FrancescaV



« | »

Pollo intero al limone

Il titolo completo sarebbe: pollo intero al limone cotto in forno senza aggiunta di grassi. Eh sì, perchè questo pollo si cuoce e arrostisce in forno con i suoi sughi mischiati a quelli di un bel limone bucherellato ed infilato dentro. Ancora più facile e veloce del pollo arrosto classico, perchè si risparmi la fase legatura, divertente per quel bel limone che lo condirà tutto, ci ha deliziato l’altro ieri a cena: sia io che Carlo ci siamo leccati anche le dita 🙂

Pollo al limone intero cotto in forno

La ricetta l’aveva segnalata nei commenti del pollo arrosto Artemisia, e io non ho fatto altro che andare a cercare nel suo archivio e seguire le indicazioni del suo pollo al limone. Questa ricetta è il preludio della prossima, quindi mi raccomando, leggete tutto fino alla fine e seguite i consigli nell’ultima parte di approfodimento.

Ingredienti x 2: un polletto intero di circa 600 gr., un limone bio, sale grosso q.b.

Andare dal proprio macellaio di fiducia e farsi dare un bel polletto di campagna, quelli sani e buoni. Io vado sempre da una signora che vive in campagna ed ha il bancone al mercato vicino da me, che ha degli ottimi polli, tutti suoi. Il mio pollo è già bello spiumato e pulito. Se il vostro ne ha bisogno, spiumatelo bene. Lavarlo sotto l’acqua corrente, asciugarlo e massaggiarlo con un po’ di sale grosso. Salarne anche la cavità interiore. Lavare ed asciugare il limone, bucherellarlo con una forchetta, e inserirlo nella cavità interiore. Metterlo in una teglia da forno foderata con carta forno a cuocere in forno caldo a 180° per circa 45 min. tagliare a metà e srevire, accompagnandolo con una verdura di stagione stufata in padella, come un cavolo-verza, o con patate novelle al forno.

Pollo al limone cotto in forno pronto per essere mangiato
Approfondiamo.

Questa ricetta è il preludio per una ricetta di brodo di pollo particolare, che ho preparato ieri sera. Quindi, mi raccomando, quando comprerete il pollo e lo cucinerete così, mettete da parte in frigo sia le frattaglie che aveva che il collo crudi (oppure un’aletta in mancanza del collo). E dopo aver gustato il pollo, tenete da parte in frigo anche tutti gli avanzi di ossa e pelle.
Il giorno dopo ne potrere fare un brodo di pollo all’anglosassone eccezionale!

Per chi va ancora più di corsa c’è sempre il pollo al limone e rosmarino da fare in padella.

Posted by on dicembre 1, 2010.

Tags: , ,

Categories: Cucina divertente, di carne, Ricette leggere, Ricette veloci, Secondi

21 Responses

  1. E’ andata bene allora! In settimana proverò di sicuro…….immagino già lo sguardo incredulo di mia moglie….
    Nella parte libera del foro potrò cucinare contemporaneamente le patate novelle ?

    Verdure stufate in padella ? come si preparano ? ti prego aiutami!

    Grazie sempre,
    Massimo.

    by Massimo on Dic 1, 2010 at 9:33 am

  2. Buongiorno Massimo! Sì, se usi una teglia abbastanza capiente puoi cuocerci vicino le patate. Ma come ti devo dire come stufare le verdure in padella? Sono sicura che lo sai benissimo. Comunque ti dico come ho fatto io: olio e aglio intero, rosalato a fuoco bassissimo per 5 minuti, tolto l’aglio, messo il cavalo verza tagliato a listarelle sottili, un dito d’acqua se serve, coperchio, e a fuoco medio per circa 8 minuti.

    by FrancescaV on Dic 1, 2010 at 9:43 am

  3. Francesca,
    ma cuocendo cosi’ il pollo non schizza tutto il grazzo nel forno? L’ultima volta sono rimasta cosi’ scioccata dalla fatica che ho fatto dopo per pulire il forno che ci avvo messo una croce sopra, ma mi piacerebbe tanto riprovarci.

    PS; aspetto il brodo di pollo…l’anno scorso ho fatto il brodo di gallina ed ho scoperto che e’ la cosa piu’ buona del mondo 🙂

    by Elvira on Dic 1, 2010 at 11:12 am

  4. Francesca, ebbene si! sono meno che dilettante…mi avvicino al vostro mondo da poco e con grande entusiasmo ed interesse!
    Ecco perche’ chiedo di tutto e magari anche nei particolari….
    provero’ a stufare le verdure !
    grazie!

    by Massimo on Dic 1, 2010 at 12:46 pm

  5. cara Francesca, non mangio il pollo ma mi piace il metodo di cottura…naturale e senza grassi aggiunti!
    buona giornata!

    by apranzoconbea on Dic 1, 2010 at 2:21 pm

  6. Elvira, a me non è schizzato nulla nel forno. Magari hai usato una teglia dai bordi troppo bassi? idem, adoro il brodo di pollo, spero ti piacerà 🙂

    Massimo, non sai quante cose non so fare io, e quante ne ho imparate grazie al blog e soprattutto a qeullo degli altri. Questo per dirti che qui su FrancescaV, tutte le domande sono possibili, ma tutte tutte, soprattutto quelle che non si ha il coraggio di fare 🙂 Quindi grazie di chiedere.
    Le verdure stufate mantengono il loro sapore, a me piacciono molto, ma non farle cuocere troppo, altrimenti doventano molli e insapori.

    apranzoconbea, la stessa cosa che è piaciuta a me di questo pollo, con un gusto finale incredibile.

    by FrancescaV on Dic 1, 2010 at 5:33 pm

  7. sono davvero molto contenta di vedere questo pollo con una faccia così golosa ; )
    aspetto con grande interesse il brodo.

    by artemisia on Dic 1, 2010 at 6:20 pm

  8. mi sembra un ottima ricettina, credo che domani farò un salto dal macellaio…!

    by Elisabetta on Dic 1, 2010 at 7:14 pm

  9. artemisia quanto ci è piaciuto, buono buono. Presto arriverà anche il brodo di pollo, da provare assolutamente 🙂

    Elisabetta, compra un bel polletto ruspante, e mi raccomando segui le indicazioni per non buttare collo e interiora crudi e poi gli scarti del pollo mangiato, che ora arriva la ricetta per come utilizzarli.

    by FrancescaV on Dic 2, 2010 at 9:16 am

  10. ho fatto il pollo de è stato un successone, era bello grosso di una qualità chiamata Tonchese (è piemontese), ha cotto circa due orette e l’abbiamo mangiato in due tranches, prima con insalata e oggi a pranzo con patate al forno.
    gli scarti però sono finiti tra i denti del nostro cagnone!!

    by Elisabetta on Dic 5, 2010 at 2:22 pm

  11. Elisabetta, sono proprio contenta che sia piaciuto a tutti, hai visto che gusto fenomenale e che sughetto al limone rilascia il pollo in cottura? Cane goloso! Lo dovrai rifare il pollo allora, perchè tra poco arriverà il brodo, che ha un gusto eccezionale :-b

    by FrancescaV on Dic 5, 2010 at 4:09 pm

  12. Francesca, non ho ancora provato il pollo ma stasera come contorno ho provato a stufare il cavolo verza così come hai indicato. A mia moglie è piaciuta tantissimo ed ancora grazie a te ci si avvicina ad una alimentazione più….salutare!
    Però, quasi mi vergogno a dirlo, vorrei capire meglio il procedimento (sarò troppo pignolo?)…
    Metto un pò d’olio in padella, accendo la fiamma e dopo 5 minuti tolgo l’aglio oppure devo aspettare che sia un pò dorato? Aspetto più di otto minuti purchè sia ben appassita o scendo subito la verza?
    Devo dire che dopo averne mangiato un pò l’ho sentita un pò pesante, forse troppo olio e troppo tempo per rosolare l’aglio?
    p.s. Cosa altro si potrebbe stufare? I peperoni? Perchè non aprire uno spazio dedicato alle verdure e cereali?
    Grazie ancora!

    by Massimo on Dic 6, 2010 at 10:06 pm

  13. […] in programma il pollo al limone intero, quindi non ho fatto altro che tenere da parte gli scarti, crudi e cotti (l’avete fatto anche […]

    by Brodo di pollo all'anglosassone | FrancescaV on Dic 7, 2010 at 8:58 am

  14. Massimo, trasmetti un entusiasmo contagioso, grazie 🙂 Il segreto per non avere un olio con agli pesnate è quello di mettere 2 cucchai di olio e lo spicchio d’aglio su fuoco bassissimo. In questo modo l’aglio comincerà a dorarsi lentamente rilasciando i suoi olii essenziali. Quando sarà un po’ dorato da un lato giralo sull’altro e poi dopo altri 2 minuti toglilo. varai così un soffritto gustoso ma per nulla pesante. Butti le verdure ben lavate e tagliate in padella, se ce n’è bisogno aggiungi 2 dita d’acqua, copri e fai cuocere a fuoco medio senza farle troppo cotte però. Puoi stufare anche i peperoni sì, ma non sono di stagione ora 🙂

    by FrancescaV on Dic 7, 2010 at 9:16 am

  15. …potrei dire la stessa cosa riguardo l'”entusiasmo contagioso”…..
    ritornando al cavolo verza credo di aver messo troppo olio, e troppi (ben tre) spicchi d’aglio…
    la fiamma all’inizio era bassissima, diciamo al minimo, poi anche su input di mia moglie è stata alzata un po’….non vedo comunque l’ora di ri-prepararli, mettendo 2 cucchiai d’olio ed un solo spicchio, fiamma bassissima (al minimo), e non tenere l’aglio piu’ di 5 minuti per lato (circa), dopo aggiungo la verza e metto due dita d’acqua, copro con il coperchio e metto la fiamma su medio come posizione del regolatore…aspetto cirda 10 minuti o fino a quando nonsembra cotta. Per favore correggimi se sbaglio…
    Ed allora? perche’ non uno spazio dedicato a chi, come me, non sa se mettere uno , due o piu’ cucchiai d’olio, non sa cosa succede se si tiene troppo l’aglio, se mettere acuqa e quanta, etc. etc. , insomma rudimenti (ma veramante rudimenti, le basi!) e trucchi per una cucina sana e gustosa…speigando come è perchè’…??
    Dai!
    grazie sempre!

    by Massimo on Dic 7, 2010 at 9:52 am

  16. L’ho provato ieri sera a cena. E proprio buono, delicato e leggero!!!
    Francesca sei un mito!!!
    M.Lena

    by Maria Lena on Dic 11, 2010 at 6:36 pm

  17. finalmente sono riuscito a provarlo! ho esagerato un pochino con il sale, ho superato l’esitazione nel “massaggiare” il pollo crudo ed intero sciacquandolo prima sotto l’acqua, ho ignorato lo sguardo incredulo di mia moglie nel vedermi fare qualcosa che fino a poco tempo fa non mi sarei sognato di fare, ho atteso pazientemente che arrivasse il tempo di cotture ben oltre i 45 minuti dato che il mio pollo pesava il doppio rispetto quello indicato in ricetta…
    ma che soddisfazione e che gusto ! anche se un po’ salato :))
    grazie

    by Massimo on Dic 13, 2010 at 1:05 pm

  18. Massimo, sto pensando all’idea che hai lanciato su creare uno spazio in cui parli di cose di base, fammici riflettere ancora un po’. Ma mi stai diventando un cuoco provetto, ti devo eleggere tester ufficiale delle ricette di FrancescaV 🙂 Per la volta prossima basterà ridurre un po’ il sale, e voilà sarà ancora meglio. Bravissimo!

    Maria Lena, anche a noi è piaciuto molto, e tu sei molto gentile, per così poco 🙂

    by FrancescaV on Dic 13, 2010 at 1:11 pm

  19. […] fare la stracciatella ieri sera, sono partita dal pollo arrosto al limone, cucinato nel finesettimana. Con gli scarti del pollo ho preparato il brodo di pollo […]

    by La stracciatella romana | FrancescaV on Feb 23, 2012 at 9:21 am

  20. ottimo, anche il brodo all’inglese (o irlandese in questo caso). Cosa posso farci con gli avanzi del pollo?

    by leo on Nov 12, 2012 at 2:07 pm

  21. […] c’è il pollo arrosto, classico, al quale FrancescaV aggiunge un tocco agro di limone che ci sta sempre […]

    by Pollo: fritto, al forno o con le mandorle | Flora on Giu 10, 2013 at 10:18 am

Leave a Reply

« | »




Articoli recenti


Pagine