Hummus – Purè di ceci

Letto 16857 volte.

Così comincia la ricetta dell’hummus sul mio bel libro di ‘Sapori arabi’ edito dalla Guido Tommasi, scritto da un palestinese, Salah Jamal, che negli anni ’70 lascia la sua terra per andare a studiare in Spagna. Ben presto si accorge che lì non trova gli ingredienti per preparare un vero pranzo arabo, e manca pure la tahina, la crema di sesamo, ingrediente fondamentale di molti piatti arabi, tra cui anche l’hummus di ceci.

hummus_033

In questo libro, che amo particolarmente e che spesso porto in dono alle mie amiche amanti del cibo come me, sono raccolte tante ricette che accompagnano il lettore in un viaggio tra sapori, spezie e tradizioni differenti del Medio Oriente. Avevo il segno su questa ricetta almeno da due anni, e una cena tra amici di qualche giorno fa è stata l’occasione (finalmente!) di metterla in pratica.

Ingredienti  per 2 ciotoline (6-8 persone):
500 gr. di ceci secchi, 2 cucchiaini rasi di sale fino, 4 spicchi d’aglio schiacciato (dose a gusto personale, io l’ho omesso perchè faccio fatica a digerirlo), 1 bicchierino di succo di limone filtrato, 1 bicchierino di tahina, 2 cucchiai di yogurt bianco non zuccherato (facoltativo, serve a schiarire il purè di ceci).

Per condire l’hummus:
prezzemolo tritato, olio, cumino o paprika dolce in polvere, scaglie di mandorle o pinoli tostati, dadolata di pomodoro fresco.

Per accompagnare l’hummus:
pane arabo, pane semplice, crackers, pane sottile iracheno

La sera prima (volendo preparare l’hummus per la sera dopo) mettere a bagno i ceci in abbondante acqua fredda.  Il giorno dopo, verso pranzo, sciacquare bene i ceci e cambiare l’acqua. Nel pomeriggio, risciacquare bene i ceci e metterli a cuocere in abbondante acqua per circa un’ora e mezza, comunque fino a cottura avvenuta. Scolarli mettendo un po’ della loro acqua da parte e farli intiepidire. Frullarli insieme agli altri ingredienti fino ad ottenere un purè leggermente compatto. Versarlo nelle ciotoline appiattendolo un po’ con il dorso di un cucchiaio. Condirlo con prezzemelo tritato, un filo d’olio e.v.o., una spolverata di paprika dolce in polvere e scaglie di mandorle.

hummus_066

Come aperitivo.
L’hummus si presta benissimo per essere servito durante aperitivo, magari insieme ad olive condite o verdure crude. Piace a molti, e se avete ospiti vegetariani vi risolverà l’annoso dubbio di cosa preparare come stuzzichino. Trovo che sia una crema molto estiva, saporita e sostanziosa, veramente alla portata di tutti.

Variazioni.
Per accellerare i tempi di preparazione dell’hummus potete ricorrere ai ceci già pronti in vasetto, a voi la scelta a seconda del tempo a disposizione. Se ometterete le spezie di condimento sarà adorato anche dai bambini, guardate qui l’hummus di Mammafelice 🙂 Comunque è proprio sul condimento di presentazione che potete sbizzarrirvi secondo il vostro estro del momento.

Tags: ,

Commenti


  1. Io amo l’hummus in maniera esagerata… è già qualche giorno che mi stuzzica di rifarlo 🙂
    Quasi quasi metto a bagno i ceci!

    Commento by Consy

  2. ma quant’è buono?!?!?!
    mi piace da morire, ma da quando sono celiaca non ho più osato rifarlo perché non si trova una tahina certificata senza glutine, anche se gli ingredienti sarebbero OK.
    bisognerà che prima o poi me la faccia da sola, ho guardato in qua e in là e mi sembra piuttosto semplice…

    Commento by la gaia celiaca

  3. consy, hai ragione, quando si comincia a mangiarlo diventa una droga, non si smette più 😉 Dai, metti a bagno i ceci, non te ne pentirai!

    la gaia celiaca, l’hummus è buoniSSImo, non c’è nulla da fare. Effettivamente potresti fartela in casa la tahina, altrimenti hai provato a vedere nei negozi bio se ne hanno una certificata senza glutine? Magari pure in qualche negozio online.

    Commento by FrancescaV

  4. Bentornata Franci! E che delizia, l’hummus è uno dei miei antipasti preferiti assieme al guacamole! Buon weekend, Francesco

    Commento by Francesco

  5. Ecco cosa mi preparo per il prossimo fine settimana! 😀

    —Alex

    PS = resta l’enigma Tahina perché da me trovarla è parecchio difficile…

    Commento by ADBlues

  6. grazie Francesco 🙂 Ma lo sai che proprio qualche giorno fa su Facebook abbiamo fatto una mini-raccolta di tutte le salse e creme che si potrebbero fare? L’hummus e il guacamole ovviamente c’erano, ma ne sono state citate anche di nuove ed originali.

    Alex, ottimo, poi mi dici se ti è piaciuto? La tahina la trovi sicuro in un negozio bio, oppure se hai un negozio etnico dalle tue parti. Magari ordinarla online? (certo non faresti però in tempo per questo finesettimana).

    Commento by FrancescaV

  7. Bentornata Francesca!!!
    finalmente!!!!!

    era già un po’ che la mia cucina si lamentava eper l’assenza di idee e stimoli originali..

    hummus….lo adoro…devo procurarmi la tahina e ci provo!!!!

    Commento by Giulia

  8. Buono l’hummus! In estate spesso pranzo o ceno solo con questo ed un pò di pane tostato, lo trovo nutriente e rinfrescante!

    Commento by Samantha

  9. Uno dei miei piatti forti!!!! 😉
    Lo preparo esattamente come te, e ti passo la dritta di una signora araba, cuoca sopraffina: dopo averli cotti e freddati, armati di pazienza e sbuccia i ceci dalle pellicina che li ricopre. L’hummus sarà ancora più liscio e delicato.
    Ciao e scusa l’intrusione 🙂

    Commento by arabafelice

  10. Giulia, non sai che piacere mi fanno le tue parole. Ti ringrazio veramente. Sono sicura che l’hummus ti conquisterà 🙂

    Samantha, verissimo, gustoso, nutriente e facile da mangiare, tutte ottime caratteristiche per un cibo estivo.

    Arabafelice, ma quale intrusione? Se non commentavi tu su questa ricetta chi altri? 🙂 Il tuo consiglio per avere un hummus più liscio e delicato lo seguirò senz’altro, come immagino molti altri. Un caro saluto!

    Commento by FrancescaV

  11. Franci, benritrovata, è bello rileggerti.
    Anch’io sono un’appassionata di hummus, 2 anni fa in un viaggio in Siria e Giordania durato più di 3 settimane, l’ho mangiato ogni santo giorno e tornata a casa ho cominciato a farlo a raffica.
    Anch’io come arabafelice i ceci li sbuccio, vedrai la differenza.
    Un bacione

    Commento by lydia

  12. deve essere un libro assolutamente interessante…ciao Francesca

    Commento by Francesca

  13. Ben tornata Francesca.era da tempo che volevo la ricetta originale dell´hummus;qui in brasile si mangia spesso nei ristoranti arabi,comunque a me hanno detto che i ceci si passano nel passaverdure perché la pelle indurisce un pó quando é mescolataalla polpa.;proveró nelle due maniere,un grande abbraccio.

    Commento by pina

  14. Ben ritrovati anche a voi 🙂

    Lydia, la prossima volta allora sbuccerò anch’io i ceci. Credo che risulteranno anche più leggeri a digerire, visto che dopo un po’ che mangio ceci mi si gonfia la pancia 🙁

    francesca, è un libro che consiglio vivamente. Io me lo rileggo spesso (anche se io non so se faccio testo, i libri di cucina li leggo come romanzi 😉 ), ci trovo sempre una nuova tradizione araba da scoprire, un racconto o un trucco in cucina.

    pina, allora prova l’hummus con i ceci spellati, e poi fammi sapere, ciao!

    Commento by FrancescaV

  15. Anch’io leggo i libri di cucina come romanzi! E pensavo fosse una follia solo mia 🙂
    Io lo mangio con le verdure crude, a mò di pinzimonio, e la mia ricetta è uguale uguale alla tua. buono!

    Commento by bea

  16. Li ho messi ammollo! Subito dopo mi sono chiesta chi avrebbe mangiato tutto quell’hummus, ma sono immediatamente arrivati due inviti a cena, con richiesta di portare qualcosa. Guarda caso proporrò l’hummus 🙂

    Commento by Consy

  17. Guido Tommasi è un editore che adoro letteralmente. I Ricettari hanno foto superbe che già mangiavo con gli occhi ancora prima di scoprire il piacere di cucinarle. Appetitosissimo il tuo hummus. E che dire della ciotolina a tema…?


  18. Bea, allora dobbiamo prestarci qualche romanzo goloso, ci stai? Ecco perchè il tuo famoso hummus era così buono 😉

    evvai Consy!!

    parentesiculinaria, complimenti per l’osservazione 🙂 Le ciotoline sono effettivamente arabe, e le comprai alla Moschea a Parigi. Questo libro non ha nemmeno un disegno, sono quei libri della GT non grandi, con carta spessa e porosa, sneza foto, quelli che amo di più.

    Commento by FrancescaV

  19. Sì Sì… conosco la collana che intendi tu. Infatti mi riferivo ai ricettari. Ricordo che la prima volta che me ne è capitato uno tra le mani avrei fatto posters di ogni pagina! Ciotolina arabo-parigina… contaminazione interessante…


  20. Bentornata!! Ottima questa versione dell’hummus, mi piace molto anche la presentazione. Ciao Daniela.

    Commento by Daniela

  21. ma ciao ben tornata mi stavo quasi preoccupando, fantastico l’hummus devo assolutamente provarlo…chissà che mi riesca cosi bene e cosi buono la foto è veramente invitante…ciao a tutti tatiana

    Commento by tatiana

  22. grazie Daniela!

    tatiana, provalo chè ti stupirà. E grazie!

    Commento by FrancescaV

Torna in cima | Torna alla home

Scrivi un commento




 

Newsletter

FrancescaV.com è il mio diario di ricette che puoi cucinare facilmente in casa. Per averle direttamente nella tua email iscriviti alla newsletter. Benvenuto!

Il TrovaRicette

Pochi ingredienti nel frigo e nessuna idea su come usarli?

Inserisci uno, due o tre ingredienti nel box a fianco e trova la ricetta che fa per te!

 
 
 
 
 
 

Ricette di Natale, clicca!

Ricette di Natale

 

Ricette di Natale Antipasti

 
  • Ricette di Natale Primi piatti

     

    Ricette di Natale Secondi piatti

     

    Ricette di Natale Contorni

     

    Ricette di Natale Dolci 1

     

    Ricette di Natale Dolci 2