Mostarda di arance (senza senape!)

Letto 9863 volte.

Questa è una di quelle ricette che adoro, perchè si può utilizzare tutto degli ingredienti da usare. Mentre mi preparo per cucinare la mostarda di arance, quindi, mi sono organizzata già per quello che avrei fatto con gli scarti, la polvere d’arancia, della serie ‘si cerca di non buttare via nulla, per il piacere di trovare la soluzione culinaria a (quasi) tutto’.

Arance sbucciate a vivo per la mostarda di arance

Avevo già provato l’ebrezza del riciclo anche per il brodo di pollo all’anglosassone, fatto con gli scarti del pollo arrosto, ed ho voluto continuare con la mostarda. Basta esercitarsi e a mano a mano si trovano (o si inventano) soluzioni per usare il più possibile le materie prime di cui si dispone, che tanto ci adoperiamo a trovare sane, di stagione e al giusto prezzo.

Nello specifico della mostarda, avevo comprato le arance biologiche (merce rara da queste parti), e di buttarne la buccia proprio non mi andava (no no). E’ vero che ho dovuto fare doppio lavoro all’inizio, per capare le arance, ma è pur vero che a conti fatti ho guadagnato un prodotto finito in più (du gust è megl che uan), ed ho anche buttato meno spazzatura.
Insomma, son soddisfatta, e se volete fare come me, seguite tutte le istruzioni :-)

Ingredienti per circa 4 barattolini da 250 gr. l’uno: 1,200 gr. di arance biologiche e mature, 800 gr. di cipolle (io ho mezzo metà bianche e metà rosse), 200 gr. di aceto di vino bianco di buona qualità, 350 gr. di zucchero di canna chiaro bio, 4 peperoncini secchi.

Si comincia col capare le arance. Questa operazione si farà in due fasi. Prima di tutto si lavano bene sotto l’acqua corrente e si asciugano. Poi con un pelapatate si toglie via la parte arancione della buccia cercando di non prendere anche la parte bianca (nociva). Questa operazione, per un kg e 200 gr. di arance, porta via del tempo, ma poi sarete ricompesnati :-) Raccogliete tutte queste bucce e tenetele da parte. Domani vi dirò cosa ci potrete fare. Ora abbiamo le arance senza buccia arancione ma con tutta la loro parte bianca. Capiamole a vivo, cioè tagliando la buccia fino a toccare la polpa (come si vede nella prima foto). Tagliamo poi le arance a tocchetti e mettiamole in una casseruola dai bordi alti dove avremo precedentemente sbriciolato i peperoncini. Passiamo ora a sbucciare le cipolle, tagliamo anche loro a tocchetti e versiamo sempre nella casseruola. Mettere sul fuoco e cuocere coperto a fuoco medio per circa un’ora, girando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Togliere dal fuoco e aggiungere zucchero e aceto, amalgamare e rimettere sul fuoco per un’altra oretta, scoperto, e comunque fino a quando la mostarda si sarà addensata. Invasare subito dentro vasetti di vetro ben asciutti precedentemente sterilizzati (vedi più in basso). Chiudere i vasetti, rivoltarli e farli stare così per una notte intera, per far creare il sottovuoto. Al mattino riponeteli in dispensa nella giusta posizione. Attendere un paio di settimane prima di usare la mostarda di arance.

Vasetto di mostarda di arance

Approfondiamo.

La ricetta della mostarda di arance proviene da ‘La cucina di casa del Gambero Rosso’, di Annalisa Barbagli. Ho diminutio le dose di zucchero e aceto, il primo perchè non volevo una mostarda troppo dolce ma un contrasto agro-dolce maggiore, il secodno perchè non volevo che l’aceto coprisse troppo tutti gli altri sapori. Credo di essere riuscita nell’intento, più o meno.

Come procedere alla sterilizzazione dei vasetti: prendere i vasetti e i loro tappi ben puliti e metterli in una grande casseruola riempita d’acqua e messa sul fuoco. Lasciare bollire per almeno 30 min. Ritirate la casseruola dal fuoco, togliete i vasetti e i loro coperchi dall’acqua bollente (attenzione a non ustionarvi le mani), asciugarli bene e procedere subito all’invasamento della mostarda appena tolta dal fuoco.

La mostarda di arance, con il suo gradevole gusto di frutta agrodolce, è perfetta per accompagnare i formaggi.

Come avrete notato, questa è una ricetta di mostarda senza senape. Il gusto piccante della senape in polvere (veramente difficile da trovare), è dato direttamente dai peperoncini secchi. Quindi sbizzarritevi ad usare i peperoncini che più vi piacciono.

Arance sbucciate a vivo per la mostarda di arance
Domani useremo le bucce di queste belle arance biologiche!

Tags: , ,

Commenti


  1. e questa mostarda la regalerò anche, per regalare quel sapore e profumo di arancia da godere anche in primavera.

    Commento by FrancescaV

  2. Francesca, la prossima volta mettici un pezzettone di zenzero al posto dei peperoncini: un altro pianeta!
    Io non la faccio da un po’ di tempo, mi rimane troppo a lungo la puzza di cipolle in casa :*(

    Commento by MarinaV

  3. Ciao Francesca, è tanto che non lascio un commento! Sei sempre incredibile e la mostarda è spettacolare…non ho mai provato a farne una!
    Un abbraccio

    Commento by silvia

  4. Francesca sei incredibile! questa mostarda mi ha tolto il sonno per quanto sono curiosa di provarla! ma quante tue ricette mi sono già segnata e sono in attesa? Ti adoro, un abbraccio! annarita

    Commento by cucinalkemika

  5. che meraviglia francesca! questa la faccio si si

    Commento by genny

  6. Ma quanto siete carine voi? Mi avete regalato dei commenti bellissimi, grazie ragazze!

    MarinaV, lo zenzero mi intriga assai, ci avevo anche pensato, ma avevo già apportato così tante modifiche alla ricetta che mi son autolimitata :-) Segnato per la prossima! Sul fronte odore cipolla, non me ne ricordo sai.

    silvia, cucinalkemica, genny, smakk!

    Commento by FrancescaV

  7. una domanda…ma “CAPARE” che lingua sarebbe??? Cioè, è italiano d’accordo, ho controllato, ma non l’ho mai sentito usare nelle ricette di cucina, nemmeno in quelle fighette…dove l’hai pescato? E’ in uso dalle tue parti?

    Commento by Marina

  8. uh Marina che tono sgradevole hai usato. Ma perchè tu la frutta non la capi?

    Commento by FrancescaV

  9. Amore a prima vista, voglio farla e credo che ci accompagnero’ pure carni bianche e pesce!
    Ad ogni modo le arance non devono solo esser bio ma anche non trattate, almeno quelle che compro qui pur essendo organic hanno la buccia trattata e si vede. Devo cercarle proprio nature..
    bellissima l’idea del riciclo, davvero furba, brava :)

    Commento by Katia

  10. ma è sicuramente da provare!

    Commento by Symposion

  11. katia, hai ragione, la mostarda d’arance è da provare anche con le carni bianche :-b Sì, arance biologiche e non trattate.

    Symposium, bene :-)

    Commento by FrancescaV

  12. Ciao Francesca, vedo che anche a te ogni tanto qualcuno mette i puntini sulle i

    Significato capare:
    [ca-pà-re]
    (càpo)
    v. tr.
    1 dial. Scegliere

    2 region. Mondare, sbucciare: c. la verdura

    Ciao un abbraccio Emanuele

    Commento by Emanuele

  13. aperto il primo barattoletto di mostarda di arance! Provata con i formaggi stagionati è perfetta :-)

    Commento by FrancescaV

Torna in cima | Torna alla home

Scrivi un commento




 

Newsletter

FrancescaV.com è il mio diario di ricette che puoi cucinare facilmente in casa. Per averle direttamente nella tua email iscriviti alla newsletter. Benvenuto!

Il TrovaRicette

Pochi ingredienti nel frigo e nessuna idea su come usarli?

Inserisci uno, due o tre ingredienti nel box a fianco e trova la ricetta che fa per te!

 
 
 
 
 
 

Ricette di Natale, clicca!

Ricette di Natale

 

Ricette di Natale Antipasti

 
  • Ricette di Natale Primi piatti

     

    Ricette di Natale Secondi piatti

     

    Ricette di Natale Contorni

     

    Ricette di Natale Dolci 1

     

    Ricette di Natale Dolci 2