Pane di segale finlandese

Letto 10334 volte.

Era dal pane con sciroppo d’acero e noci pecan che non panificavo, una vita. Ma avevo voglia di fare un pane, da tanto. Sfogliando la rivista Régal di febbraio-marzo 2011 mi sono imbattuta in questo pane di segale finlandese e non ho resistito.

Pane di segale finlandese

E’ un pane che si cuoce in uno stampo da cake, e questa volta ho usato quello dell’Ikea, basso e lungo, perchè volevo dare una forma piccola da brunch o aperitivo alle fette di pane. La mollica risulta morbida grazie alla presenza delle patate nell’impasto, la crosta rimane croccante. Perchè pane finlandese? Perchè sembra che in Finlandia il pane di segale sia il pane comune per eccellenza.

Come per la pizza ai funghi, anche qui la lievitazione è doppia, una lenta e una più corta, vincente soprattutto nei casi di utilizzo di farine diversa dalla 0, come questa di segale appunto. Se vi appassiona il pane con farine alternative provate anche il pane di kamut ai 5 pepi.

Ingredienti per un pane: 200 gr. di patate farinose, 250 gr. di farina di segale bio, 250 gr. di farina 0 bio, 10 gr. di lievito di birra fresco, acqua calda qb., 2 cucchaini scarsi di sale fino.

Per prima cosa far cuocere le patate con la buccia, ben sciacquate, in abbondante acqua. Ci vorranno circa 40 min. Scolarle, spellarle e passarle al passapatate. In un bicchiere pieno di acqua tiepida sbriciolare e sciogliere il lievito di birra. In una ciotola mischiare le due farine con il sale. Su una spianatoia infarinata versare le farine e fare la classica fontana: allargate con la mano il centro della fontana, metterci le patate passate tiepide e cominciare ad aggiungere un po’ d’acqua col lievito. Piano piano incorporare la farina con le patate all’acqua, e aggiungerne un po’ alla volta fino a quando  si comincerà a creare un impasto. Se pensate ci sia bisogno di altra acqua aggiungetene calda, un cucchaio alla volta. Impastate con vigore (la farina di segale è un po’ dura all’inizio) dando all’impasto una forma omogenea a palla. L’impasto va lavorato con le mani almeno 10 min. (io mi son messa la sveglietta vicino) fino ad ottenere una palla elastica, omogenea e non appiccicosa. Mettere in una ciotola, abbassarlo leggermente con la mano, coprire con un canovaccio di cotone e mettere in forno spento a lievitare per circa 3 ore e mezza. Siccome avevo la cucina molto fredda ho precedentemente riscaldato il forno a 30°. Dopo la lievitazione, spennellare lo stampo da cake con olio e.v.o., tirare fuori l’impasto, rimetterlo sulla spianatoia, dargli una forma lunga e cilindrica e posizionarlo all’interno dello stampo. Ricoprirre col canovaccio e rimettere a lievitare nel forno spento per un’altra ora e mezza, fino a quando non avrà raddoppiato quasi di volume. Tirare lo stampo fuori dal forno, e scaldarlo a 200°.  Infornare il pane ed abbassare la temperatura a 180°. Cuocere per circa 40-45 min. Sfornare, e dopo circa 10 minuti togliere il pane dallo stampo e farlo raffreddare del tutto su una gratella. Si conserva un paio di giorni ben copeerto con un canovaccio di cotone.

Pane di segale finlandese
Approfondiamo.

Nella ricetta originale le dosi delle due farine sono bilanciate diversamente: 100 gr. di farina di segale e 400 gr. di farina 0. Scegliete voi quale preferite, io volevo un pane di segale vero 🙂

Neanche a farlo apposta, il pane di segale finlandese si sposa col burro e salmone affumicato, avevate qualche dubbio? 🙂 Per questo lo vedo bene nei brunch domenicali o negli aperitivi, come sostegno a cibi da mangiare in piedi.

Non si conserva a lungo, massimo 2 giorni coperto da canovaccio di cotone, come già detto. Pensate quindi di prepararlo per consumarlo subito.

pane di segale finlandese

Tags: ,

Commenti


  1. Ciao, sono stata in Finlandia due volte e il padrone di casa una volta ci ha offerto il suo pane di segale….buonissimo! …certo, il sapore era MOLTO diverso rispetto al pane a cui siamo abituati noi…era sodo, compatto, ideale da tagliare a fette per farne delle tartine e dal sapore decisamente acidognolo…certo, con il burro, la marmellata e con tutte le loro salsine era davvero gudurioso! 🙂
    Inoltre, ci ha stupito il fatto che si è consevato bene per diversi giorni!
    Sinceramente non ne conosco gli ingredienti (all’epoca non ero così attratta dalla panificazione)…chissà se c’erano le patate…in ogni caso ti posso dire che le farine in Finalndia costano molto più che da noi!
    Comunque, credo che proverò questo pane…grazie!
    😉

    Commento by Sara

  2. i tuoi “pani” Francy sono sempre meravigliosi, complimenti!!!! 🙂

    Commento by valentina

  3. E se lo provassi col lm? E magari anche delle uvette? Eresia anarchica 🙂

    Commento by Reb

  4. buono! ma viene umido vero? Se lo taglio a fette e metto in frigorifero ben chiuso dici che si conserva di +?


  5. ciao Sara, il pane di segale é infatti più compatto e denso di quello classico, cole si vede dalla foto. Non so se nel pane finlandese ci sono le patate, ma se si vuole un pane con l’interno umido e morbido io le consiglio. Ah quindi in Finlandia le farine sono care, ma anche i cibi in generale? Mi piacerebbe tanto fare un viaggio in quei luoghi, chissà 🙂

    grazie valentina! Sono proprio contenta che ti piacciano.

    Reb, con la pasta madre puoi provare sicuramente, anzi poi ci dici le dosi? Invece l’uvetta proprio no 😉

    Cleareilpomodorosso, si l’interno viene umido grazie alle presenza delle patate nell’impasto. Se lo vuoi più umido, meno compatto e che si conservi più a lungo usa le dosi originali della ricetta che riporto nell’approfondiamo. Conservare le fette in frigo non saprei, ma non credo.

    Commento by FrancescaV

  6. buonissimo il pane di segale io lo compro spesso al Marché U…una loro specialità , fatto all’antica, bello compatto e gustosissimo, proprio tutti i martedi’!

    Buon pomeriggio 😉

    Commento by mariluna

  7. Ti consiglio di andarci prima o poi…ci sono dei paesaggi stupendi…io ho passato due estati meravigliose e davvero rigeneranti!
    Noi abbiamo sempre affittato un cottage quindi facevamo la spesa nei supermercati…è un pò difficile capire cosa stai comprando quindi è necessario portarsi sempre un dizionario e chiedere ai commessi! In generale le cose che ho trovato più care sono frutta e verdura, ma solo alcune varietà…il che può anche essere comprensibile viste le loro condizioni climatiche…ma basta entrare in un bosco per farsi una scorpacciata di mirtilli! ;.)

    Commento by Sara

  8. buono il pane di segale, mi piace per il suo profumo e la sua compattezza!

    Commento by Symposion

  9. Mariluna, che bello il pane di segale del martedì, e che coincidenza 🙂 Non sapevo di questo pane al Marchè U, mi informo, grazie dell’info.

    Sara, con questi racconti mi fai venire voglia di comprare un biglietto aereo per la Finlandia! I mirtilli, ma lo sai che è da più di una settimana che ne ho una voglia matta, chissà perchè, e sono giorni che penso a tutte le ricette che voglio provare appena li troverò al mercato 😉

    Symposion, sì anche a me il profumo e il sapore del pane di segale piace tanto 🙂

    Commento by FrancescaV

  10. Oh, che bello! Me lo segno. Sono in perenne lite con il ldb, ma in perenne voglia di rivalsa. Ho giusto della farina di segale che mi aspetta…
    Poi questi echi nordici di salmoni e burri mi fanno impazzire…


  11. è venerdì devo giusto preparare il pane per il fine settimana e questo con le patate mi prende molto bene. grazie francesca, ti farò sapere, ma sono sicura che durerà pochissimo……
    mangiafuoco.

    Commento by rosa rotondo

  12. rosa rotondo, ottimo 🙂 Lo farai con lievito di birra fresco come me o ti avventuri con la pasta madre? Facci sapere poi, ciao!

    Commento by FrancescaV

  13. sapore che si sposa con il salmone e il burro ma anche con il salamino cacciatore.buono e delicato.ho provato a congelarlo e una volta scongelato non c’è differenza con il fresco.super

    Commento by ennio

Torna in cima | Torna alla home

Scrivi un commento




 

Newsletter

FrancescaV.com è il mio diario di ricette che puoi cucinare facilmente in casa. Per averle direttamente nella tua email iscriviti alla newsletter. Benvenuto!

Il TrovaRicette

Pochi ingredienti nel frigo e nessuna idea su come usarli?

Inserisci uno, due o tre ingredienti nel box a fianco e trova la ricetta che fa per te!

 
 
 
 
 
 

Ricette di Natale, clicca!

Ricette di Natale

 

Ricette di Natale Antipasti

 
  • Ricette di Natale Primi piatti

     

    Ricette di Natale Secondi piatti

     

    Ricette di Natale Contorni

     

    Ricette di Natale Dolci 1

     

    Ricette di Natale Dolci 2