Frittata di pasta

Letto 5956 volte.

Ieri sera, davanti alla partita dell’Italia, ci voleva qualcosa da mangiare freddo, possibilmente con le mani, che non sporcasse troppo e non distogliesse l’attenzione dall’evento sportivo (grande Pirlo!). E’ stato il momento della frittata di pasta.Fritta di pasta fatta con gli spaghetti grossi

Dico frittata di pasta, e subito torno con la mente al mare da piccola, con i miei genitori, quando si partiva di domenica mattina prima delle 7, per andare a Lavinio. Mentre assonnata bevevo la mia tazza di latte, l’odore caldo della frittata appena fatta da mia madre invadeva la cucina.

E’ un altro di quegli espedienti economici e gustosi di riciclare avanzi di pasta, quando ci sono. In un tempo di cucina anticrisi saper usare al meglio le provviste alimentari, senza sprechi e con fantasia, ci permette di avere sempre a tavola buon cibo, senza troppi sforzi economici.

Ingredienti per 6-8 persone: 500 gr. di spaghetti grossi, 5 uova, abbondante prezzemolo fresco, la buccia di un limone biologico grattata, sale integrale, pepe, olio extravergine d’oliva qb.

Togliete dal frigo le uova almeno un’ora prima di cominciare. Mettete abbondante acqua per la pasta in una pentola capiente sul fuoco, portate a bollore, salate e buttate gli spaghetti. Cuoceteli un minuto in meno del tempo indicato sulla confezione. Scolateli bene. Versateli un una grande ciotola dove avrete prima versato un po’ d’olio, anche sulle pareti. Versate dell’olio anche sopra la pasta e aiutandovi con due forchette fate scivolare bene l’olio tra gli spaghetti, in modo che freddandosi non si attacchino.

In una ciotola sbattete con una forchetta le uova, aggiungete la scorsa del limone e il prezzemolo tritato finemente al coltello, continuate a sbattere e amalgamare gli ingredienti, salate e macinate del pepe nero fresco. Versate le uova sbattute sugli spaghetti, facendole scivolare bene su tutta la pasta.

Mettete a scaldare un paio di cucchiai d’olio in una grande padella aderente, versate gli spaghetti nella padella, e con un cucchiaio di legno sistemare bene la pasta ai bordi, domando gli spaghetti ribelli. Coprire e far cuocere a fuoco medio per circa 10-12 minuti. Controllare con una spatola che si stacchino bene i bordi della frittata. Quando questo accade la frittata è pronta per essere girata: posizionare un piatto largo sopra la padella (od un grande coperchio piatto) e con un gesto atletico rivoltare la frittata sul piatto. Poi fatela scivolare dal piatto di nuovo nella padella, sistemare i bordi sempre con il cucchiaio di legno, coprire, e far cuocere altri 5-7 minuti circa.

Spegnere, scoperchiare, e far scivolare la frittata sul piatto largo da portata. Far raffreddare, tagliare e servire. Ottima il giorno dopo, fredda, in ufficio o al mare 🙂Frittata di pasta con spaghetti grossi

Approfondiamo.

Da quando sull’orto sul balcone ho una pianta rigogliosa di prezzemolo, mi sento una donna felice, e lo metto ovunque (anche perchè contiene tanta vitamina C e mi piace con tutto). Potete però sostituirlo con un’erba aromatica, o con un mix di erbe, a vostro piacimento: io proverei anche con la menta e il basilico, che ne dite?

Come già vi accennavo, la frittata di pasta nasce come modo di riciclare la pasta avanzata, per non buttare via inutilmente il cibo. Da provare la frittata con pasta avanzata al sugo, oppure al ragù. Secondo me è ancora più buona!

Tags: , , ,

Commenti


  1. oh francesca… la frittata di pasta, mia nonna d’estate me la preparava sempre per merenda (ehm si, le mie merende erano piuttosto sostanziose: frittata di pasta, pane e pasta e fagioli o ceci fredda…). che buona! peccato che a me MAI avanzi qualcosa, anche quando ne faccio dosi da caserma. o meglio, dovrei provare a fare una frittata con un uovo di struzzo, magari così qualcosina avanza… a me il prezzemolo non piace troppo, ma prenderò abbondanti manciate di basilico dalla mia piantina:)

    Commento by Giorgia

  2. Giorgia, fammelo dire: viva le merende sostanziose preparate dalle nonne 🙂 Anche da noi la pasta non avanza spesso, ma quando capita non si butta via niente, ci mancherebbe.

    Vai con il basilico allora, il mio non vuol proprio venir su bene :-/

    Commento by FrancescaV

  3. Non vado matto per la pasta “riciclata”, troppo facile il rischio che si trasformi tutto in una “mappazza” di pasta scotta…
    Ovviamente rischio che corre colui che come me, non sa cucinare! A te non succederà di certo!

    Senti ma come la vedresti una bella grattata di parmigiano nel composto di uova?

    —Alex

    Commento by Alex

  4. Alex, la pasta riciclata non è certo la pasta appena scolata al dente. Per rivalutarla bisogna saper apprezzare i diversi aspetti che si possono cogliere da uno stesso piatto di pasta.

    Nella mia versione dell’infanzia non c’era nè parmigiano grattugiata nè mpzzarella messa in mezzo, come nella versione della frittata di maccheroni napoletana. ma nessuno viene di provarci, anzi. Magari aggiungerei a questo punto anche una grattata di noce moscata, e il giro è concluso 🙂

    Commento by FrancescaV

  5. Oh! Me l’ero completamente scordata, ma anche mia nonna la preparava sempre! Un piatto vintage, direi, assolutamente da recuperare 😉

    Commento by Federico

  6. infatti Federico, anche secondo me va rivalutato con la dovuta prospettiva 🙂

    Commento by FrancescaV

  7. Adoro la frittata di pasta. Nella mia, di solito con pasta avanzata al sugo, sempre un po’ di parmigiano! Ma voglio provare questa con la grattugiatina di limone! Deve essere fresca e deliziosa!
    Grazie!

    Commento by Patrizia

  8. allora io la volta prossima al posto del limone metterò un po’ di parmigiano 🙂

    Commento by FrancescaV

  9. In questi giorni di caldo infernale (almeno qui a Cagliari) l’idea della frittata di pasta è vincente… ottima da gustare fredda in una cena in piedi in giardino… e poi io adoro tutte le ricette che ti permettono di non buttare gli avanzi!

    Commento by sylvie

  10. E’ una della cose che ho sempre voluto fare, ma a questo punto non l’ho ancora fatto. Con questa ricetta l’ho faro’ senz’altro. delizioso.


  11. Sì, l’ho mangiata qualche volta. Buonissima….

    Commento by Calogero

Torna in cima | Torna alla home

Scrivi un commento




 

Newsletter

FrancescaV.com è il mio diario di ricette che puoi cucinare facilmente in casa. Per averle direttamente nella tua email iscriviti alla newsletter. Benvenuto!

Il TrovaRicette

Pochi ingredienti nel frigo e nessuna idea su come usarli?

Inserisci uno, due o tre ingredienti nel box a fianco e trova la ricetta che fa per te!

 
 
 
 
 
 

Ricette di Natale, clicca!

Ricette di Natale

 

Ricette di Natale Antipasti

 
  • Ricette di Natale Primi piatti

     

    Ricette di Natale Secondi piatti

     

    Ricette di Natale Contorni

     

    Ricette di Natale Dolci 1

     

    Ricette di Natale Dolci 2