Pomodori ripieni di riso alla romana (foto passo passo)

Letto 7484 volte.

Finalmente! Un blog di cucina di una romana in linea da 8 anni e non si era ancora parlato dei pomodori ripieni di riso alla romana, sacrilegio 🙂Pomodori ripieni di riso alla romana con le patate

In effetti erano un paio di anni che non li mangiavo, ma questa volta non potevo far chiudere la stagione estiva senza proporli. Ho trovato dei bei pomodori biodinamici al mercato, patate novelle sempre biodinamiche dallo stesso produttore che mi piacciono tanto, riso semi-integrale che viene da vicino Milano (grazie Lydia!), e le preziose erbe aromatiche del balcone, sempre fresche e a portata di mano quando servono.

Non ci resta che metterci in cucina.

Ingredienti per 2 persone mangione :

4 pomodori grandi da riso,
6 cucchiai di riso Arborio (io ho usato riso Carnaroli semi-integrale),
4-5 patate novelle,
un grosso spicchio d’aglio,
un bel mazzetto di prezzemolo,
un bel mazzetto di basilico,
sale, pepe, olio extravergine d’oliva

Lavare ed asciugare bene i pomodori. Tagliare loro la calotta superiore e tenerla da parte (verrà usata per richiuderli). Con un coltello a lama corta (il mio è di ceramica) tagliare via la prima parte della polpa interna di ogni pomodoro. Poi continuare a scavare con un cucchiaio, facendo attenzione a lasciare uno spessore di circa 5 mm. intorno ad ogni pomodoro.Pomodori da riso svuotati

Tagliare a dadini la polpa dei pomodori asportata e metterla in un’insalatiera, aggiungere il riso, il prezzemolo e il basilico sminuzzati al coltello (abbondante con le erbe, ne acquisterà il sapore finale), lo spicchio d’aglio pelato e tagliato finemente. Salate, aggiungete un cucchiaio d’olio e una macinata di pepe nero. Amalgamate bene. Lasciate riposare.

Lavate bene le patate. Se usate patate trattate dovete prima sbucciarle: io ho usate delle fantastiche patate biodinamiche e non ho dovuto togliere nulla 🙂 Asciugatele e tagliatele a spicchi verticali.

Preriscaldare il forno a 180°. Ricoprite una teglia da forno dai bordi alti con carta forno leggermente bagnata e ben strizzata. Posizionatevi i pomodori vuoti ben distanziati, salateli all’interno e riempiteli con il composto di riso fino massimo a 3/4 del pomodoro. Questa accortezza è importante, perchè in cottura il riso si gonfierà e se ce n’è troppo uscirà fuori sformando tutto il pomodoro. Aggiungete tutt’intorno ai pomodori gli spicchi di patate, e conditeli con il composto di riso che vi sarà rimasto. Chiudete ogni pomodoro con la sua calotta e aggiungete un filo d’olio finale.Pomodori ripieni con il riso pronti da cuocere

Infornare e cuocere per circa un’ora (farà fede l’assaggio del riso tra le patate). Servire tipiedi. Si possono conservare in frigorifero fino al giorno dopo, risultando ancora più saporiti.

Approfondiamo.

Se l’avessi avuta, avrei aggiunto la mentuccia romana al mix di prezzemolo e basilico. Non ci vedo bene, invece, altre varianti come il rosmarino.

La scelta del riso non è cosa banale: il riso all’interno del pomodoro, a fine cottura, dovrà risultare morbidissimo, gonfio dei sughi e dei sapori del pomodoro. Quindi vi sconsiglio di usare il carnaroli, l’unico che avevo io. A fine cottura risulta croccante (a meno che non vogliate proprio questo risultato). Se potete, usate l’arborio. Invece per me la scelta di usare un riso semi-integrale è vincente, esalta il sapore rustico di questo piatto.

La dose del riso è un cucchiaio per pomodoro più 2 per la teglia (in questo caso 4+2).

Giampiero, un lettore assiduo del blog, sulla pagina Facebook di FrancescaV consiglia di far bollire il riso per 5 minuti in modo d’ ammorbidirlo un po’, prima di mischiarlo alla polpa di pomodoro. Mi sembra un’idea da provare.

C’è chi frulla la polpa di pomodoro prima di mischiarla al riso: io non ne vedo la necessità. Basta sminuzzarla al coltello e si avrà un effetto più rustico per il ripieno dei pomodori.

Tags: , ,

Commenti


  1. Ne vado pazza, nella versione cretese o più in generale greca. Là si chiamano ghemistà, e spesso cuociono insieme pomodori e peperoni. Usano la menta. Posso mangiarli anche tutti i giorni. Anche perché, sarà l’aria del luogo, sarà la suggestione, trovo che buoni come quelli non se ne trovino. Però non li ho mai mangiati preparati da un romano 🙂

    Commento by giovanna

  2. Ottimi! Preparo spesso i pomodori ripieni in mille modi diversi, ma non conoscevo la variante con riso e patate anche nella teglia. Mi piacciono!

    Commento by Giorgia

  3. Che buoni i pomodori col riso! Li adoro! Quasi quasi provo la tua ricetta. Un caro saluto

    Commento by Mafaldina

  4. YuM Cara Fra!

    Amo anche io le verdure ripiene, e questi pomodori sono una vera chicca 🙂
    P.s. prova anche con il bulgur, è perfetto per i ripieni!

    Commento by Sandra

  5. giovanna, come sono i pomodoriripieni alla graca? Sono sul blog? Se sì e ti va linkali pure qui, faranno da gustoso pandant. Guarda, non so se fatti da un romano potresti cambiare idea: diciamo che qui entra in ballo anche il ricordo dell’infanzia, che come ben sai, sui certi sapori la fa da padrone 🙂

    Giorgia, pensa che invece io era una vita che non li facevo.

    prova prova Mafaldina, questa diciamo è la ricetta classica. Poi facci sapere com’è andata 🙂

    Sandra, grazie del consiglio, non immaginavo che il bulgur fosse perfetto nei ripieni. Proverò sicuro.

    Commento by FrancescaV

  6. No, sul blog non ci sono. Ma sono praticamente uguali :-). Solo, se non ricordo male, oltre all’aglio ci va un po’ di cipolla. La menta è obbligatoria e, come ti dicevo, di solito si farciscono e cuociono insieme pomodori e peperoni. per il resto, tutto uguale, anche la presenza delle patate.

    Commento by giovanna

  7. ricordo della cucina della nonna d’estate:)! Lei ci metteva solo basilico, provero’ con prezzemolo e menta!

    Commento by francesca

  8. bbbbuonissimi. io metto la menta al posto del prezzemolo.. un profumo.anche io ho provato ,giusto pochi giorni fa, a cuocere prima il riso e devo dire che il risultato e’ stato migliore .ciao

    Commento by cristina

  9. Ottimi. Praticamente uso la stessa tua ricetta, salvo che per la carta da forno (ungo semplicemente la teglia).

    Commento by Max

  10. ecco!
    l’altro giorno ho comprato tre pomodori da fare al riso e se non fossi venuta qui me ne sarei domenticata!!!

    🙂

    stasera li preparo…io li adoro, caldi, freddi, in tutti imodi…GNAM!

    Commento by giulia

  11. che bello, sono esattamente come i miei! io anche uso sempre la mentuccia. li ho rifatti proprio ieri, temo ultimi per quest’anno…


  12. giulia, hai ragione son buoni sempre. Allora li hai fatti?

    mariarosappetitosa mi sa che hai ragione, la stagione è in chiusura. Però chissà che buoni con la mentuccia


  13. Burp
    😉

    Commento by Giulia

  14. La mia ricetta prevede che l’interno del pomodoro venga salato e lasciato scolare in modo che il pomodoro perda un po’ della sua acqua di vegetazione.

    In questo modo il pomodoro non si spacca in cottura a causa dell’eccesso di acqua che scaldandosi dilata il pomodoro rompendone la buccia.

    Comunque anche per me è un cibo da totale dipendenza, lo preparo spessissimo!

    Commento by Carola

Torna in cima | Torna alla home

Scrivi un commento




 

Newsletter

FrancescaV.com è il mio diario di ricette che puoi cucinare facilmente in casa. Per averle direttamente nella tua email iscriviti alla newsletter. Benvenuto!

Il TrovaRicette

Pochi ingredienti nel frigo e nessuna idea su come usarli?

Inserisci uno, due o tre ingredienti nel box a fianco e trova la ricetta che fa per te!

 
 
 
 
 
 

Ricette di Natale, clicca!

Ricette di Natale

 

Ricette di Natale Antipasti

 
  • Ricette di Natale Primi piatti

     

    Ricette di Natale Secondi piatti

     

    Ricette di Natale Contorni

     

    Ricette di Natale Dolci 1

     

    Ricette di Natale Dolci 2