Arrosto di tacchino con verdure

Letto 7455 volte.

Ho imparato che se cuocio le verdure insieme alla carne, queste risultano molto più saporite e in una sola cottura cucino pietanza e contorno insieme. Così ho fatto anche per questo arrosto di tacchino cotto in cocotte di ghisa, e colorato da tante verdure estive (da personalizzare a seconda della stagione). L’aggiunta di verdure è quindi un aggiornamento rispetto all’arrosto di vitello provato tempo fa. Arrosto di tacchino con verdure cotti nella cocotte di ghisa

Per preparazione, cottura e taglio dell’arrosto ci vorranno almeno 3 ore in totale, quindi organizzatevi per tempo per essere pronti a servire l’arrosto di tacchino all’ora prestabilita (cioè non fate come me che ho fatto mangiare i miei commensali alle 10 di sera 🙂 ).

Ingredienti per 4 persone: un arrosto di tacchino già legato di circa 7-800 gr., 2 dita di vino bianco secco, 3 spicchi d’aglio, 3-4 zucchine piccole, 4-5 peperoni piccoli, verdi e rossi, 3 carote, 2 grosse cipolle bianche, 2 grosse cipolle rosse, una bella manciata di olive nere tipo kalamata, 2 rametti di rosmarino fresco (dal mio orto sul balcone), timo secco, olio extravergine d’oliva, sale integrale fino. Tutte le verdure utilizzate sono biologiche.

Lavare i peperoni, togliere loro il piccolo e tagliarli a striscioline, levando i filamenti e i semi interni. Lavare le zucchine e tagliarle a tocchetti lunghi. Denocciolare le olive e spezzettarle. Tagliare finemente le cipolle. Pelare e tagliare a dadini le carote. Raccogliete tutte queste verdure in una insalatiera per comodità.

Versare 3-4 cucchiai d’olio in una grande cocotte di ghisa , mettere gli spicchi d’aglio pelati e tagliati a metà, e far dorare coperto a fuoco bassissimo. Lavare ed asciugare molto bene l’arrosto con uno scottex. Mettete i rametti di rosmarino tra le maglie dell’arrosto di tacchino. Quando l’aglio è dorato toglierlo e metterlo insieme alle altre verdure. Alzare la fiamma a medio calore e mettere l’arrosto nella cocotte per fargli sigillare bene gli umore all’interno. Questa operazione durerà circa 5 minuti, avendo l’accortezza di girare l’arrosto su tutti i lati, anche quelli corti, aiutandosi con 2 cucchiai di legno (no di metallo!). Fate attenzione perchè l’olio è caldo e potrebbe schizzare.

Quando l’arrosto si sarà ben colorato su tutti i lati deposatelo al centro della cocotte, abbassate al minimo la fiamma e versate il vino, con molta attenzione perchè schizzerà! Fate evaporare l’alcol, e versate tutte le verdure intorno all’arrosto, spolverate con abbondante timo secco. Chiudete la cocotte e fate cuocere per almeno un’ora.Arrosto di tacchino con verdure cotto in cocotte di ghisa

Controllate l’arrosto ad intervalli di 15-20 minuti, per vedere se c’è costantemente del liquido. Girate un po’ le verdure e dopo la prima mezz’ora girate delicatamente l’arrosto sul lato opposto. Se vedete che verdure o arrosto si attaccano aggiungete un dito di acqua.

Circa 10 minuti dalla fine salate e togliete il coperchio, per far asciugare il liquido in eccesso, se c’è, avendo l’accortezza di bagnare con il suo liquido la parte superiore dell’arrosto, per non farla seccare.

A cottura ultimata togliete la cocotte dal fuoco, aspettate 5 minuti che il calore scenda un po’, posate delicatamente l’arrosto su un tagliere (aiutatevi sempre con i 2 cucchiai di legno), levate il filo che lo teneva insieme e procedete al taglio, possibilmente con un coltello da carne ben affilato.

Se avete tempo (ieri sera era troppo tardi per farlo), prendete una parte delle verdure e frullatele, facendone una cremina di verdure da servire insieme alle fette di arrosto di tacchino e le altre verdure che faranno da contorno.Fette di arrosto di tacchino

[Per queste 2 foto in collage dell’arrosto di tacchino ringrazio il mio paziente ospite di ieri sera 🙂 ]

Un consiglio in più.

Fate avanzare un po’ di verdure e di sugo. Il giorno dopo le potere usare per prepararvi un pranzo veloce e gustoso.  del cous cous precotto, del boulgur o della quinoa. Mettete le verdure e il sugo in un pentolino, aggiungete 50 gr. del cereale che preferite (cous cous precotto, boulgur, quinoa) e 50 gr. di lenticchie rosse. Mettete sul fuoco bassissimo, se serve aggiungete due dita d’acqua, coprite e lasciate cuocere per 15 minuti.

Così ho fatto oggi a pranzo, se volete vederlo cliccate sulla pagina Facebook di FrancescaV 🙂

Tags: , , ,

Commenti


  1. Altro che paziente… Goloso vorrai dire!
    L’attesa valeva la pena!

    —Alex

    Commento by Alex

  2. Io adoro i rotoli di carne al forno, specie con molte spezie.
    Per velocizzare e “salutizzare” utilizzo spesso la pentola a pressione…..Complimenti per la ricetta!

    Commento by pandizenzero

  3. francesca, bravissima, l’arrosto non è per niente facile. mi hai fatto venir voglia di provare, perchè finora mi godo solo quello preparato dalla mia mamma.
    p.s. avevo trovato una fantastica soluzione per il mio orto, senza che la maremmana potesse mangiarsi tutto: vendono delle bellissime serre proprio per l’orto in balcone, che tengono tutto ben protetto. ma è sopraggiunto un altro problema da risolvere…ti terrò aggiornata!

    Commento by valentina

  4. Alex, 🙂

    pandizenzero, devo dire che con la cocotte di ghisa mi trovo molto bene con questo tipo di cotture. Io ancora non ho una pentola a pressione degna di questo nome :-/

    valentina, devi provare. Capisco la titubanza, ogni volta che mi cimento in questo cose viene anche a me. Ma la pratica aiuta molto a comprendere il procedimento, che in fondo è semplice. L’importante è anche utilizzare una buona carne. Prova, e poi ci dirai 🙂 Tienimi aggiornata sul tuo roto sul balcone, anche io a breve pubblicherò i miei aggiornamenti. Baci!

    Commento by FrancescaV

  5. Come ho già detto a Francesca ieri, io ho praticamente risolto il problema della cottura di arrosti, rotoli e del “terribile” petto d’anatra con un semplice termometro da forno preso all’IKEA.

    Mi sa che prima o poi ci scrivo un post (anche se la rete è già piena di questi articoli!)

    Cotture sempre perfette!

    —Alex

    Commento by Alex

  6. Hai fatto bene Alex a ricordarlo anche qui, la prossima volta che passo all’Ikea spero di trovare questo fantomatico termometro da forno.

    Commento by FrancescaV

  7. Commento by Alex

  8. E’ vero il termometro e’ fantastico per arrosti ma anche per la cottura di creme e soprattutto per friggere! Io adoro l’arrosto!

    Commento by Ilgamberorusso

  9. siamo carnivore e pescivore all’occorrenza vero Fra? 🙂
    Mi piace molto la tua versione del tacchino arrosto!
    Un abbraccio cara

    Commento by Sandra

  10. Buono e…. ottima pirofila!

    Commento by Calogero

Torna in cima | Torna alla home

Scrivi un commento




 

Newsletter

FrancescaV.com è il mio diario di ricette che puoi cucinare facilmente in casa. Per averle direttamente nella tua email iscriviti alla newsletter. Benvenuto!

Il TrovaRicette

Pochi ingredienti nel frigo e nessuna idea su come usarli?

Inserisci uno, due o tre ingredienti nel box a fianco e trova la ricetta che fa per te!

 
 
 
 
 
 

Ricette di Natale, clicca!

Ricette di Natale

 

Ricette di Natale Antipasti

 
  • Ricette di Natale Primi piatti

     

    Ricette di Natale Secondi piatti

     

    Ricette di Natale Contorni

     

    Ricette di Natale Dolci 1

     

    Ricette di Natale Dolci 2