Il purè di patate (piccoli consigli senza foto)

Letto 14068 volte.

Questo è il mio primo secondo purè di patate della mia vita. Avevo fatto un purè bicolore di patate e zucca, ma ormai anni fa. A casa mia le patate si mangiavano la sera, lesse, spesso schiacciate, calde, condite con sale e olio, e tanto stracchino colante vicino (si capisce che è ancora uno dei miei piatti preferiti in assoluto?). Sicuramente risiede lì la mia mancanza di fantasia alle richieste, moderate ma costanti, di mio marito, abituato invece a mangiare purè di patate almeno una volta a settimana.

Ieri sera l’ho accontentato, per la prima volta. Mi appunto le dosi per un purè base di patate, per me e come sempre per chi passa di qui e ne ha bisogno. La foto non c’è: il purè di patate è antifotogenico per eccelenza, e io preferisco darvi una ricetta fatta bene senza foto che con un’immagine che vi dica: “Non mangerò mai più un purè in vita mia”.

E poi in questo caso tutti, ma proprio tutti, hanno in mente un buon purè di patate, confermate?

Ingredienti per 4: 6 patate biologiche di media grandezza, 30 gr. di buon burro, 3 dl di latte fresco, sale, pepe, noce moscata (e/o buccia grattata di un limone biologico).

Lavate per bene le patate sotto l’acqua corrente, mettete in una pentola dai bordi alti e copritele di acqua fredda. Mettere su fuoco medio e far cuocere per circa 45 minuti (fate la prova con la forchetta per vedere se sono cotte). Quando le patate saranno ben cotte, togliete dal fuoco, levate tutta l’acqua e spellatele subito, tirando loro via la pelle aiutandovi con la punta di un coltello. Fate attenzione perchè scotteranno molto. Tagliatele a fette e passatele in uno schiacciapatate (quello che si usa per gli gnocchi per interderci).

In un’altra pentola mettete il burro e il latte e portate a bollore a fuoco dolce. Salare e pepare. Versare poi le patate schiacciate e con un cucchaio di legno cominciare a far amalgamare le patate con il burro e il latte. Procedere girando continuamente fino al loro completo assorbimento. Aggiustare di sale e pepe, aggiungere la noce moscata e/o la buccia grattata di un limone bio. Servire subito.

Approfondiamo.

L’aggiunta della buccia del limone grattata può essere enfatizzata con l’aggiunta del succo di almeno metà limone. Il purè di patate limonoso lo vedo bene anche come contorno a del pesce al cartoccio, che ne dite?

E se vi diverte giocare con i condimenti, ieri sera ho provato anche ad aggiungere al purè una vinaigrette fatta con olio extravergine di oliva, senape di Dijon e limone emulsionati. Ottimo direi.

Il cugino del purè di patate è il filante tortino o gattò di patate (qui senza uova).

E voi come lo fate il purè e come lo aromatizzate?

Tags: , ,

Commenti


  1. A casa mia il pure’ lo mangio solo io 🙂
    Mio marito detesta tutti i tipi di puree!
    Pazienza… Faro’ lo sforzo di mangiarmelo tutto io 😛
    Ps lo faccio tale e quale al tuo, se vado di fretta uso la pentola a pressione per lessar le pagate

    Commento by Luby

  2. confesso…..
    non ho mai fatto il “vero” purè di patate, solo quello in busta…
    ma credo che proverò, perchè mi piace tantissimo già quello, figurarsi uno vero e ben fatto!
    🙂

    a casa mia si mangiava con la noce moscata, ma l’idea dello stracchino che ci si scioglie sopra mica è male….

    l’idea di renderlo limonoso e servirlo con il pesce mi pare interessante…
    ecco, già ho voglia di farlo!

    Commento by giulia

  3. ça va sans dire che amo il gateau di patate con tutte le mie forze…
    🙂

    Commento by giulia

  4. Lo adoro e lo faccio spesso.
    Il mio prevede che le patate lesse e schiacciate vengano messe in planetaria ancora caldissime con la frusta a K e montate, diciamo così, con il burro a pezzetti ( ne metto un po’ di più del tuo) e il latte caldo.
    Quando è bello spumoso aggiungo la noce moscata, il limone non ce l’ho mai messo a dire la verità.
    Ecco, mi è venuta voglia 🙂

    Commento by arabafelice

  5. Io non metto subito il latte, aspetto prima che il burro si sciolga e venga incorporato dalle patate, ma per il resto lo faccio uguale!
    Bella l’idea dello stracchino con le patate schiacciate… lo devo provare!!!!!

    Commento by Consy

  6. Io non l’ho mai fatto con la buccia del limone, però lo avevo mangiato da una mia cara amica e devo dire che ha una marcia in più! E come dici tu con il pesce sta benissimo! 😀

    Commento by Nicole

  7. Grazie dei consigli mia cara! Sono sempre superbenvenuti!! 🙂

    Commento by benedetta

  8. Mi sono convertita al pure’ “vero” solo in anni recenti: sin da piccola, non l’ho mai molto amato, perche’ aveva i “grumi”. Ora non tornerei a quello in busta, nemmeno a pagarmi! Una dritta che mi ha insegnato la mia nonna per pelare le patate quando sono ancora bollenti: tenerle in una mano protetta da un tovagliolo ripiegato o da un guanto da forno, posizionarsi sul lavandino con il rubinetto dell’acqua fredda aperto a filo, sbucciare la patata sciacquandosi di volta in volta le dita sotto l’acqua fredda. Si fa in un attimo e non ci si scotta, garantito! Buon fine settimana, a presto.

    Commento by Roberta

  9. A casa nostra camperemmo di purè… :P***

    non sarà fotogenico ma quant’è buono!! :DDD

    c’è un premio da me per te!

    a prestooooooooooooo

    Commento by Gata da Plar

  10. Metà del successo del mio purè di patate confesso appartenga al Bimby: grazie al suo ausilio posso deliziarmi con un purè sempre spumoso, leggero, setoso. Irresistibile.
    Sono solita cucinare prima le patate con il latte; alla fine aggiungo un tocchetto di burro e un paio di manciate di parmigiano grattugiato al momento.
    In un pub pugliese ho assaggiato anche una versione molto stuzzicante con prezzemolo e curry, abbinato ad un polpo alla griglia.
    In un paio di occasionei ho tentato di cucinare le patate nel latte aromatizzato in precedenza con un’infusione di tè nero affumicato e il risultato è stato sorprendente.
    La tua idea della scorza di limone va sperimentata, mi incuriosisce 🙂

    Commento by Acilia

  11. Ciao, mia madre mette anche del buon parmigiano reggiano. Io in ultimo una bella macinata di pepe 🙂

    Commento by Ale Roma

  12. Sabato avevo voglia di purè, ma, come a volte capita, niente burro e niente latte. Si lo so che non dovrebbe succedermi, ma a casa ultimamente ho sempre meno cibo (però lievito lo stesso, non capisco ;)) Ben, come dicevo avevo proprio voglia di purè. E nessuna voglia di uscire per andare da Annalinda a chiedere il latte e da Rosetta a chiedere il burro… E così l’ho fatto con noce moscata, olio evo e….acqua.
    Lo so che non mi crederai, ma era davvero buono, mio marito nemmeno si è accorto che mancavano ingredienti e altri li avevano sostituiti. Non so se era fame, oppure il caso, riproverò di sicuro…so però che era tanto buono e anche …tanto leggero!!! 😀
    Un bacino notturno 😀

    Commento by lagioi

  13. Mi piace l’aggiunta di della buccia del limone!

    Commento by Muscaria

  14. Molto interessante l’utilizzo della buccia di limone, così come mi ispira molto l’abbinamento con la vinaigrette a base di senape, dev’essere eccezionale.

    Commento by Yari

  15. buccia di limone, ça va sans dire…. io l’alterno con quella d’arancia…prezzemolo e aglio tritatifinissimi…semplice con erba cipollina… una grattata di grana e una spolverata di pepe(quello di sichuan dà una marcia in più)….w il purè!!!
    elisa


  16. grazie a tutti per i preziosi consigli che state lasciando sul purè di patate e su come giocare col suo sapore!

    Commento by FrancescaV

  17. A casa mia il purè è un must, assolutamente e rigorosamente di patate! Sono emiliana, e per noi il purè è l’accompagnamento prediletto di ogni piatto “con sughino”, oltre che per salami e salamine. Lo faccio anch’io con le patate gialle “tipo bologna”, oovero pasta gialla che si sfarina facilmente. Mia suocera le cuoceva con la buccia e le passava allo schiacciapatate senza toglierla: la patata “scoppia” e la buccia non passa. Si guadagna tempo. Sempre per guadagnare tempo, io, a volte, cuocio le patate pelate, a tocchetti a vapore in pentola a pressione oppure, se ho davvero tanta fretta, sempre a tocchetti, in due dita d’acqua al microonde.
    Il mio procedimento è opposto al tuo: io aggiungo il latte caldo alle patate schiacciate (e non viceversa!), e il burro a fuoco spento alla fine. Non metto mai il limone (lo proverò perchè mi fido di te, Francesca, ma mi fa rabbrividire….), però aggiungo una GROOOSSA manciata di parmigiano grattugiato.
    Ultima nota: a Ferrara mangiamo la “salamina da sugo”, grosso salame da pentola, rotondo, molto aromatico e speziato, e può essere accompagnata dal purè dolce, che si fa così: schiaccio le patate e preparo un purè, non troppo salato e senza parmigiano. Aggiungo un cucchiaio o due di zucchero (ad assaggio, dipende dalla quantità e dai gusti) e un uovo intero, verso in una teglia da forno debitamente imburrata e “pangrattata”, e spolverizzo di pangrattato e spruzzo di liquore “Sambuca” (o anice). In forno per circa 20 minuti: perfetto accompagnamento per la salamina, ma anche, secondo me, per un gulash molto speziato.

    CIAO

    Commento by ANNANGELA

  18. ciao Franci
    io faccio il purè da una vita, praticamente ci ho cresciuto i figli e gli ospiti che l’hanno mangiato, a distanza di anni se lo ricordano ancora.
    come la signora emiliana, faccio il purè solo con le patate tagliate a pezzi e cotte al vapore.dopo 15 minuti metto in un tegame il burro e le passo con lo schiaccia patate , aggiungo latte caldo sempre amalgamando e grana quanto basta
    ti assicuro è buonissimo il segreto è farlo all’ultimo minuto .le dosi? mi regolo secondo quanti siamo a pranzo e lo uso sempre come contorno
    ciao e grazie x le ricette

    Commento by panefresco

  19. Cara francesca, anche io sono ghiotto per il purè di patate ,tantè che me nesono inventato uno tutto per me. Prendo due patate medie li lavo e li spazzolo per bene, poi li avvolgo nella pellicola del micro onde e li faccio cuocere per 20 minuti al massimo della potenza In una terrina metto guanto basta di burro omega tre , metto nello schiaccia patate le patate ormai cotte e ben calde e li schiaccio con tutta la buccia, senza la possibilità che mi scotti, poichè la buccia rimane dentro lo schiaccia patate. Li aggiusto di sale ,pepe bianco e noce moscata. A parte in un pentolino metto del latte, sempre di omega tre,inserendonci dentro del bun formaggio misto creando un fac simile di fonduta. Sciolti i formaggi nel latte li verso nella terrina , dove in precedenza avevo messo le patate schiacciate e aggiustate li amalgamo per bene, e metto il tutto nel micro onde facendo una leggera gratinatura. Non ti nascondo che mi intriga la buccia del limone grattuggiata

    Commento by mariano37

  20. Ciao Francesca!
    è inutile dirti che ti leggo sempre con grande curiosità!
    Il mio purè? Naturalmente vien fatto con il bimby e puoi capire quanto sia buono e leggero…e proprio per questo io lo personalizzo con un bel sughetto con i funghi…diventa davvero speciale!! A presto, ciao!

    Commento by rmida

  21. ciao francesca, io faccio il purè semplicemente con le patate a pasta bianca passate nel passaverdure, quello solito a mano, perchè trovo che lo schiacciapatate rilasci grumi. Poi sul passato verso il latte, il burro e sale. Su fiamma bassa sbatto molto il composto, sino a farlo diventare come una panna montata. Un saluto. manu’

    Commento by manu’

  22. Ciao,
    io il purè lo faccio poco anche se a casa mia piace moltissimo. Purtroppo lavorando in Ospedale il purè è di casa sia a pranzo che a cena per cui non mi viene in mente, una volta a casa, di farlo. Comunque anche io lo faccio come te e quando son di corsa faccio cuocere le patate nella pentola a pressione per circa 15′ per accelerare il tempo.
    Proverò l’aggiunta della buccia del limone. Grazie.

    Commento by Elena

  23. Mia nonna faceva appassire nel burro una tunica di cipolla, lasciata intera ed eliminata prima di imbiondire.

    completare con sale, e noce moscata abbastanza abbondante, a piacere.

    se piace ed è compatibile col piatto da guarnire, una buona grattugiata di formaggio Grana arrotonda il gusto della preparazione.

    Commento by Mauro Visentini

  24. a me,le patate piacciono in tutte le maniere.ma il puré lo preferisco classico con le patate cotte nel latte e poi passate econdite con tanto burro e parmiggiano;qui peró con 40 lo evitiamo per giorni piú freschi,un grande abbraccio e grazie ancora per tutti i consigli che ci sono nelle tue ricette.

    Commento by pina gilli

  25. con tutte queste belle idee di purè aromatizzati, quasi quasi ci faccio un pdf da scaricare, che ne dite?

    Commento by FrancescaV

  26. Si, buona idea il pdf. Tante varianti non dovrebbero andar disperse. Il purè della mia infanzia è un po’ come i vostri: patate farinose lessate con la buccia, passate allo schiacciapatate, messe in pentola con burro e latte aggiunto poco alla volta, fino a completo assorbimento. Tocco magico: la grattata di noce moscata. Mai provato con buccia di limone: dev’essere spettacolare!

    Commento by Barbara

  27. Io veramente non ho mai messo il limone, ma una bella manciata di parmigiano Reggiano si. Il procedimento è quello e l’ho finito di fare proprio ora da accompagnare agli ossibuchi con i piselli. Sono riuscito a stuzzicarti??? Ciao

    Commento by Giampiero

Torna in cima | Torna alla home

Scrivi un commento




 

Newsletter

FrancescaV.com è il mio diario di ricette che puoi cucinare facilmente in casa. Per averle direttamente nella tua email iscriviti alla newsletter. Benvenuto!

Il TrovaRicette

Pochi ingredienti nel frigo e nessuna idea su come usarli?

Inserisci uno, due o tre ingredienti nel box a fianco e trova la ricetta che fa per te!

 
 
 
 
 
 

Ricette di Natale, clicca!

Ricette di Natale

 

Ricette di Natale Antipasti

 
  • Ricette di Natale Primi piatti

     

    Ricette di Natale Secondi piatti

     

    Ricette di Natale Contorni

     

    Ricette di Natale Dolci 1

     

    Ricette di Natale Dolci 2