FrancescaV



« | »

Il Croccante di Sesamo

Le ricette di WakiImmaginate di avere un compagno / fidanzato / convivente cui piace il miele e di avere una specie di suocera che anche se non è una vera suocera perché non siamo sposati sempre mamma sua rimane e quindi suocera resta, immaginate anche che il compagno di cui sopra, il vostro, cioè il mio, abbia delle manie da psicopatico e che il miele lo mangia solo se è quello bello denso, quasi solido perché se no gli altri troppo liquidi passano dai buchi delle fette di pane e quando succede lui diventa pazzo e ora se ce la fate a seguirmi ancora per un attimo, immaginate che la simil-suocera se ne strabatta dei dettagli e che compri quintali di miele senza curarsi di lui che dice « ma mamma, quello liquido non lo mangio » e che lei risponda « non fa niente, l’ho comprato per te, ora lo prendi ».

Croccante al sesamo

Ecco. A chi tocca trovare ricette per usare i tre chili di miele liquido che mi restano?
(e giuro che non scherzo, tre chili, ne ho, e di quello buono per di più).

Per il momento, la ricetta che tira di più in casa waki è Il Croccate di Sesamo.

Ingredienti: Semini di sesamo 400gr., Miele 250gr., Zucchero 50gr., Un po’ d’olio per ungere qua e là.

Il ‘come procedere’ è di una facilità imbarazzante.
Prendete il sesamo e fatelo tostare in una padella per qualche minuto a fuoco non troppo alto ché se no i semini scoppiano e non è bene visto che non stiamo facendo mini pop corn. Niente olio, niente burro, solo una padella calda calda magari con il fondo spesso spesso (come quando fate il gomasio, insomma. Come sarebbe a dire che non fate il gomasio?)
Poi in una tegame d’acciaio mettete il miele liquido e lo zucchero con il fuoco molto dolce (per forza, trattasi di miele). Mescolando un po’, in un attimo lo zucchero si dissolve e il miele diventa ancora più liquido: a quel punto si può aggiungere il sesamo. E poi via, con un cucchiaione si mescola il tutto per circa venti minuti che alla fine hai un braccio che sembra la coscia di Ibrahimovich… Il composto in effetti è abbastanza solido e oppone resistenza, il miele si attacca ai semini e diventa un pastone della consistenza dell’asfalto incandescente quando lo fan scendere dai camion. Ma va mescolato, è obbligatorio.
Però vale la pena, perché dopo un quarto d’ora a forza di scaldare e mescolare, il sesamo che all’inizio era palliduccio, prende un bel colore dorato sia perché cuoce sia perché il miele scurisce. L’importante è continuare a mescolare e che il fuoco sia bassissimo in modo che non bruci, che se no il tutto diventa amaro e anche questo non va bene, perché noi stiamo facendo un dolce, non un amaro.
Sulla ricetta che avevo seguito come base diceva poi qualcosa tipo ‘stendere su un tavolo di marmo’ ma io non ho un tavolo di marmo. Se voi l’avete, usatelo. Lo ungete con un po’ d’olio di semi (di sesamo, se no un altro) spalmato con uno scottex, e via. Io ho usato una strisciata di carta da forno che ho unto per bene ed il risultato è stato perfetto.

Croccante di sesamo ben steso

Quindi, che sia su un tavolo di marmo o sulla carta da forno, prendete una spatola di plastica leggermente unta e stendete il pastone in modo che sia abbastanza fine, direi massimo un centimetro. Occhio perché ha una temperatura da ustione di terzo grado. Quando comincia ad essere meno incandescente con la stessa spatola potete tagliare il croccante nelle forme che preferite, a me piacciono i rombi perché mi fan pensare agli aquiloni.

Croccante al sesamo

E’ venuto buonissimo. Penso che si possa fare anche sostituendo il sesamo con nocciole, tostate e schiacciate, o mandorle, o altre similia. Ho letto una variante di qualcuno che al momento di stendere con la spatola ci passa sulla superficie ancora calda mezzo limone: quella punta acidula non dev’essere male.

A V V E R T E N Z E

Avvertenza uno. Le quantità qui sopra producono un mucchio impressionante di croccanti al sesamo, e per far tostare i 400 gr di sesamo ho dovuto usare una padella enorme. Se non siete un esercito potete dimezzare le quantità.

Avvertenza due. Dimenticate la dieta, perché è vero che non ci sono troppi grassi, ma il sesamo più il miele è una bomba calorica non da poco, soprattutto che come le ciliege uno tira l’altro, e dici mangio solo questo qui che non è tagliato bene, e poi finisci tutti quelli che sono in tavola.

Avvertenza tre. A costo di dire un’ovvietà, come in tutte le cose, perché il croccante al sesamo venga buono gli ingredienti devono essere di buona qualità. Io ho usato sesamo e miele bio. Questa volta era zucchero bianco ma la prossima proverò a metterci lo zucchero di canna, che ce lo vedo bene. Enjoy.

Croccante al sesamo

Fotografie, ricetta e articolo di WAKI

Posted by on novembre 24, 2010.

Tags: , ,

Categories: Dolci, Ingredienti e Prodotti, Vegetariane

55 Responses

  1. Carissima Waki, intanto benvenuta su FrancescaV 🙂 La tua nuova rubrica ci aprirà le porte della tua cucina dove so che si mangiano sempre cose buone e ben fatte, grazie!

    Che dire, il croccante al sesamo che ci presenti ti è venuto veramente bene: pochissimi ingredienti superselezionati, una mezz’oretta di lavoro ed ecco un ottimo croccante fatto in casa. Come lo conservi tu?
    Io anche ho sempre miele ottimo in casa, viene dalle api che vivono nel sud del Lazio, nella zona di Terracina, che vengono portate in tour (giuro che è vero!) nei boschi vicino al mare, in alberi differenti, per fare mieli diversi.
    Lo proverò sicuro il tuo croccante, contaci!

    by FrancescaV on Nov 24, 2010 at 9:10 am

  2. Ciao Francesca Vì,
    grazie a te d’avermi ospitata!
    Per la conservazione dei croccanti è come per i biscotti fatti in casa: al fresco e secco, l’ideale sarebbe un barattolo di latta in dispensa. Questa è la teoria. La pratica è che nel barattolo di latta dei biscotti ti ritrovi i croccanti appiccicati al recipiente: niente paura, si staccano facilmente, ma poi ti viene un nervoso per pulire il barattolo che meglio correre ai ripari.
    Quindi io li metto nella carta stagnola in un tupperware.
    Meglio consumarli subito, ragion per cui consigliavo di dimezzare le quantità piuttosto che di averne un quintale, ma se no nella mia esperienza, ho visto che anche dopo due settimane sono ancora buoni, soprattutto in questo periodo dell’anno. (d’estate eviterei)

    un abbraccione!
    waki

    by waki on Nov 24, 2010 at 9:50 am

  3. questa ricetta è un attentato!! io non li devo neppure vedere i croccanti al sesamo, ne ingurgiterei a palate!! però ovviamente mi sento in dovere di provarci………

    by Giò on Nov 24, 2010 at 10:33 am

  4. Sembra buonissimo…. potete confermarmi, per favore, che va bene anche per un celiaco? mi sembra che il sesamo non contenga glutine ma non ne sono certa…
    grazie ec omplimenti per le ottime ricette! è davvero un bel sito.
    Paolita

    by Paolita on Nov 24, 2010 at 11:05 am

  5. Anche a me risulta che il sesamo non contenga glutine.

    by waki on Nov 24, 2010 at 11:20 am

  6. Il croccante di sesamo è una delizia e ti è venuto una meraviglia!!!!!

    by mari e fiorella on Nov 24, 2010 at 6:22 pm

  7. Francesca, questo croccante è favoloso… deve esserlo sicuramente anche al palato!
    Ti ho lasciato due premi, spero di aver fatto cosa gradita!
    Ciao!
    Sara

    by pixel3v on Nov 24, 2010 at 8:14 pm

  8. In bocca al lupo Waki 😀
    Allora io ho a casa il miele solido ed il sesamo biondo: che dici posso avventurarmi?

    by Milena on Nov 24, 2010 at 9:46 pm

  9. Ciao Milena,
    il sesamo biondo è esattamente quello che ci vuole e secondo me il miele solido, se non è proprio un blocco di marmo, andrà bene perché scaldandosi diventa liquido.
    … in bocca al lupo per cosa? 0.O

    by waki on Nov 24, 2010 at 10:41 pm

  10. Grazie: il miele è denso, ma al punto giusto.
    Non mi resta che provare!
    In bocca al lupo per la nuova rubrica 😀

    by Milena on Nov 24, 2010 at 10:51 pm

  11. oh, grazie a te, allora. In questa “rubrica” e anche qui nei commenti mi sento un po’ come qualcuno a casa d’altri che mette le pattìne ai piedi per evitare di sporcare con le scarpone inzaccherate.
    Buon croccante, divertiti.

    by waki on Nov 24, 2010 at 11:01 pm

  12. complimneti Waki, il croccante é favoloso adoro il sesamo ed io alcontrario ho kili di sesamo ora non mi resta che convincere mia suocera che é necassario avere anche il miele per fare il croccante 😉
    Buona giornata!

    by mariluna on Nov 25, 2010 at 6:53 am

  13. waki rilassati, togliti le scarpe, siediti dove vuoi e chiacchieriamo. Dai che metto su l’acqua per un buon tè, da sorseggiare tra uno sgranocchio e l’altro del tuo croccante di sesamo 🙂

    by FrancescaV on Nov 25, 2010 at 10:57 am

  14. Questa ricetta è diventata la ghiottoneria di mia figlia, ovviamente a piccole dosi. Fra l’altro il sesamo è ricco di calcio ben assimilabile, e visto che lei non è amante dei latticini, è l’ideale per ovviare a questo inconveniente; l’unica cosa, è che la tostatura dev’essere leggera, per evitare la formazione di sostanze tossiche (sesamolo). Grazie per la ricetta!!

    by Rossella on Nov 25, 2010 at 12:05 pm

  15. Ricetta super!!!!anch’io ho quintali di miele da usare…e per questo natale ho pensato di regalare croccante a tutti!!!!

    by mary on Nov 25, 2010 at 12:12 pm

  16. @Francesca: toh, ho giusto un sacchettino di tè di Dagobah che mi è stato dato da Yoda himself.

    @Rossella: hai ragione, tostatura leggera, leggerissima, come ho detto la padella dev’essere calda ma non tanto da far scoppiare (o annerire) i semini.

    @Mary: anch’io per Natale mi sfogherò, ne darò in giro a chiunque 😉

    by waki on Nov 25, 2010 at 12:22 pm

  17. sono mamma di un bimbo celiaco e confermo assolutamente che il sesamo non contiene glutine

    by cristina on Nov 25, 2010 at 3:38 pm

  18. Grazie Cristina-mamma-di-un-bimbo-celiaco, ma già che ci siamo, e già che ormai comincio ad allargarmi e a fare come fosse a casa mia sul serio, –
    – vorrei chiederti: ma esiste un sito con una lista SERIA di TUTTI gli alimenti in natura che non contengono glutine? dico in natura perché non chiedo che mi si listi pure il kinder o i quattro salti in padella, mi basterebbe, appunto, cose come il sesamo, il farro, quinoa…

    by waki on Nov 25, 2010 at 3:41 pm

  19. ciao 🙂 sarà almeno una settimana che penso “” devo fare il croccante di sesamo….devo cercare una ricetta…voglio fare il croccante di sesamo…””
    beh! adesso non mi manca niente ! grazie per avermi letto nel pensiero! 🙂

    by roby on Nov 25, 2010 at 5:44 pm

  20. Se hai bisogno di qualcuno per mangiare il croccante, io ci sono!!! Poi facciamo così, la prossima volta che ci vediamo per la tarte flambèe porto un po’ di miele sardo, bello compatto 🙂

    by Aiuolik on Nov 25, 2010 at 9:52 pm

  21. … secondo me sono in pochi ad aver recepito che questa ricetta/post non è della Padrona di Casa ma di waki che passava di qua – Francesca, vedrai che qualcuno ti porterà del miele compatto per il tuo fidanzato! 🙂

    by waki on Nov 25, 2010 at 10:25 pm

  22. no ma hanno capito tutti waki 😉

    Però il miele sardo, Aiuolik, tu portalo comunque, ci conto. Poi se waki farà la brava gliene darò un po’ per il suo fidanzato 😀

    by FrancescaV on Nov 25, 2010 at 10:44 pm

  23. questa ricetta è buonissima e forse forse ringrazierai il fidanzato che ti “obbliga” a lavorare di ricerca e fantasia!

    by apranzoconbea on Nov 26, 2010 at 2:00 am

  24. deciso, questo Natale oltre al torrone-croccante di mandorle farò anche quello di sesamo, voglio due braccia così!!!

    by Elvira on Nov 26, 2010 at 7:23 am

  25. Ciao, Francesca.
    Eh sì che so benissimo cosa sia il gomasio!
    Ho mangiato macrobiotico per 10 anni in gioventù e me lo facevo con il riso integrale saltato il padella.
    Ora che me lo fai venire in mente, me lo faccio un po’. Mi piaceva tanto.
    Proverò sicuro a fare anche il croccante.
    Ti saprò dire.
    Grazie della doppia ispirazione.
    Francesca

    by fux on Nov 26, 2010 at 9:34 am

  26. Sto ridendo da sola al pensiero di cosa mi sia sucesso due anni fa con il croccante di mandorle.
    Se vuoi sganasciarti alle mie spalle, te ne do il permesso.

    fuxtuttofattoamano.blogspot.com/search?q=CROCCANTE+ALLE+MANDORLE+sabato

    by fux on Nov 26, 2010 at 9:42 am

  27. Grazie per la risposta sul sesamo e buona l’idea di regalare a Natale croccante !

    by Paolita on Nov 26, 2010 at 11:38 am

  28. Ma sai che hai proprio ragione, perché comprarlo? Meglio farlo in casa ed è un’ottima idea regalarlo!

    by Pip on Nov 26, 2010 at 12:08 pm

  29. Buonissimo il croccante al sesamo mi hai fatto venire voglia di provarlo. A noi non avanza mai tanto miele perchè marito e figliolo se lo mangiano a cucchiaini con la scusa del mal di gola e a differenza del tuo non sottilizzano tra liquido e compatto. Ciao, Simona

    by Le pellegrine Artusi on Nov 26, 2010 at 4:49 pm

  30. Ieri ho comprato una confezione enorme di sesamo, ma decorticato. Dite che va bene lo stesso?

    by Alex on Nov 28, 2010 at 6:22 am

  31. Quando ero all’università, ricordo, ne mangiavo a quintali. Però non ho mai provato a farli in casa.
    Ben venuta waki, sono molto contenta di ritrovarti 🙂

    by Acilia on Nov 28, 2010 at 9:17 am

  32. di solito facevo il croccante con le mie mandorle (biologiche naturalmente)
    proverò questa ricetta dliziosa grazie

    by panefresco on Nov 28, 2010 at 10:51 am

  33. @Alex: funziona lo stesso con il sesamo decorticato? Secondo me sì, ma non avendolo mai provato non posso garantire. Diciamo che se avessi in casa una montagna di sesamo decorticato “mi sentirei” tranquillamente di provare questa ricetta. Magari farei solo un po’ più attenzione ai tempi di cottura: che il fuoco dev’essere molto basso l’ho detto e probabilmente farei una prova per vedere se è già pronto dopo 10/15 minuti invece di 15/20. Ma qui siamo davvero nell’empirico. Se qualcuno ha già provato una stessa ricetta con il sesamo biondo / integrale / decorticato e quindi conosce i comportamente di ciascuno, è il benvenuto!

    @Acilia: per me il croccante di sesamo invece è sinonimo di “gita scolastica in Grecia”. Per giorni mi ero praticamente nutrita di croccante di sesamo comprato ad un prezzo derisorio nei Peripteros sparsi ovunque! Piacere di ritrovarti, sì, piacere mio (diceva waki con una tazza di Long Jing).

    by waki on Nov 29, 2010 at 9:30 am

  34. ho approfittato di un giorno di ferie forzato causa neve 🙂 per provare la ricetta del croccante…devo dire che la ricetta è spiegata benissimo ed è davvero facile e veloce ma devo chiederti alcune cosine…ho dimezzato le quantità come avevi suggerito ma il risultato finale mi lascia un po’ perplessa per quanto riguarda il sapore dolce…che a dire il vero non sento molto…anzi per niente! dove posso aver sbagliato? forse non ho tostato abbastanza il sesamo?…come miele ho scelto il miele d’acacia forse ha un sapore troppo delicato? dovrei utilizzare un miele più corposo?…ho aggiunto anche un po’ di succo di limone ma non ne sento il sapore….ah che disastro che sono :-(…
    cmq non è male…speriamo nel secondo tentativo
    Grazie per i consigli 🙂
    a presto

    by elisabetta on Dic 1, 2010 at 7:22 pm

  35. Buongiorno Elisabetta,
    non so che dire, io ho provato questa ricetta con le quantità dimezzate e mi è venuta uguale. Strano che non fosse dolce, ma forse dipende dai gusti: io l’ho trovata dolcissima!
    Comunque no, secondo me il sesamo non va tostato di più, anzi. Al di là del fatto che non faccia bene quando è troppo tostato, diventa più amaro! Attenzione anche alla cottura: alla fine il tuo croccante era diventato più scuro del mio? in quel caso è stato troppo cotto, anche il quel caso puo diventare amaro… Io ho usato due diversi tipi di miele: millefiori e castagno, e secondo me il miele di acacia dovrebbe andare bene, non può venire da lì il problema…

    però un consiglio che posso darti, è di aumentare un po’ lo zucchero e quindi diminuire il miele.
    Per esempio:
    200gr di sesamo
    100gr di miele
    50gr di zucchero (o anche 75, ti farà un po’ più di caramello).

    spero veramente che la prossima volta venga dolce, mannaggia!

    by waki on Dic 1, 2010 at 7:38 pm

  36. grazie per la tua risposta velocissima :-)…per quanto riguarda il colore del mio croccante ti dirò che confrontandolo con le foto pubblicate sul blog mi sembra addirittura più chiaro del tuo…credo di non averlo fatto tostare tantissimo perchè avevo paura che prendesse un sapore troppo deciso.
    anch’io credo che sia un problema di quantità e la prossima volt ascolterò i tuoi consigli…anzichè lo zucchero di canna chiaro bio voglio provare lo zucchero di canna integrale bio perchè ha un gusto caramelloso e credo che si sposi bene con la ricetta del croccante. per quanto riguarda il miele credo che opterò ancora per quello di acacia, temo che gli altri mieli abbiano un sapore più deciso…
    ti raccontertò…purtroppo mi sa ma domani si lavora qui a smesso di nevicare…quindi l’esperimento è rimandato a sabato 🙂
    grazie ancora

    by elisabetta on Dic 1, 2010 at 9:05 pm

  37. Ottima idea!

    Ho 3 domande:

    1) va bene anche il sesamo nero? Occorre tostarlo?
    2) qualcuno ha chiesto se va bene anche per i celiaci ma mi sono persa la risposta… qual era?
    3) va benissimo il miele per gli altri componenti della (mia) famiglia ma… per me che sono vegan che alternative potrei utilizzare? Per esempio, andrebbe bene la melassa da canna da zucchero?

    Troppe domande… non picchiatemi!

    by Sentiero on Dic 5, 2010 at 8:33 am

  38. Ciao “Sentiero”, nessun problema per le domande, figurati.
    Eccoti dunque le risposte:
    1- non so se il sesamo nero va bene lo stesso. Sinceramente non ne ho la più pallida idea.
    2- come già scritto poco sopra, nel sesamo niente glutine quindi ok per celiaci.
    3- cambiando le proporzioni immagino che puoi fare caramellare lo zucchero e dimenticare il miele. Non so come funziona con la melassa. Ma in quel caso vorrei farti notare che vuoi cambiare tre ingredienti su tre che ne ha questa ricetta: forse sarebbe meglio cercarne un’altra che richieda sesamo nero e senza miele. Questa parla di sesamo biondo e miele. Poi fai te. 🙂
    Buon ritorno su Vega.

    by waki on Dic 5, 2010 at 11:30 am

  39. Ci sono riuscitaaaaa :-)…con le quantità che mi hai dato è venuto perfettissimo, come quello che si compra in negozio….e ha superato la prova “colleghe di lavoro”.
    Grazie 🙂

    by elisabetta on Dic 14, 2010 at 8:26 pm

  40. Ottimo, Elisabetta, sono molto contenta che alla fine ti sia venuto come “quello che si compra in negozio”! ma questo ti costa di meno e ci puoi fare tutte le modifiche che vuoi!
    un bacione e buone feste…

    by waki on Dic 14, 2010 at 9:05 pm

  41. complimenti per la spiegazione trà tante ricette e l unica che e spiegata benissimo ,credo che lo provero subito,ancora complimenti!!!!!!!!!ciao

    by patrizia on Gen 25, 2011 at 3:46 pm

  42. ….il croccante di sesamo mi piace da impazzire, quindi sono contentissima di avere trovato questa tua ricetta, ma la cosa ancora più bella è stata la tua spiegazione, a partire da “una specie di suocera” 😉 all’asfalto che cola dal camion……ridevo da sola davanti al pc. ….sei stata fortissima!!! 😉 grazie grazie ancora, ciao ciao

    by paola on Set 16, 2011 at 7:20 am

  43. Francesca, ma perchè a me il croccante diventa superappiccicoso sui denti? il gusto è buonissimo ma è impossibile da mangiare perchè è appiccicoso! uffi, cosa ho sbagliato? troppa cottura? ho sbagliato involontariamente con le dosi? uffiiii (presumo di aver sbagliato una cosa, ho messo dell’acqua perchè quando ho aggiunto i semini, mi sembrava che l’ammasso si stesse bruciando…) dimmi tu…ti pregooo! a me piace tanto il croccantino al sesamo!

    by dadychan on Set 26, 2011 at 9:38 am

  44. ciao dadychan, questa ricetta del croccante di sesamo è di waki che ho ospitato sul mio blog. Devi riporvare stanto molto attenta alle dosi e ai passaggi che waki ha ben spiegato, senza acqua e senza farti prendere dall’ansia 😉 Facci sapere come è andata!

    by FrancescaV on Ott 1, 2011 at 4:40 pm

  45. ciaooo e il procedimento come..

    by valeria on Dic 9, 2011 at 4:43 pm

  46. ki mi risponde..

    by valeria on Dic 9, 2011 at 4:45 pm

  47. ciao franci il procedimento x fare il sesamo con il miele quale

    by valeria on Dic 9, 2011 at 4:47 pm

  48. A me le barrette di sesamo servirebbero durante le mie escursioni in mtb, al posto degli intrugli “energetici” che si trovano in commercio. E anche quelle gia fatte al sesamo spesso non sono reperibili.
    Ora la mia domanda è: visto che sono il fortunato possessore di un kenwood cooking chef lo potrei usare? dopo aver ovviamente tostato il sesamo, mi risparmierei il mescolamento manuale 🙂 che ne dici?
    grazie ciao.

    by stefano on Giu 7, 2012 at 2:12 pm

  49. ciao stefano, mi fa piacere leggerti sul mio blog. Secondo me puoi usare il tuo robot per mescolare (fortunato sì).

    Se provi poi ci fai sapere? Ciao!

    by FrancescaV on Giu 7, 2012 at 2:37 pm

  50. innanzitutto complimenti per come è spiegato, chiaro e divertente 😀
    Ora mi sto apprestando a farlo.. ti dirò com’è venuto!

    by tam on Giu 11, 2012 at 4:26 pm

  51. tam, facci sapere a me e waki come è venuto allora 🙂

    by FrancescaV on Giu 11, 2012 at 4:56 pm

  52. mi associo a Francesca, Tam, prima apprestati e poi facci sape.
    la waki.

    by waki on Giu 11, 2012 at 5:01 pm

  53. il sapore è buonissimo!!! diciamo che ho letto un pò troppo velocemente la parte dove dici che è ustionante… e ci ho rimesso un dito! pazienza, ne valeva la pena 😀

    by tam on Giu 11, 2012 at 5:50 pm

  54. Felice che ne valesse la pena, in fondo ti rimangono normalmente altre 9 dita. 😉
    (grazie per il feedback)

    by waki on Giu 11, 2012 at 8:01 pm

  55. Ciao, io vorrei preparare il croccante sia di sesamo che di altri ingredienti (tipo mandorle o arachidi) da regalare a Natale con altre cosine fatte a me ma, avrei bisogno di sapere:
    quanto tempo si può conservare, se lo faccio adesso e lo confezione con carta forno rimane buono x Natale, posso metterlo nei sacchetti natalizi o devo conservarlo nel vetro o latta?
    Sarebbe comodo se si potesse già prepararlo adesso, a me piace iniziare presto a confezionare i miei regali così evito di arrivare con l’acqua alla gola alla vigilia.
    Se qualcuno sa dirmi quanto mi serve io ringrazio.

    by bruna on Nov 13, 2012 at 4:26 pm

Leave a Reply

« | »




Articoli recenti


Pagine