ho imparato a farlo anche io e mi piace contrastare il dolce sapore della zucca con salsiccia o speak.
    Interessante la zuppa di couscous, corro a leggerla!
    un bacione

    Commento by AnnaD

  18. Volevo solo suggerire il mio modo di preparare la zucca x cucinare poi nei vari modi il risotto: dopo avere tagliato a spicchi la zucca, mondata dalle sementi la faccio al vapore nell’apposita pentola quel tanto che basta; indi tolgo la buccia e la faccio soffrigere con cipolla, sedano e dado.

    Commento by roberto faggion

  19. lefrancbuveur: no affatto, ti sembra così dalla foto?

    annad: ottimo l’utilizzo della salsiccia e dello speck per dare un gusto deciso al risotto alla zucca. Vedi che non sei tanto svogliata? 🙂 Grazie della visita e buona domenica.

    roberto: grazie del tuo suggerimento sul come capare al meglio la zucca, lo seguirò la volta prossima.

    Commento by FrancescaV

  20. Ottimo Francesca!! il risotto alla zucca l’ho fatto per halloween 😉

    ho aggiunto un mio tocco: gorgonzola e salsiccia affumicata


  21. FrancescaV, grazie per la citazione al nostro burro acidificato. La ricetta per farlo, ad onor del vero, non è mia, ma di uno degli assistenti di Gualtiero Marchesi.
    Posso dire che in molte situazioni presenta degli indubi vantaggi, principalmente dove si vuol acidità senza salinità o colore.

    Lefrancbuveur devo dire che in molti ristoranti si nota una tendenza alla preparazione leggermente più brodosa del risotto, rispetto a ciò che si faceva sino a qualche anno fa. Giusta o sbagliata che sia.

    Commento by fradefra – cuoco e docente scuola di cucina maisazi

  22. Ho visto ora questa splendida ricetta.. Io adoro sia i risotti che le zucche, quindi proverò senz’altro questo piatto. Devo dire che non ho mai mai assaggiato il risotto con le zucche, e adesso non vedo l’ora!!
    A dir poco invitante poi la foto…;)

    Commento by Sicilia

  23. il risotto alla zucca è un ottimo piatto, un primo che può essere servito sia per cene importanti che per la solita cena a casa con la famiglia.

Torna in cima | Torna alla home

Scrivi un commento




 

Newsletter

FrancescaV.com è il mio diario di ricette che puoi cucinare facilmente in casa. Per averle direttamente nella tua email iscriviti alla newsletter. Benvenuto!

Il TrovaRicette

Pochi ingredienti nel frigo e nessuna idea su come usarli?

Inserisci uno, due o tre ingredienti nel box a fianco e trova la ricetta che fa per te!

 
 
 
 
 
 

Ricette di Natale, clicca!

Ricette di Natale

 

Ricette di Natale Antipasti

 
  • Ricette di Natale Primi piatti

     

    Ricette di Natale Secondi piatti

     

    Ricette di Natale Contorni

     

    Ricette di Natale Dolci 1

     

    Ricette di Natale Dolci 2